Diritto e Fisco | Articoli

Musicista occasionale in pensione: si può?

23 febbraio 2018


Musicista occasionale in pensione: si può?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 23 febbraio 2018



Ho 60 anni e sono pensionato. Posso esibirmi saltuariamente compilando il modulo nei locali senza ulteriori permessi e presentando eventuali compensi in fase di dichiarazione dei redditi 730/Unico e inserendo il tutto nei redditi diversi? Nella mia pensione con salvaguardia viene inserita la dicitura da parte del INPS che dice quanto segue: «La informiamo inoltre che alla data di decorrenza della pensione è richiesta la cessazione di qualsiasi tipo di attività lavorativa alle dipendenze di terzi. Non è invece richiesta la cessazione dell’attività svolta in qualità di lavoratore autonomo». Preciso che le mie prestazione sono più a scopo dilettantistico e saltuario.

Quando l’attività di musicista viene sì remunerata, ma è svolta in modo sporadico ed occasionale, è sufficiente, dal punto di vista fiscale, rilasciare una ricevuta con applicazione di una marca da bollo da €. 2,00, qualora l’importo riportato superi gli € 77,46.

Successivamente, in sede di dichiarazione dei redditi, gli importi percepiti dovranno essere inclusi nella dichiarazione stessa, in corrispondenza della voce “redditi diversi”.

Il fatto che il lettore sia pensionato non pone un limite alla possibilità di svolgere attività di musicista occasionale, purché ovviamente le prestazioni siano effettivamente saltuarie.

La legge non individua precisi limiti di reddito o esibizioni, superati i quali la prestazione non possa più definirsi occasionale: starà dunque al buon senso di ognuno valutare la saltuarietà o meno delle prestazioni.

Trattandosi, come detto, di “redditi diversi” e dunque non essendo riconducibili a reddito da lavoro dipendente, i compensi percepiti per l’attività di musicista occasionale – data anche la loro esiguità – non inficiano il diritto a pensione, né comportano decurtazioni dell’importo percepito dall’Inps a titolo di pensione.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv.Valentina Azzini

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI