Diritto e Fisco | Articoli

Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente

9 Febbraio 2018 | Autore:
Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente

Energia elettrica, gas, acqua e rifiuti: la nuova Autorità indipendente di regolamentazione è ARERA.

L’ex Autorità per l’energia elettrica il gas ed il sistema idrico cambia nome e acquista maggiori poteri, prendendo in gestione la regolamentazione del settore rifiuti. Dal 1 gennaio 2018, l’ente prende il nome di Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (Arera). Vediamo di cosa si occupa.

Autorità amministrative indipendenti: cosa sono

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente è un’autorità amministrativa indipendente. Ma che vuol dire? Le  autorità amministrative indipendenti sono organi o enti pubblici dotati di sostanziale indipendenza dal Governo e di autonomia (organizzativa, finanziaria e contabile), e si caratterizzano per la mancanza di controlli e di soggezione al potere di direttiva dell’esecutivo. Esse svolgono una funzione di regolamentazione e tutela di interessi di rilievo costituzionale, con imparzialità e indipendenza rispetto al potere politico ed economico. Le Autorità indipendenti sono:

  • Autorità garante della concorrenza e del mercato
  • Autorità per le garanzie nelle comunicazioni
  • Garante per la protezione dei dati personali
  • CONSOB
  • Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo (ISVAP)
  • Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente
  • Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture
  • Commissione di Garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali

Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente: di cosa si occupa?

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (Arera) è un organismo indipendente, con il compito di tutelare gli interessi dei consumatori e di promuovere la concorrenza, l’efficienza e la diffusione di servizi con adeguati livelli di qualità, attraverso l’attività di regolazione e di controllo. L’azione dell’Autorità, inizialmente limitata ai settori dell’energia elettrica e del gas naturale, è stata in seguito estesa ai servizi idrici.

A partire dal 2018 sono state attribuite all’Autorità funzioni di regolazione e controllo del ciclo dei rifiuti, anche differenziati, urbani e assimilati.

Oltre a garantire la promozione della concorrenza e dell’efficienza nei settori energetici, l’azione dell’Autorità è diretta, per tutti i settori oggetto di regolazione, ad assicurare la fruibilità e la diffusione dei servizi in modo omogeneo sull’intero territorio nazionale, a definire adeguati livelli di qualità dei servizi, a predisporre sistemi tariffari certi, trasparenti e basati su criteri predefiniti, a promuovere la tutela degli interessi di utenti e consumatori.

Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente: competenze

L’Autorità regola i settori di competenza, attraverso provvedimenti (deliberazioni) e, in particolare:

  • stabilisce, per i settori energetici, le tariffe per l’utilizzo delle infrastrutture e ne garantisce la parità d’accesso per gli operatori;
  • predispone e aggiorna il metodo tariffario per la determinazione dei corrispettivi sia per il servizio idrico integrato sia per il servizio integrato dei rifiuti e approva le tariffe predisposte dai soggetti preposti;
  • definisce i criteri per la determinazione dei contributi di allacciamento delle utenze alla rete di telecalore e le modalità per l’esercizio del diritto di “scollegamento”;
  • promuove gli investimenti infrastrutturali con particolare riferimento all’adeguatezza, l’efficienza e la sicurezza;
  • assicura la pubblicità e la trasparenza delle condizioni di servizio;
  • promuove più alti livelli di concorrenza e più adeguati standard di sicurezza negli approvvigionamenti, con particolare attenzione all’armonizzazione della regolazione per l’integrazione dei mercati e delle reti a livello internazionale;
  • detta disposizioni in materia separazione contabile per il settore dell’energia elettrica e del gas, per il settore idrico e per il servizio di telecalore, nonché in merito agli obblighi di separazione funzionale per i settori dell’energia elettrica e del gas;
  • definisce i livelli minimi di qualità dei servizi per gli aspetti tecnici, contrattuali e per gli standard di servizio;
  • promuove l’uso razionale dell’energia, con particolare riferimento alla diffusione dell’efficienza energetica e all’adozione di misure per uno sviluppo sostenibile;
  • aggiorna trimestralmente, fino alla completa apertura dei mercati prevista per il 1° luglio 2019, le condizioni economiche di riferimento per i clienti che non hanno scelto il mercato libero nei settori energetici;
  • accresce i livelli di tutela, di consapevolezza e l’informazione ai consumatori;
  • svolge attività di monitoraggio, di vigilanza e controllo anche in collaborazione con la Guardia di Finanza e altri organismi, fra i quali la Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA), il Gestore servizi energetici (GSE), su qualità del servizio, sicurezza, accesso alle reti, tariffe, incentivi alle fonti rinnovabili e assimilate.
  • può imporre sanzioni e valutare ed eventualmente accettare impegni delle imprese a ripristinare gli interessi lesi (dlgs 93/11).
  • L’Autorità svolge, inoltre, una funzione consultiva nei confronti di Parlamento e Governo ai quali può formulare segnalazioni e proposte; presenta annualmente una Relazione Annuale sullo stato dei servizi e sull’attività svolta.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube