Diritto e Fisco | Articoli

Facebook cambia algoritmo: come continuare a leggere La Legge per Tutti

9 Febbraio 2018
Facebook cambia algoritmo: come continuare a leggere La Legge per Tutti

Come segnare LLpT tra i preferiti e mostrare per primi i suoi post.

Mark Zuckerberg ha cambiato l’algoritmo di Facebook privilegiando l’interazione delle persone e le discussioni sui temi “caldi”: la conseguenza in Italia – come nel resto del mondo – è che tutte le pagine che riportano notizie o altri contenuti editoriali saranno meno visibili. Questo significa che, da oggi in poi, potresti non trovare più, sulla timeline di Facebook, le notizie di «La Legge per Tutti». Non significa però che abbiamo abbandonato la nostra missione di informare quotidianamente il cittadino sui suoi diritti e su come uscire fuori dai problemi burocratici o legali. Al contrario, nonostante l’inevitabile calo di traffico deciso da Facebook – che interessa noi come tutti gli altri siti che fanno giornalismo – non diminuiremo la nostra produzione di contenuti volta ad aiutare famiglie, lavoratori, disoccupati, pensionati, contribuenti, aziende e professionisti. I nostri articoli verranno comunque pubblicati e saranno visibili dalla nostra homepage o tramite la newsletter. Tuttavia hai un modo per continuare a leggere La Legge per Tutti da Facebook: si tratta di dire al social di mettere, per primi, i contenuti di LLpT e renderli sempre visibili. Qui di seguito ti spieghiamo come fare:

  • vai sulla nostra fanpage di Facebook e collegati su questo link;
  • sul menu a tendina che ti compare prima delle pubblicazioni, subito dopo il bottone «Ti piace», clicca sul bottone «Pagina seguita»;
  • seleziona l’opzione «Mostra per primi» (guarda la foto sotto).

Fatto! Da oggi in poi, non appena ti collegherai con Facebook, i primi due risultati saranno i nostri articoli. Così avrai comunque la possibilità di navigare sul social senza essere investito da eccessivi contenuti editoriali, ma nello stesso tempo non perderai le ultime novità giuridiche.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube