Diritto e Fisco | Editoriale

Ascensore: se il vicino lo blocca sempre che fare?

4 marzo 2018


Ascensore: se il vicino lo blocca sempre che fare?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 4 marzo 2018



L’uso più intenso dell’ascensore, fatto in buona fede, non è illecito e non implica una maggiore contribuzione alle spese relative alla riparazione.

Un tuo vicino di casa blocca sempre l’ascensore al suo piano, in modo da non aspettare quando deve uscire. Lo fa in modo strategico e oramai collaudato. Molte volte ti ha costretto a fare i piani a piedi. Tutti nel palazzo ne siete consapevoli e volete agire nei suoi riguardi per fargli capire che deve smetterla. Avete anche contattato l’amministratore ma questi, per quieto vivere, se n’è lavato le mani. Persino un cartello che era stato attaccato all’interno dell’ascensore, in cui si invitava a farne un uso strettamente limitato al tempo necessario, è stato strappato da anonimi. Che ti resta da fare? Come puoi tutelare il tuo diritto all’ascensore se il vicino lo blocca sempre? La risposta al tuo problema è contenuta in un semplice articolo del codice civile che regola le modalità d’uso dei beni comuni dell’edificio, tra cui i giardini, le scale, il terrazzo, l’androne e, appunto, l’ascensore.

Ciascun condomino può servirsi degli spazi e dei beni comuni dell’edificio a condizione che:

  • non li utilizzi in modo difforme alla loro natura e allo scopo per cui esistono
  • e non vieni agli altri condomini di farne un pari uso secondo il loro diritto.

Questo concetto viene espresso dal codice nel seguente modo:

«Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa».

Ciò significa che l’utilizzo dell’ascensore è ben possibile, anche in modo più frequente rispetto agli altri condomini, se ciò non priva questi ultimi di usarlo nel momento in cui ne hanno necessità. Quindi, chiaramente, la condotta del vicino che blocca l’ascensore per poterlo usare più velocemente e comodamente è certo illecita.

Si può multare il vicino che blocca l’ascensore in continuazione?

L’uso intensivo dell’ascensore, dovuto alla particolare destinazione di alcune unità immobiliari (per esempio, un ufficio, uno studio professionale), è del tutto lecito. Non ci si può quindi opporre al fatto che un condomino sia solito usare l’ascensore più degli altri o che in un determinato appartamento ci siano degli uffici che comportano un traffico di clientela particolarmente intenso. Ciò è anche ininfluente ai fini della contribuzione alle spese di manutenzione e sostituzione, come ininfluente è il fatto di tenere l’unità immobiliare disabitata. Nulla vieta che i condomini possano, ma soltanto all’unanimità, accordarsi per un diverso criterio di ripartizione della spesa.

Il comportamento di chi, invece, dolosamente blocca l’ascensore per sottrarlo agli altri condomini quando questi ne hanno bisogno costituisce illecito civile. Bisognerà allora intimare al responsabile di cessare il proprio comportamento. In caso contrario, l’assemblea può approvare delle sanzioni pecuniarie per chi viola il regolamento di condominio o la legge. L’amministratore, appositamente autorizzato, potrà comminare multe fino a 200 euro e, in caso di mancato pagamento, procedere al pignoramento. Leggi sul punto Si può punire chi viola il regolamento di condominio?

Se l’assemblea non dovesse trovare intesa su tale punto, sarà possibile procedere singolarmente, o tramite l’amministratore, a un ricorso in tribunale, anche in via d’urgenza. Il giudice intimerà al condomino di fare l’uso appropriato dell’ascensore secondo la sua destinazione ed entro le effettive necessità, consentendo il pari uso a tutti gli altri proprietari.

Le vie giudiziarie potrebbero consentire di ottenere anche una condanna al pagamento di una somma di denaro per ogni giorno – successivo alla sentenza – in cui l’ordine del giudice sarà violato. Si tratta di una sorta di sanzione anticipata per il caso in cui il soggetto soccombente non si voglia adeguare al comando giudiziale.

Più difficile resta chiedere il risarcimento per il quale bisognerà dimostrare un effettivo danno; non è sufficiente il semplice fastidio. Sarà tale, ad esempio, il caso dell’invalido che non è riuscito a prendere l’ascensore per tornare a casa avendo delle necessità impellenti. Molto più complicato, per chi può fare agevolmente i piani a piedi, dimostrare di aver subito una lesione da tale comportamento.

La vecchia gettoniera è ancora un valido sistema per regolare l’uso dell’ascensore

In ogni caso l’amministratore può munire l’ascensore di chiave con l’autorizzazione dell’assemblea. Le spese per l’introduzione della chiave vanno ripartite secondo lo stesso criterio previsto per l’installazione dell’ascensore, vale a dire in base ai millesimi di proprietà, prescindendo quindi dall’altezza dei piani dal suolo. L’assemblea può anche, con il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti, in rappresentanza di almeno 500/1.000, deliberare l’introduzione della gettoniera.

Finiamo parlando di un problema ricorrente sull’uso dell’ascensore: quello per il trasporto di oggetti pensati. Spesso sono i regolamenti di condominio a prevedere il divieto. Dovendo effettuare dei lavori nel proprio appartamento, l’ascensore può essere usato per il trasporto dei relativi materiali, a meno che il regolamento non preveda diversamente, oppure non sia accertato che questo tipo di utilizzo, per la natura dei materiali trasportati e per la frequenza che ne viene fatta, non sia tale da compromettere la conservazione dell’impianto o da ostacolarne l’uso da parte degli altri condomini [2].

note

[1] Art. 1102 cod. civ.

[2] Cass. sent. n. 2117/82.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI