HOME Articoli

Lo sai che? Come reperire informazioni su una persona

Lo sai che? Pubblicato il 25 febbraio 2018

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 25 febbraio 2018

Come sapere dove abita, quanto guadagna e quali immobili o conti sono intestati a una persona: ecco come fare gli investigatori privati sul web e fuori.

Anche se siamo nell’era dove la privacy è considerata un diritto costituzionale e numerose sono le norme che la tutelano sia a livello comunitario che nazionale (tant’è che è stato creato un apposito codice della privacy [1]), il web ha di fatto scardinato questo mito: su internet tutti lasciamo involontariamente delle tracce come tante molliche. Chi si chiede come reperire informazioni su una persona inizia proprio da una ricerca su Google, digitando il nome e il cognome dell’interessato, eventualmente seguiti dalla città o dalla regione di residenza. Subito dopo passa a ispezionare i social network (Facebook e LinkedIn per primi). Ci sono poi le pagine bianche online che danno la possibilità di conoscere il numero di telefono e l’indirizzo di una persona. Se si tratta di un professionista si possono consultare gli albi de relativo ordine (che sono pubblici e offrono l’indicazione anche dell’ufficio) oppure i pubblici registri della posta elettronica certificata (Pec) che valgono anche per gli imprenditori e le società. Esistono infine servizi come Dive3000.com che indicano i numeri di cellulare o Whooming.com che rivelano chi chiama da un numero anonimo. Ma esistono anche tanti altri sistemi per reperire informazioni su una persona. In questo articolo ci occuperemo di ogni possibile sistema che la legge offre – quindi in modo del tutto legale – per rintracciare qualcuno o avere notizie sul suo conto.

Cercare informazioni all’anagrafe

Forse non ci hai pensato ma il modo più veloce e immediato per reperire informazioni su una persona è rivolgersi all’ufficio anagrafe del Comune di residenza. Lì puoi conoscere, senza che il destinatario sappia mai della tua ricerca, l’indirizzo di ogni persona che abita nel Comune (la via con il numero civico e l’interno). Tutto ciò che devi chiedere è un certificato di residenza che ha valore ufficiale. Non hai bisogno di motivare la domanda, né è necessario che a presentarla sia il tuo avvocato: è infatti diritto di tutti avere informazioni sulla residenza altrui, così come è un dovere di ciascun cittadino rendersi reperibile (pertanto è vietata la residenza di comodo, quella cioè fissata in un luogo che non sia anche abituale dimora).

Chi, ad esempio, deve spedire una raccomandata non è tenuto a sapere dove il destinatario vive di fatto se la sua residenza è fissata in un altro luogo. Questo perché la lettera si considera conosciuta (e, quindi, ha effetti legali) se inviata alla residenza ufficiale.

Per avere il certificato di residenza non è necessario che ti muovi da casa: puoi presentare la domanda all’ufficio anagrafe anche tramite una email di posta elettronica certificata (Pec). Il Comune potrebbe subordinare il rilascio del certificato al pagamento della marca da bollo; altrimenti può rispondere semplicemente all’email indicando il luogo di residenza senza che però questo abbia valore ufficiale.

Una volta avuto l’indirizzo di residenza potrai risalire al numero di telefono tramite le Pagine Bianche, anche nella versione online.

Se non sai in quale Comune attualmente abita una persona, puoi fare la ricerca a ritroso, ossia partendo dall’ultima città di cui hai conoscenza. Lì l’ufficio anagrafe ti dirà se la persona si è trasferita in un’altra città (in gergo tecnico si dice «emigrata») e ti dirà qual è. Proseguirai nella ricerca finché non avrai reperito l’indirizzo attuale.

Come trovare l’indirizzo di residenza di una persona tramite ufficiale giudiziario

Se devi notificare un atto giudiziario o, comunque, una comunicazione ufficiale a una persona e non sai dove attualmente effettivamente abita, ma conosci solo l’indirizzo di residenza ufficiale (ove però non vive), puoi rivolgerti all’ufficiale giudiziario del tribunale. A lui dovrai fornire l’indirizzo di residenza nota. Se l’ufficiale non trova nessuno, è tenuto – prima di abbandonare le ricerche – a prendere informazioni sul destinatario e sull’eventuale trasferimento da eventuali vicini di casa (quelli che sanno sempre tutto sul dirimpettaio). È un tentativo in extremis: un po’ perché l’ufficiale si limita a scrivere sulla relazione di notifica di aver «tentato di reperire informazioni sul destinatario e non di non esservi riuscito» anche se non lo ha fatto concretamente, e un po’ perché i vicini potrebbero non essere al corrente del nuovo indirizzo o potrebbero non volerlo riferire (il che è più probabile).

Si può conoscere il codice fiscale di una persona?

Se il tuo problema è conoscere il codice fiscale di una persona, purtroppo devo darti una brutta notizia: non esiste un registro dei codici fiscali, per quanto non si tratta di numeri messi lì a caso: a ciascuno di essi corrisponde uno specifico significato:

  • i primi 3 caratteri alfabetici corrispondono alle prime lettere del cognome (si parte dalle consonanti e, in mancanza, si passa alle vocali);
  • i 3 caratteri alfabetici successivi sono le prime lettere del nome (anche in questo caso si parte dalle consonanti e, in mancanza, si passa alle vocali);
  • seguono 2 numeri che indicano le ultime due cifre arabe dell’anno di nascita del soggetto;
  • 1 carattere alfabetico indica il mese di nascita: ad ogni mese dell’anno è stata attribuita una lettera diversa;
  • 2 numeri per il giorno di nascita e per il sesso;
  • infine i 4 caratteri finali, composti da 3 caratteri alfabetici e 1 alfabetico, riguardano il comune di nascita o, in alternativa, per gli stranieri, lo Stato estero di nascita.

Il codice fiscale però si può reperire da un contratto di affitto o di locazione, da un mutuo o un altro tipo di finanziamento, da una dichiarazione dei redditi, da un cedolino della busta paga, da un certificato anagrafico, da una visura nei registri immobiliari, da una causa in corso o un pignoramento, ecc. Di tali documenti parleremo più avanti.

Come sapere se una persona è sposata

Per avere notizie in merito allo stato di una persona, se cioè è sposata o meno (ossia celibe o nubile) basta recarsi al Comune, rivolgersi all’ufficio Anagrafe e chiedere uno stato di famiglia. Lì è indicata la composizione della famiglia anagrafica e dei soggetti residenti nello stesso luogo. Anche queste informazioni sono pubbliche e le può chiedere chiunque [2] senza bisogno di fornire motivazioni e senza che l’interessato lo sappia.

Come sapere il numero di targa di una persona

Continuiamo la nostra indagine da investigatori privati e vediamo come risalire all’auto di una persona e, in particolare, al suo numero di targa. Anche qui abbiamo un registro pubblico consultabile da chiunque che è il Pra, ossia il Pubblico Registro Automobilistico. Il Pra è gestito dall’Aci; quindi basta recarsi presso la sede più vicina. La domanda può essere prestata anche tramite internet da questo link. Per avere queste informazioni però, devi essere in possesso dei dati del veicolo: dovrai cioè indicare il tipo di auto e la targa di cui ti interessa conoscere il proprietario. Maggiori informazioni in Targa auto, come risalire al proprietario.

Come sapere se una persona ha case o terreni

La ricerca di informazioni non termina qui. Puoi anche sapere se una persona ha immobili intestati. Tutto ciò che devi fare è recarti all’Agenzia delle Entrate, Ufficio del Territorio, e chiedere una visura ipotecaria. Hai due strade da percorrere:

  • conosci la persona ma non sai se ha beni: in tal caso, fornendo nome e cognome o il codice fiscale potrai avere informazioni su tutti gli immobili che il soggetto ha o ha avuto intestati;
  • conosci gli estremi catastali dell’immobile ma non sai a chi appartiene: qui l’operazione è inversa e, fornendo allo sportello il numero di particella e il sub, nonché il Comune di ubicazione dell’immobile potrai sapere chi è il proprietario.

Della tua indagine l’interessato non verrà mai messo a conoscenza. Non hai bisogno di motivare la richiesta né che a presentarla sia il tuo avvocato.

Come sapere se una persona è protestata o è fallita

Se stai per concludere un affare con una persona potrebbe risultare importante sapere se questo, in passato, ha avuto fallimenti o non ha onorato i propri debiti e pertanto è stato protestato. Al riguardo puoi fare due cose:

  • per sapere se una persona è fallita puoi rivolgerti al tribunale e consultare il registro dei fallimenti in corso: lì, facendo una ricerca con il nome dell’azienda, troverai tutte le procedure aperte;
  • per sapere se una persona è stata protestata, puoi rivolgersi alla Camera di Commercio e chiedere un estratto protesti.

Come sapere se una persona ha soci o è amministratore di una società

Se la persona di cui stai cercando informazioni è un imprenditore, tutti i dati della sua azienda (sia quelli attuali che storici) sono contenuti alla Camera di Commercio. Chiedendo una visura societaria – anche online – puoi sapere chi sono i suoi soci, se è o è stato amministratore della società e puoi persino conoscere i bilanci della sua attività per sapere quanto (più o meno) guadagna.

Come sapere quanto guadagna una persona o se ha conti correnti

Molto più difficile è sapere quanto guadagna una persona o se ha conti correnti intestati. Non che sia impossibile ma la trafila è più lunga. A parte la possibilità che tutti hanno di leggere i bilanci delle aziende e degli imprenditori (bilanci che, come abbiamo detto al punto precedente, sono pubblici e possono essere consultati presso la Camera di Commercio), hai una sola possibilità per conoscere il reddito di una persona: quella di munirti di un titolo esecutivo nei suoi confronti (una sentenza di condanna o un decreto ingiuntivo) e chiedere al Presidente del Tribunale di autorizzarti ad accedere all’Anagrafe tributaria e a quella dei Conti correnti. Sono due banche dati il cui accesso è garantito a chiunque vanta un credito nei confronti di un’altra persona e sta cercando i beni di quest’ultima da pignorare. In questo modo, ci si può affacciare ai maxi database dell’Agenzia delle Entrate con cui questa stana gli evasori. Come detto, però, l’accesso ti è consentito solo se hai già dato un incarico a un avvocato di recuperare un credito tuo non corrisposto.

Come sapere se una persona è un criminale

Per sapere se una persona ha commesso reati puoi chiederle di esibirti un certificato carichi pendenti (che ti dice se sono in corso procedimenti penali) o il certificato del casellario giudiziale (che invece ti dice se la persona ha subito condanne penali). Questi documenti possono essere richiesti solo dall’interessato e non da altre persone. Quindi, se anche ti rivolgi in tribunale, a meno che non hai la delega del soggetto in questione, non ti verranno rilasciati.

Come conoscere la Pec di una persona

Se vuoi conoscere l’email di posta elettronica certificata di un professionista o di un imprenditore puoi consultare il registro Ini-Pec o il Registro ReGinde. Sul punto ti rinvio alle istruzioni che trovi nell’articolo Come cercare indirizzi Pec di imprese e professionisti.

Come cercare informazioni di una persona su Internet

A parte l’accesso anche online a tutti i registri pubblici di cui abbiamo appena parlato, Internet è pieno di informazioni sulle persone. Come anticipato in apertura, c’è innanzitutto Google, il motore di ricerca per eccellenza, che indicizza qualsiasi contenuto non protetto da password o credenziali di accesso. C’è poi Facebook e tutti gli altri social (a meno che il profilo sia privato). Infine ci sono le Pagine Bianche online. Se conosci l’email della persona della quale vuoi sapere di più puoi utilizzare Rapportive (http://rapportive.com), un’estensione di Google Chrome e Mozilla Firefox che si integra in Gmail e permette di scoprire tutti i profili di Facebook, Twitter e LinkedIn associati ad un determinato indirizzo di posta elettronica.

Esistono poi numerosi altri siti che ti daranno informazioni su una persona e di cui potrai conoscere il funzionamento leggendo Come cercare una persona su internet.

Buona caccia!

note

[1] Decreto Legislativo n. 196/2003, cosiddetto «Codice in materia di protezione dei dati personali».

[2] Art. 33 co. 1 dpr n. 223/1989 e art. 19 co. 3 d.lgsn. 196/2003.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI