HOME Articoli

Miscellanea Ergastolo: la Corte dei diritti dell’uomo potrebbe metterlo al bando per sempre

Miscellanea Pubblicato il 6 dicembre 2012

Articolo di

> Miscellanea Pubblicato il 6 dicembre 2012

L’ergastolo è illegittimo? Lo dirà la Corte dei diritti dell’uomo.

I giudici della Corte Europea dei diritti dell’uomo sono riuniti, da qualche giorno, in camera di consiglio per decidere le sorti della pena dell’ergastolo: è stato infatti sollevato un problema di legittimità di tale misura con la Convenzione dei diritti dell’Uomo e delle libertà fondamentali del 1950 [1], la quale stabilisce che “Nessuno può essere sottoposto a tortura né a pene o trattamenti inumani o degradanti”.

Il caso all’analisi della Corte è “Vinter e altri contro il Regno Unito”. Tre detenuti inglesi hanno lamentato che il loro carcere a vita, senza prospettive di un rilascio anticipato, determinerebbe, appunto, un trattamento inumano e degradante. Ciò perché nella legislazione inglese e gallese non esistono i meccanismi italiani che consentono, anche all’ergastolano, di poter sperare in una rimessione in libertà anticipata. In Gran Bretagna, l’unico modo per uscire fuori dall’ergastolo [2] è sperare in un provvedimento di grazia.

In Italia, invece, la Corte costituzionale ha da sempre affermato la legittimità dell’ergastolo proprio perché la nostra normativa penale e penitenziaria consente la rimessione anticipata in libertà e ciò in linea con la Costituzione [3] che stabilisce che la pena debba sempre avere una funzione rieducativa.

La decisione dei giudici di Strasburgo, pur riguardando un caso inglese, non potrà non ripercuotersi sulla legislazione italiana. E, in particolare, si riverserà su quei regimi carcerari – come il 41-bis – che non danno possibilità di accesso alle misure alternative e quindi di rilascio anticipato.

La decisione è attesa per i prossimi giorni.

 

 

note

[1] In particolare, con l’art. 3: “Nessuno può essere sottoposto a tortura né a pene o trattamenti inumani o degradanti”.

[2] Qualora il giudice, nella sentenza, espliciti che la condanna vada scontata interamente in carcere.

[3] Art. 27 Cost.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Ma che fate?ma scherziamo?state quasi per far diventare legale l’uccidere le persone.mah.poi ci si chiede perchè nessuno vuole vivere qua!che soggetti…

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

Hai un dubbio giuridico, curiosità che ti piacerebbe conoscere? Chiedicelo

CERCA CODICI ANNOTATI