Business | Articoli

Finanziamenti a fondo perduto: il Bando Inail-Isi 2017

11 Aprile 2017
Finanziamenti a fondo perduto: il Bando Inail-Isi 2017

Dall’Inail, nuovi finanziamenti a fondo perduto per le imprese: arriva un aiuto per aumentare i livelli di salute e sicurezza con il sovvenzionamento Isi 2017.

Per far fronte al problema della sicurezza sul lavoro è stato promosso il Bando Inail-Isi 2017, destinato al finanziamento di progetti aziendali che avranno come fine ultimo il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

La sicurezza sul lavoro continua ad essere un argomento fortemente sentito in Italia, dove sono molti i lavoratori a rischio e privi di tutele che svolgono mansioni usuranti e pericolose. Purtroppo le aziende italiane continuano a rimanere indietro su questo argomento con un aumento preoccupante delle morti bianche. I fondi stanziati per i finanziamenti alle imprese attraverso il bando Isi da erogare attraverso i contributi a fondo perduto si aggirano intorno a un totale di 244 milioni di euro e riguardano le imprese sia in forma societaria, sia in forma individuale, che operino con un’unità produttiva autonoma nel territorio della specifica Regione/Provincia e siano regolarmente iscritte alla Cciaa. Non possono partecipare al bando Inail le piccole aziende del settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli e quelle ammesse all’ISI 2013, 2014, 2015 o al bando Fipit 2014. Sarà possibile presentare richiesta a partire dal 19 aprile 2017, inoltrando telematicamente la domanda.

Cosa prevede il Bando Isi Inail?

Il bando riconoscerà alle imprese un finanziamento a fondo perduto pari al 65% dell’investimento, per agevolazioni in conto capitale fino a un massimo di 130mila euro. Il bando Isi-Inail 2017 è sviluppato su tre assi che garantiscono finanziamenti a fondo perduto per ciascun settore: il primo asse erogherà fondi destinati a progetti indirizzati a mettere in campo modelli organizzativi e di responsabilità sociale; il secondo asse finanzierà progetti utili a bonificare aree produttive e luoghi di lavoro dall’amianto; il terzo asse destinerà fondi alle piccole e medie imprese attive in alcuni specifici settori (catering, mense, ristorazione). Gli incentivi riguardano vari progetti tra cui:

  • investimento in sicurezza e salute;
  • miglioramento della qualità degli ambienti di lavoro con interventi come ristrutturazioni, acquisto o adeguamento dei macchinari, miglioramento degli impianti;
  • bonifica da materiali nocivi come l’amianto;
  • adozione di modelli di responsabilità sociale e modelli organizzativi

Quale procedura da seguire per i finanziamenti Isi Inail?

La procedura da seguire, invece, è la seguente:

  • Accedere, a partire dal 19 aprile 2017 e fino alle ore 18.00 del 5 giugno 2017, al sito Inail nella sezione «Accedi ai servizi online»;
  • inoltrare la richiesta attraverso l’applicazione informatica messa a disposizione delle imprese per la compilazione della domanda;
  • scaricare il codice identificatico generato dal sistema insieme alla domanda.

A pochi giorni dalla chiusura della fase di analisi sempre sul sito Inail saranno pubblicate le graduatorie delle domande finanziabili. Per progetti che prevedono investimenti a fondo perduto maggiori di 30mila euro le imprese potranno chiedere un versamento in anticipo.

Successivamente entro i trenta giorni successivi alla pubblicazione degli elenchi, dovranno presentare agli uffici Inail la documentazione richiesta e la domanda rilasciata dal sistema al momento del rilascio del codice identificativo.


note

Autore immagini: Google immagini


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube