Diritto e Fisco | Articoli

Chiavi nel cruscotto: multati e non rimborsati

6 Dicembre 2012
Chiavi nel cruscotto: multati e non rimborsati

Lasciare le chiavi attaccate al cruscotto può costare due volte caro al conducente: si rischia infatti non solo una multa, ma anche di non vedersi risarciti dall’assicurazione in caso di furto.

“Durante la sosta e la fermata, il conducente deve adottare le opportune cautele atte a impedire l’uso del veicolo senza il suo consenso”, da parte di terzi. Questa norma, imposta dal codice della strada [1], viene spesso dimenticata dagli automobilisti, disattenti nel lasciare le auto con i finestrini aperti o con le chiavi attaccate alla plancia comandi. La conseguenza è che condotte di questo tipo potrebbero giustificare una multa da 80 a 318 euro.

La stessa regola vale anche per i veicoli a due ruote.

In caso di furto del veicolo determinato dalla colpa grave del conducente, l’assicurazione non è tenuta a risarcire il proprietario del mezzo. Rientrerebbe in tale ipotesi di esonero della responsabilità da parte dell’assicuratore, secondo la Corte di Appello di Napoli [2], l’aver lasciato l’auto con le chiavi attaccate al cruscotto, per vedere da cosa dipende un rumore al telaio.

Il proprietario è quindi responsabile dell’omissione di ogni tutela relativa al possesso dell’auto.

 


note

[1] Art. 158 cod. str.

[2] Corte App. Napoli, sent. 3905/2012 del 29.11.2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube