Business | Articoli

Come scaricare i costi del carburante. La guida

19 Aprile 2017 | Autore:
Come scaricare i costi del carburante. La guida

Imprese e professionisti possono scaricare dal reddito i costi della benzina. Come fare e quali documenti compilare?

Chi ha la partita Iva può scaricare dal reddito su cui pagare le tasse i costi dei carburanti. Vediamo qual è attualmente la percentuale di deducibilità ad fini delle imposte e la percentuale di detraibilità ai fini Iva. Vediamo inoltre quali documenti bisogna portare al commercialista.

La scheda carburante

Con la compilazione della scheda carburante è possibile scaricare i costi dei carburanti. Si tratta di modelli prestampati che è possibile acquistare in edicola. Ad ogni rifornimento occorre compilarli con una serie di dati e farli timbrare dal benzinaio. Se tuttavia non avete voglia di acquistare i prestampati, potete scaricare e stampare un modello dal nostro approfondimento Scheda carburante: ecco il modello

Come compilare la scheda carburante

La scheda carburante deve essere correttamente compilata se si vogliono evitare contestazioni in sede di controlli fiscali. Bisogna indicare la data del rifornimento, l’importo, i litri, i chilometri totali percorsi nel mese o trimestre di riferimento della scheda, la targa del veicolo, timbro e firma del gestore dell’impianto.

L’alternativa alla scheda carburante: si può evitare di compilarla?

A partire dal 2011 [1] è possibile evitare di compilare la scheda carburante. Per continuare a scaricare i costi bisogna utilizzare come mezzo di pagamento carte di credito o prepagate.
La scheda carburante continua ad esistere per tutti coloro che non usano mezzi di pagamento elettronici.

Detraibilità Iva carburante

L’Iva sugli acquisti di carburante è integralmente detraibile se è relativo ad automezzi aziendali utilizzati esclusivamente come strumentali per l’azienda, adibiti ad uso pubblico (taxi, auto scuole guida), o utilizzati da agenti e rappresentanti di commercio.
Detraibile al 40% per tutti i restanti casi.

Per sapere la differenza tra detrazione e deduzione, consigliamo il nostro articolo Differenza tra deduzione e detrazione.

Deducibilità costi carburante

Se i costi sono sostenuti da imprese o professionisti sono deducibili integralmente se relativi a veicoli strumentali all’attività propria d’impresa (e/o a i veicoli adibiti ad uso pubblico); deducibili nel limite del 20%, se relativi a veicoli aziendali non utilizzati in via esclusiva per l’attività propria dell’impresa. Agenti e rappresentanti di commercio deducono i costi nella misura dell’80%.


note

[1] DL 70/2011 convertito con modificazioni dalla L. 12/07/2011 n. 106

Autore immagine: Pixabay.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube