Diritto e Fisco | Articoli

L’albero sul confine: chi sostiene le spese?

10 febbraio 2018


L’albero sul confine: chi sostiene le spese?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 10 febbraio 2018



Il mio condominio ha il giardino comune confinante con un lotto di terreno di proprietà esclusiva di un altro condomino. Come si devono suddividere le spese di cura e gestione di un grande platano che occupa nel giardino una posizione del tutto particolare: il suo tronco e apparato radicale si trovano per metà sul terreno condominiale e per l’altra metà in corrispondenza al Lotto di proprietà esclusiva. Il platano è magnifico ma è anche molto ammalato.

La norma fondamentale da tenere in considerazione per rispondere al quesito è l’articolo 899, comma 2, del codice civile.

La norma citata, infatti, stabilisce che gli alberi sorgenti sulla linea di confine si presumono comuni, salvo titolo o prova in contrario.

L’articolo 899, comma 2, del codice civile fissa dunque una presunzione legale di comunione dell’albero che sorge sulla linea di confine: questo significa che l’albero che nasce sulla linea diconfine viene considerato dalla legge in regime di comunione indivisa, ed in parti uguali, tra i proprietari confinanti.

Pertanto se non esiste un titolo o una prova contraria, il platano al quale si accenna nel quesito dovrà essere considerato in comproprietà indivisa (con quote del 50%) tra il condominio ed il proprietario esclusivo del lotto confinante al condominio.

Per essere ancora più precisi, può dirsi che se non esiste prova in senso contrario il platano piantato ecresciuto sulla linea di confine deve considerarsi in comproprietà tra condominio e confinante eciascuno di questi due comproprietari sarà titolare di una quota pari al 50% (fatta salva, anche inquesto caso, l’esistenza di una prova contraria che dimostri che le quote non siano paritarie e non siano, dunque, del 50% per l’uno e l’altro dei comproprietari).

Da tutto quello che si è detto deriva che per la gestione e l’amministrazione della cosa comune (cioè dell’albero nel caso di specie) si applicheranno le norme sulla comunione (articoli da 1100 a 1116 del codice civile).

E, pertanto, per quanto concerne le spese necessarie alla cura e alla gestione del platano esse toccano ai comproprietari in proporzione alle rispettive quote (così stabilisce l’articolo 1101, comma 2, del codice civile).

Questo vuol dire che le spese vanno suddivise esattamente a metà tra il condominio e il proprietariodel lotto confinante (a condizione, come sopra detto, che non esista nessuna prova in contrario siasulla comproprietà dell’albero, sia sulla entità delle quote che si presumono uguali salvo, appunto, prova contraria).

La quota del 50% di spese di competenza del condominio andrà poi ripartita tra i singoli condominiin ragione delle rispettive quote condominiali, salvo diverso accordo interno tra i condomini (cosìcome stabilisce l’articolo 1123 del codice civile).

Infine si precisa che:

– le decisioni relative all’amministrazione ordinaria della cosa comune (dell’albero, cioè) devono essere adottate in base all’articolo 1105 del codice civile, cioè a maggioranza calcolata secondo il valore delle quote: nel caso in cui non si prendano i provvedimenti necessari per l’amministrazione della cosa comune oppure non formi una maggioranza o se la decisione adottata non venga eseguita, ciascun comproprietario, in base all’articolo 1105, 4 comma, del codice civile potrà ricorrere all’autorità giudiziaria perché sia questa a decidere (el’autorità giudiziaria potrà anche nominare un amministratore);

– è necessario il consenso di tutti i comproprietari (del 1005 delle quote) per vendere la cosa comune (ed anche, quindi, per abbatterlo).

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI