HOME Articoli

Lo sai che? Separazione e trasferimento immobili: esenzione imposte

Lo sai che? Pubblicato il 20 febbraio 2018

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 20 febbraio 2018

L’esenzione dalle imposte per i trasferimenti di beni mobili e immobili tra ex coniugi si applica anche quando sono coinvolti soggetti estranei alla famiglia.

L’atto con il quale viene trasferito all’ex coniuge un immobile, in esecuzione di un accordo di separazione consensuale, è esente da imposte, anche se tra le parti della compravendita vi sono terzi estranei ai coniugi. È quanto precisato da una recente sentenza della Commissione Tributaria Regionale del Lazio [1].

Separazione e divorzio: atti esenti da imposte

La legge prevede che tutti gli atti, i documenti ed i provvedimenti relativi al procedimento di separazione e di divorzio, nonché ai procedimenti anche esecutivi e cautelari diretti ad ottenere la corresponsione o la revisione degli assegni di separazione e di divorzio sono esenti dall’imposta di bollo, di registro e da ogni altra tassa.

Secondo l’orientamento della Cassazione, qualunque pattuizione, anche relativa al trasferimento dei diritti reali immobiliari, che venga prevista nell’ambito e in preciso adempimento dell’accordo di separazione o divorzio, beneficia dell’esenzione da qualsiasi imposta.

Ciò in quanto deve riconoscersi il carattere di negoziazione globale a tutti gli accordi di separazione che, anche attraverso la previsione di trasferimenti mobiliari e immobiliari, siano volti a definire in modo tendenzialmente stabile la crisi coniugale, destinata a sfociare, di lì a breve, nel divorzio voluto dalle parti, in presenza delle necessarie condizioni di legge [2].

A quali atti si applica l’esenzione dalle imposte e tasse

I negozi traslativi di diritti mobiliari o immobiliari, pur non rientrando tra gli atti essenziali per addivenire alla separazione o al divorzio, devono essere intesi come “atti relativi al procedimento di separazione o divorzio”, che, come tali, possono usufruire dell’esenzione, salvo che il Fisco contesti e provi, secondo l’onere probatorio a suo carico, la loro finalità elusiva [3].

Questa interpretazione si inserisce nel quadro normativo attuale che attribuisce all’elemento del consenso tra i coniugi il ruolo centrale nella definizione della crisi coniugale, estendendo il procedimento di negoziazione assistita da avvocati alla separazione consensuale, al divorzio ed alla modifica delle condizioni di separazione e di divorzio e prevedendo che i coniugi possono concludere, innanzi al Sindaco, un accordo di separazione personale, di divorzio o di modifica delle condizioni di separazione e di divorzio.

Trasferimento immobili: esenzione anche se coinvolti soggetti estranei alla famiglia

Dunque, la legge e la giurisprudenza fanno riferimento genericamente a trasferimenti mobiliari e immobiliari senza specificare che tali trasferimenti debbano riguardare beni già di proprietà di uno o di entrambi i coniugi.

È quindi possibile beneficiare dell’esenzione delle imposte anche se, nella compravendita, il venditore è una persona estranea al nucleo familiare, purché le altre parti del contratto siano i coniugi e i loro figli e purché sia espressamente previsto tra le condizioni della separazione consensuale l’obbligo di acquistare l’immobile.

È il caso, per esempio, del contratto a favore di terzo in cui: lo stipulante (uno dei coniugi) designa l’altro coniuge e i figli come destinatari dell’immobile; il promittente (soggetto estraneo alla famiglia) è il proprietario che deve vendere l’immobile; il beneficiario è appunto l’altro coniuge (ed eventualmente i figli).

note

[1] CTR Lazio, sent. n. 2179/2017.

[2] Cass. sent. n. 2111/2016.

[3] Cass. sent. n. 13340/2017.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI