Diritto e Fisco | Articoli

Disoccupazione subito, nuova domanda Naspi precompilata

24 febbraio 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 febbraio 2018



Arriva la domanda di disoccupazione precompilata: Naspi immediata per chi ha perso il lavoro.

Hai perso da poco il lavoro? Sarà l’Inps a informarti, in tempo reale, che possiedi i requisiti per inviare la domanda Naspi per ricevere la nuova indennità di disoccupazione. All’interno dell’area personale My Inps, difatti, sarà messo a disposizione dei lavoratori che hanno perso involontariamente l’impiego un apposito link per l’accesso alla domanda Naspi precompilata. Il servizio, inizialmente attivato in via sperimentale, sarà ampliato alla generalità dei lavoratori dipendenti.

Non solo si riceverà la disoccupazione subito, grazie alla nuova domanda Naspi precompilata, ma non ci sarà nemmeno più il rischio di perdere l’indennità: la domanda di disoccupazione, difatti, deve essere presentata entro 68 giorni dalla cessazione del contratto di lavoro.

Le novità 2018 in materia di disoccupazione Naspi, peraltro, non finiscono qui, perché l’importo massimo dell’indennità è aumentato a 1.314,30, mentre è salita a 1.208,15 euro la soglia utile al calcolo, come reso noto dall’Inps, con una recente circolare [1].

Ma quali sono i requisiti per ottenere la disoccupazione, e come funziona la nuova domanda Naspi precompilata? Facciamo il punto della situazione.

Requisiti disoccupazione Naspi

Per aver diritto alla Naspi è necessario soddisfare precisi requisiti, oltre ai requisiti necessari per ottenere lo stato di disoccupazione (per sapere chi ha diritto allo stato di disoccupazione: Come si ottiene lo stato di disoccupazione).

In particolare ai fini del diritto alla Naspi sono necessari:

  • il possesso di almeno 13 settimane di contributi da lavoro dipendente negli ultimi 4 anni;
  • il possesso di almeno 30 giornate di effettivo lavoro nell’anno.

Entro quando inviare la domanda di disoccupazione Naspi

Per capire quali sono i termini entro cui inviare la domanda Naspi, bisogna tener presente che l’indennità di disoccupazione decorre a partire dall’ottavo giorno dalla cessazione del rapporto di lavoro; se la domanda di disoccupazione, però, è inviata successivamente, la decorrenza parte dalla data d’invio dell’istanza. Dalla data di termine del rapporto, ci sono in tutto 68 giorni per inviare la domanda. Questo termine può essere sospeso se il lavoratore, a tempo indeterminato, si ammala entro 60 giorni dal termine del rapporto di lavoro.

Grazie alla nuova domanda Naspi precompilata, ad ogni modo, sarà l’Inps ad avvisare il lavoratore, nell’area riservata all’interno del portale web dell’istituto, della possibilità di inviare la domanda di disoccupazione e della scadenza.

Come inviare domanda di disoccupazione Naspi online

Una prima modalità d’invio della domanda Naspi è online, servendosi dei servizi Inps per il cittadino all’interno del portale web dell’istituto.

Per inoltrare la domanda tramite il sito dell’Inps, bisogna:

  • in primo luogo, possedere il codice pin personale per accedere al sito dell’Inps; il pin si può domandare direttamente nello stesso portale dell’Inps, alla sezione “Pin online, richiedi pin”: la metà del codice arriva subito, l’altra metà via posta; il pin deve essere poi convertito, online, in pin dispositivo, per inviare la domanda Naspi; in alternativa, il pin si può richiedere presso gli sportelli della propria sede Inps: in questo caso, è rilasciato direttamente il pin dispositivo;
  • al posto del pin si può utilizzare, per l’accesso ai servizi online dell’Inps, l’identità digitale Spid di secondo livello, che può essere richiesta a uno dei provider autorizzati, come Poste Italiane;
  • bisogna poi entrare, con pin o Spid e codice fiscale, nella sezione del sito dell’Inps “Servizi per il cittadino”, all’interno della sezione Servizi Online;
  • a questo punto, si deve scegliere la sezione “Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito”;
  • si deve poi compilare il form di domanda Naspi, raggiungibile tramite il percorso “Naspi-Indennità di Naspi”;
  • terminata la compilazione del form, si può scegliere se inviare subito la domanda, o salvarla e tornare a modificarla in un secondo momento; se si sceglie di inviarla subito, non sarà più possibile cambiarla.

Come inviare la domanda di disoccupazione Naspi tramite patronato

Se non si possiede il codice pin per i servizi dell’Inps, o loSpid, è possibile inviare la domanda Naspi tramite un qualsiasi Patronato. A tal fine, si deve compilare il modello di domanda Naspi, codice SR 156, reperibile anche all’interno del sito dell’Inps, nella sezione Modulistica, ed il mandato al patronato prescelto.

Come compilare la domanda di disoccupazione Naspi

Nella domanda Naspi, sia in caso di compilazione online, che in caso di compilazione cartacea, è necessario inserire i seguenti dati: nome, cognome, codice fiscale, data di nascita, indirizzo, telefono e indirizzo mail.

Si deve poi dichiarare nel modello:

  • l’eventuale svolgimento di periodi di lavoro all’estero;
  • l’eventuale percezione d’indennità di mancato preavviso;
  • l’eventuale sussistenza di altra attività lavorativa subordinata o autonoma (la Naspi spetta sino alla soglia annua di 8.000 euro, in caso di altro lavoro dipendente o parasubordinato, o sino a 4.800 euro, se si svolge una nuova attività di lavoro autonomo);
  • se il licenziamento è avvenuto per malattia;
  • l’eventuale percezione d’indennità per invalidità;
  • lo svolgimento di almeno 30 giornate di lavoro dipendente nei 12 mesi precedenti;
  • l’eventuale possesso di pensioni;
  • la spettanza di eventuali detrazioni per lavoro dipendente o per familiari a carico;
  • il diritto alla percezione di assegni familiari.

Bisogna in seguito, scegliere la modalità di pagamento, se tramite bonifico domiciliato o accredito diretto nel proprio conto corrente (si deve, in questo caso, inserire il proprio Iban).

È necessario, infine, rendere la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (Did) direttamente tramite lo stesso modulo, se non è stata già resa la dichiarazione presso il Centro per l’Impiego (in questo caso, è necessario indicarne gli estremi).

Il modulo si conclude con l’impegno a comunicare, entro 5 giorni, ogni variazione dello stato di disoccupazione e, entro 30 giorni, l’espatrio, l’apertura di un contenzioso inerente il licenziamento, o l’avvio di un’attività lavorativa; in ultimo, è possibile compilare la sezione contenente il mandato di rappresentanza al patronato e la delega alla trattenuta di quote sindacali, e si deve firmare la dichiarazione di responsabilità.

Grazie alla nuova domanda Naspi precompilata, il form online sarà semplificato e per il lavoratore sarà molto più semplice inviare la domanda di disoccupazione.

Ulteriori comunicazioni Naspi

Ogni comunicazione inerente la Naspi deve essere inviata utilizzando il Form online Naspi-Com, all’interno della sezione Naspi del sito dell’Inps, o compilando l’omonimo modello cartaceo e inoltrandolo tramite Patronato.

note

[1] Inps Circ. n. 19/2018.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI