Diritto e Fisco | Articoli

Casa prefabbricata in legno: abuso edilizio se manca il permesso

14 febbraio 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 febbraio 2018



Se il manufatto è destinato ad abitazione, per esigenze non temporanee, serve sempre il permesso di costruire altrimenti l’installazione è abusiva.

Le case mobili, come i prefabbricati in legno, anche se non fissate sul terreno, necessitano degli stessi titoli edilizi previsti per le costruzioni vere e proprie. Non è quindi possibile installare una casa mobile senza previa richiesta dell’autorizzazione comunale, sia perché necessaria ogniqualvolta vi sia un utilizzo non temporaneo di un bene che altera il territorio, sia perché devono essere in ogni caso rispettati i vincoli paesaggisitici.

Dunque, il proprietario non può giustificare l’abuso edilizio affermando che tanto la struttura si può rimuovere in qualsiasi momento. A confermarlo è una recente sentenza del Tar Lombardia [1].

Case mobili: perché serve il permesso di costruire?

Secondo i giudici, l’astratta rimovibilità delle opere non impedisce di considerarle come nuove costruzioni ai fini edilizi e quindi necessitanti di un titolo autorizzativo.

Difatti, i manufatti non precari, ma funzionali a soddisfare esigenze stabili nel tempo vanno considerati come idonei ad alterare lo stato dei luoghi, a nulla rilevando la precarietà strutturale del manufatto, la potenziale rimovibilità della struttura e l’assenza di opere murarie.

Se quindi la casa mobile non risulta in concreto destinata ad un suo uso per fini contingenti, ma viene destinata ad un utilizzo protratto nel tempo, viene meno l’ipotesi eccezionale che legittima la deroga alla richiesta di permesso.

Case mobili: cosa dice la legge

La legge [2] prevede il permesso di costruire per gli immobili di nuova costruzione, ai quali sono espressamente equiparati i manufatti leggeri, anche prefabbricati, e strutture di qualsiasi genere, quali roulottes, campers, case mobili, imbarcazioni, che siano utilizzati come abitazioni, ambienti di lavoro, oppure come depositi, magazzini e simili. Non è invece richiesto il permesso di costruire se tali manufatti sono diretti a soddisfare esigenze meramente temporanee o siano ricompresi in strutture ricettive all’aperto per la sosta e il soggiorno dei turisti, previamente autorizzate sotto il profilo urbanistico, edilizio e, ove previsto, paesaggistico, in conformità alle normative regionali di settore.

Case prefabbricate: come sapere se serve il permesso

Secondo la consolidata giurisprudenza, la precarietà dell’opera, che esonera dall’obbligo del possesso del permesso di costruire, presuppone un uso specifico e temporalmente delimitato del bene e non ammette che lo stesso possa essere finalizzato al soddisfacimento di esigenze (non eccezionali e contingenti, ma) permanenti nel tempo.

Non possono, infatti, essere considerati manufatti destinati a soddisfare esigenze meramente temporanee quelli destinati a un’utilizzazione perdurante nel tempo, in quanto l’alterazione del territorio non può essere considerata temporanea, precaria o irrilevante.

Dunque, in estrema sintesi, il permesso di costruire per manufatti leggeri, anche prefabbricati, e strutture di qualsiasi genere, quali roulottes, campers, case mobili ecc, serve quando tali beni nono sono destinati ad esigenze temporanee. L’uso abitativo è di per sé non temporaneo.

Case mobili: si possono considerare pertinenze?

Nella pronuncia in esame, i giudici hanno precisato che il prefabbricato non poteva essere considerato come pertinenza, considerato che in materia edilizia sono qualificabili come pertinenze solo le opere che siano prive di autonoma destinazione e che esauriscano la loro destinazione d’uso nel rapporto funzionale con l’edificio principale, così da non incidere sul carico urbanistico.

note

[1] Tar Lombardia, sent. n. 354 del 07.02.2018.

[2] Art. 3, lett. e5) D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI