HOME Articoli

Lo sai che? Come reperire una sentenza

Lo sai che? Pubblicato il 14 marzo 2018

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 14 marzo 2018

Per avere informazioni sui casi concreti decisi dalle corti di giustizia del nostro paese internet può essere risolutivo.

Il mondo del diritto è cambiato drasticamente grazie all’aiuto di internet. Non soltanto le parti coinvolte direttamente nei procedimenti giudiziari infatti devono ormai fare ricorso a specifici strumenti informatici (dai depositi telematici degli atti alle iscrizioni a ruolo dei decreti ingiuntivi, nonché tutte le ulteriori opzioni realizzabili attraverso il fascicolo telematico della causa), ma anche i cittadini possono con più facilità ricorrere a internet per ottenere informazioni ed avere a disposizione materiali giuridici, per le più differenti finalità. Accessibili facilmente a chiunque, infatti, sono reperibili online non solo i testi normativi e le disposizioni di legge, ma anche le decisioni delle corti di giustizia del nostro paese, anche se con qualche limitazione. Per quanto riguarda in particolare la consultazione dei testi delle sentenze, leggere il contenuto di una pronuncia può essere utile sotto molti profili, sia per approfondire una questione di interesse personale, per cultura generale o motivi di studio (pensiamo agli studenti del corso di laurea in giurisprudenza, ad esempio) che per risolvere un dubbio (sempre tenendo presente che si tratta di una verifica fatta a livello amatoriale, in quanto per avere una consulenza legale rivolgersi ad un professionista del settore è l’unica strategia che garantisca un’assistenza efficace). A prescindere dalla finalità, ad ogni modo, è comunque possibile – con alcune limitazioni – per chiunque abbia a disposizione un computer e un collegamento internet leggere una sentenza online: vediamo quindi come fare per trovare una sentenza e come reperire una sentenza online.

Reperire sentenze: i gradi di giudizio

Occorre anzitutto fare una precisazione per quanto riguarda i tipi di sentenze che l’utente desidera consultare, in quanto la loro reperibilità e facilità di consultazione online cambia a seconda del grado di giudizio nel corso del quale la sentenza che si sta cercando è stata pronunciata. Se infatti si sta cercando di avere a disposizione il testo di una pronuncia di un tribunale o di una corte di merito, a prescindere dal fatto che si tratti di una sentenza in materia civile o penale, l’accesso al testo della pronuncia non è facilissimo. Questo perchè la mole di sentenze di merito del primo e del secondo grado di giudizio, civili e penali, è elevatissima, a fronte del fatto che copre tutte le corti del territorio nazionale: si tratta in definitiva di centinaia di migliaia di sentenze all’anno. È pertanto altamente probabile che non siano reperibili gratuitamente e liberamente online, ma soltanto qualora si sia abbonati ad una banca dati giuridica (come vedremo). In ogni caso, può anche accadere che alcune sentenze siano particolamente rilevanti o facciano notizia e scalpore in relazione al caso che è stato deciso, per cui una verifica online su un qualsiasi motore di ricerca potrebbe fornire lo stesso i risultati desiderati, inserendo semplicemente gli estremi della sentenza stessa (ovvero i dati della pronuncia: tribunale, numero e data della sentenza).

Reperire sentenze: la Corte di cassazione

Differente invece il discorso per quanto riguarda le sentenze di legittimità, ovvero quelle emanate dalla corte di cassazione. Anche in questo caso, le sentenze sono numerosissime, tuttavia la Corte di cassazione ha predisposto uno specifico strumento di consultazione pubblica, che consente a chiunque di connettersi ad internet e avere accesso alle pronunce di legittimità comodamente da remoto. Per reperire una sentenza della Corte di cassazione, infatti, è sufficiente collegarsi a questo link, inserendo i dati della pronuncia.

Come reperire una sentenza amministrativa

Non bisogna pensare che la disponibilità online delle sentenze sia limitata a quelle riguardanti la giurisdizione civile e penale, di merito o di legittimità. Quanto detto per quanto riguarda le pronunce della Corte di cassazione e dei tribunali e corti italiane, infatti, vale anche per le sentenze amministrative, emanate dai tribunali amministrativi regionali e dal Consiglio di Stato. Sul portale web della giustizia amministrativa è possibile effettuare ricerche libere, o avanzate, per provvedimenti (sentenze, ordinanze, pareri, decreti) o parole chiave.

Reperire sentenze: banche dati giuridiche

Quelle che abbiamo analizzato sono le modalità con le quali si può provare a cercare una sentenza online per poterla scaricare e leggere da remoto gratuitamente, con le precisazioni che abbiamo visto. Tuttavia, come detto, non tutte le sentenze sono reperibili, come quelle di merito; o ancora, in molti casi anche per quanto riguarda le sentenze della Corte di cassazione può capitare – provare per credere – che una pronuncia che era disponibile fino a qualche giorno prima non risulti più scaricabile, e neanche consultabile. Sono quei casi in cui, effettuata la ricerca sul portale della cassazione, compare effettivamente il link alla sentenza cercata ma questo link non è cliccabile, in quanto sotto appare la dicitura “in attesa di oscuramento”. In queste ipotesi pertanto non sarà possibile trovare la pronuncia e ottenerla gratis. Per risolvere queste situazioni, per coloro che necessitassero aggiornarsi sull’ultima giurisprudenza con una certa frequenza – e sostanzialmente in tal caso si parla più che altro di professionisti del settore – sono a disposizione apposite banche dati giuridiche. L’accesso agli archivi delle banche dati giuridiche tuttavia è a pagamento, in quanto occorre abbonarsi per poterle consultare liberamente e avere a disposizione (online o in cartaceo) la massima e il testo integrale della sentenza cercata.

Reperire una sentenza: i commenti nei siti di settore

Quanto detto finora fa riferimento alla lettura del testo integrale di una sentenza, e quindi contenente la ricostruzione del fatto, dei gradi di giudizio – eventuali, se non si tratta di una pronuncia di primo grado – e dei principi di diritto che hanno portato alla decisione della corte. È tuttavia opportuno precisare che non necessariamente può essere indispensabile avere a disposizione ed utilizzare tutta questa mole di informazioni, soprattutto se non si è esperti del settore e in fin dei conti non interessa neanche più di tanto conoscere tutti questi dettagli. In simili casi, anche se non si reperisce online la sentenza e non si è abbonati a una banca dati, è comunque consigliabile fare una ricerca su internet per verificare se la sentenza è stata commentata o analizzata da qualche sito specializzato (tra cui anche La Legge per Tutti, chiaramente!). In questi casi, più che inserire gli estremi della sentenza, potrebbe essere maggiormente d’aiuto cercare alcune parole chiave riguardanti il caso concreto e il contenuto in sintesi della sentenza.

note

Autore immagine: Pixabay.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI