Business | Articoli

730: detrazioni per attività sportive nel 2017

12 Aprile 2017 | Autore:
730: detrazioni per attività sportive nel 2017

Come funziona la detrazione delle spese sportive praticate dai ragazzi fino a 18 anni. Quali sono i requisiti? E i documenti di spesa?

Le spese per le attività sportive praticate dai ragazzi rientrano tra le spese detraibili nel modello 730/2017, riferito all’anno di imposta 2016.

Requisiti per la detrazione delle spese sportive

La detrazione, nella misura del 19%, riguarda l’iscrizione annuale e l’abbonamento ad associazioni sportive, palestre, piscine e altre strutture e impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica.
La spesa deve essere sostenuta per i ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni, anche se compiuti nel corso del 2016 la detrazione spetta per l’intero anno d’imposta.

L’importo detraibile: un esempio di calcolo

La percentuale di detrazione è il 19%. L’importo detraibile deve essere calcolato su un importo massimo di spesa di 210 euro per ogni soggetto fiscalmente a carico. Quindi, l’importo massimo detraibile è il 19% di 210 euro, cioè 39,9 euro arrotondato, 40 euro.
Nel caso la spesa superi il limite è possibile detrarre in dichiarazione dei redditi solo 40 euro a figlio, quindi 80 euro se i figli sono due, 120 euro se i figli sono tre e così via…

Quali sono i documenti di spesa

Per usufruire della detrazione occorre conservare il bollettino bancario o postale, fattura, ricevuta o quietanza di pagamento.
La documentazione deve indicare i dati fiscali del percettore (associazioni sportive, palestre ecc.), la causale del pagamento (iscrizione o abbonamento), l’attività sportiva esercitata (es. nuoto, pallacanestro ecc.) e l’importo pagato.
Inoltre devono essere indicati i dati anagrafici del ragazzo che pratica l’attività sportiva e il codice fiscale del genitore che effettua il versamento.

Per concludere, è bene sapere che la spesa non è detraibile se sostenuta per presso associazioni che non rientrano nella definizione di “sportiva dilettantistica”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube