Business | Articoli

Modello Redditi: cosa cambia rispetto a Unico

21 Aprile 2017 | Autore:
Modello Redditi: cosa cambia rispetto a Unico

Sparisce il modello Unico. Ecco il nuovo modello Redditi 2017. Vediamo quali sono le principali novità.

Il modello Unico va in pensione. Da quest’anno prende il suo posto il nuovo modello di dichiarazione, chiamato Modello Redditi 2017. Vediamo quali sono le principali novità.

Modello redditi 2017 al posto di Unico

Da quest’anno la dichiarazione IVA si presenta obbligatoriamente in forma autonoma. Per questo motivo l’Agenzia delle Entrate ha provveduto a rinominare il vecchio modello di dichiarazione dei redditi. Ora il vecchio modello Unico è stato sostituito dal modello Redditi PF, Redditi SC, Redditi Sp e Redditi ENC.
Il cambio di nome non è però l’unica novità che interessa il nuovo modello Redditi.

Modello Redditi 2017: novità

Le novità che interessano il nuovo modello di dichiarazione sono:

  • Premi di risultato: la nuova tassazione agevolata per i dipendenti del settore privato che percepiscono premi di risultato d’importo non superiore a 2.000 euro o 2.500 euro se l’azienda coinvolge pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro. In particolare, se i premi sono percepiti in denaro, si applica un’imposta sostitutiva al 10%, mentre se sono benefit o rimborsi di spese di rilevanza sociale sostenute dal lavoratore, non si applica alcuna imposta.
  • Costi black list: sono stati eliminati i righi dedicati ai costi black list, derivanti cioè da transazioni intercorse con operatori che si trovano in Stati o territori raggruppati in “liste nere”, perché non permettono un adeguato scambio di informazioni.
  • School bonus: si tratta del credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro verso gli istituti del sistema nazionale di istruzione, per la realizzazione di nuove strutture scolastiche o la manutenzione di quelle esistenti.
  • Ecobonus domotica cioè la detrazione del 65% delle spese sostenute per l’acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto, ossia, a distanza, degli impianti di riscaldamento, climatizzazione o della produzione di acqua calda nelle case.
  • Dichiarazione redditi integrativa a favore: è stata eliminata dal frontespizio la casella relativa alla dichiarazione integrativa.

note

Autore immagine: Pixabay.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube