Business | Articoli

Tutte le novità del Def: dal reddito di inclusione al Bes

13 Aprile 2017 | Autore:
Tutte le novità del Def: dal reddito di inclusione al Bes

Il documento di programmazione economica è stato approvato: niente aumento delle tasse e reddito di inclusione per le famiglie disagiate.

Tra le novità del Def spunta il reddito di inclusione per i più poveri e l’introduzione di un nuovo indicatore del livello di progresso della società elaborato da Istat e Cne, il Bes (benessere equo e sostenibile). Scongiurato l’aumento delle tasse.

Reddito di inclusione

La prima novità riguarda l’introduzione del reddito di inclusione per le famiglie più povere.

Secondo l’Istat, in Italia 4 milioni e 598 mila individui vivono al di sotto della soglia di povertà, con un forte aumento nelle fasce più giovani di età. Per contrastare questo fenomeno il governo ha stanziato circa 2 miliardi di euro. Considerando l’ammontare dell’incentivo, 480 euro al mese per famiglia, saranno sufficienti a soddisfare solo un terzo del totale.
Dato che per soddisfare tutti gli italiani in condizione di povertà servirebbero secondo un calcolo di Alleanza contro la povertà circa 7,5 miliardi, inizialmente si cercherà di ponderare per bene i requisiti di accesso.
La misura nasce anche con l’obiettivo di reinserimento sociale superando quindi una logica esclusivamente assistenziale.

Taglio del cuneo fiscale

Per favorire l’occupazione si punta a una riduzione del cuneo fiscale, riducendo i contributi a carico di imprese e lavoratori. Si pensa a una decontribuzione a favore delle imprese che assumono giovani under 35.
Il nostro approfondimento sulle Nuove agevolazioni per chi assume giovani under35.

I voucher

Dopo il vuoto normativo in seguito all’abolizione dei voucher, il Governo pensa ad una nuova regolamentazione del lavoro occasionale. Tra le idee spunta una revisione del contratto a chiamata. L’ipotesi è di superare i vincoli di età oggi esistenti (meno di 25 anni e piu di 55), e di ampliare così il campo di applicazione.

Bes, indicatore del benessere

Il Bes, l’indice del Benessere equo e sostenibile, farà il suo debutto in via sperimentale anche nel documento di programmazione finanziaria. Messo a punto dall’Istat, l’indicatore è composto da 12 diverse categorie, dalla salute alle relazioni sociali, dall’ambiente alla qualità dei servizi, di cui misura la variazione annua.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube