HOME Articoli

Lo sai che? Viaggiatori: risarciti a prescindere dal numero di valigie che lei porta dietro

Lo sai che? Pubblicato il 21 dicembre 2012

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 21 dicembre 2012

Non importa quanti vestiti la vostra “lei” abbia portato in vacanza: in caso di smarrimento dei bagagli, il diritto al risarcimento spetta anche se i propri effetti personali siano stati sistemati nel bagaglio di un proprio familiare (e, quindi, a prescindere dal numero di valigie consegnate al check-in).

Ancora una interessante sentenza della Corte di Giustizia Europea [1] viene a soccorrere i diritti dei viaggiatori all’interno dell’Ue.

La Convenzione di Montreal [2]  impone al vettore [3] di rilasciare al passeggero, al momento del check-in, uno scontrino identificativo per ogni bagaglio consegnato.

Il vettore è così responsabile del danno per distruzione, perdita o deterioramento dei bagagli a lui affidati [4] se l’evento si è prodotto in aereo o durante il periodo in cui egli aveva la custodia di tali beni.

Il risarcimento del danno conseguente a perdita, distruzione o deterioramento del bagaglio, può arrivare sino a circa € 1.100,00 per passeggero [5].

Ci si è chiesto se, in caso di perdita del bagaglio, il diritto al risarcimento del danno spetti solo al passeggero intestatario dello scontrino identificativo del bagaglio medesimo, oppure anche a quei passeggeri i cui effetti personali siano stati posti in un bagaglio di un’altra persona (e, quindi, che non abbiano lo scontrino identificativo del bagaglio perso).

La Corte di Giustizia ha risolto il problema, osservando che il termine “bagagli”, per come inteso dalla Convenzione di Montreal, si riferisce “sia i bagagli consegnati che quelli non consegnati“.

Pertanto il vettore aereo è responsabile dei danni legati alla perdita tanto dei bagagli consegnati quanto di quelli non consegnati. La conseguenza è che spetta il diritto al risarcimento in caso di perdita del bagaglio anche a chi abbia perso un bagaglio o un effetto personale consegnato a nome di un altro passeggero.

Il fatto che il vettore sia obbligato a rilasciare uno scontrino identificativo per ogni bagaglio consegnato non implica che il diritto al risarcimento sia limitato ai soli passeggeri che siano titolari dello scontrino medesimo.

note

[1] Corte di Giustizia 22 novembre 2012, n. C-410/11.

[2] Convenzione di Montreal sul trasporto aereo internazionale, firmata a Montreal il 28 maggio 1999 e recepita dall’Europa con Dec. n. 2001/539/CE. È stata poi ulteriormente attuata con delle disposizioni complementari contenute nel Reg. (CE) n. 2027/97 sulla responsabilità del vettore aereo con riferimento al trasporto aereo dei passeggeri e dei loro bagagli.

[3] Art. 3 Convenzione di Montreal.

[4] Art. 17 Convenzione di Montreal.

[5] Art. 22 Convenzione di Montreal.

In caso di perdita dei bagagli, il diritto al risarcimento spetta non solo al passeggero che ha consegnato il proprio bagaglio (e che quindi sia in possesso dello scontrino identificativo), ma anche a quello i cui oggetti si trovavano nel bagaglio consegnato dal primo, purché imbarcato sullo stesso volo.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI