HOME Articoli

Lo sai che? P sull’auto durante la guida: cosa prevede la legge

Lo sai che? Pubblicato il 18 marzo 2018

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 18 marzo 2018

La circolazione su strada col foglio rosa prevede alcuni adempimenti, tra i quali l’utilizzo del contrassegno con la lettera P.

Essere in grado di guidare un veicolo, che sia un’autovetttura o una moto, al giorno d’oggi è in molti casi fondamentale, specialmente se per lavoro si devono percorrere lunghe distanze quotidianamente. Avere la patente diventa pertanto indispensabile, e superare l’esame di guida

richiede dal canto suo non soltanto il superamento degli esami previsti per legge (teoria e pratica di guida su strada), ma anche una serie di attività concrete e adempimenti da porre in essere per ottenere la patente. Superato l’esame di teoria a quiz, i candidati ottengono il foglio rosa, che consente la circolazione su strada per un determinato periodo di tempo. Questo passaggio è fondamentale per permettere a chi vuole prendere la patente di esercitarsi direttamente su strada, in quanto consente di circolare ed imparare sul campo le regole della circolazione stradale, e di farlo in tutta sicurezza, non solo per se stesso ma anche per gli altri utenti della strada. Circolare col foglio rosa comporta anche l’acquisto e la predisposizione del contrassegno con la lettera alfabetica P. Vediamo cosa prevede la legge per la P sull’auto durante la guida.

Patente: il foglio rosa

Il foglio rosa è l’autorizzazione all’esercizio della guida di un mezzo – purchè il conducente che sta imparando a guidare sia accompagnato – che viene rilasciata a coloro che abbiano superato i quiz teorici dell’esame della patente. Il codice della strada prevede regole specifiche per quanto riguarda il rilascio del foglio rosa, specialmente in relazione al fatto che per poter circolare su strada occorre necessariamente un accompagnatore, che sia il proprio istruttore di guida o chi si sia scelto come tutor. Questo perchè naturalmente non è consentito guidare senza avere un supervisore pronto ad intervenire in caso di necessità, dato che i possessori del foglio rosa, non avendo la patente, stanno ancora imparando le regole. Il foglio rosa ha durata semestrale dal momento del rilascio, e l’esame di prova su strada si può sostenere due volte nell’arco di questo periodo di tempo, a partire da 30 giorni dopo il superamento delll’esame di teoria a quiz.

P sull’auto durante la guida: cosa prevede la legge

Come abbiamo anticipato, la regolamentazione che riguarda la circolazione su strada di chi sta prendendo la patente è contenuta nel codice della strada. Questa normativa sancisce, inoltre, oltre alle caratteristiche e ai requisiti che devono essere posseduti da coloro che sostengono l’esame della patente, anche una serie di accorgimenti pratici, fra i quali rientra anche l’acquisto di un doppio adesivo contenente la lettera P. Si tratta di un contrassegno, obbligatorio per legge, che ha la specifica funzione di segnalare agli altri guidatori e ai veicoli che il conducente dell’autovettura con tale contrassegno è un principiante, e che sta imparando a guidare su strada. Oltre all’evidente funzione di tutela del conducente – alunno, è peraltro di grande aiuto per gli altri utenti della strada, in quanto permette di sapere che quel veicolo è guidato da un principiante e, di conseguenza – lo sappiamo tutti – ci si relaziona con quella vettura con maggior pazienza e, spesso, cercando di agevolare il o la giovane conducente in prova.

Occorre tenere presente che la lettera P va attaccata sulla vettura propria, personale o concessa in uso all’esaminando, cioè qualla con cui ci si esercita liberamente con un accompagnatore per impratichirsi: si tratta quindi di una vettura privata, in genere quella di un genitore o di un parente o o amico, che la presta per permettere di esercitarsi. Le esercitazioni di guida che vengono invece fatte con l’istruttore della propria scuola guida avvengono su autovetture della stessa scuola guida, nelle quali il contrassegno reca appunto la scritta scuola guida, per segnalare in ogni caso che il conducente sta ancora imparando a guidare. La legge prevede che il contrassegno con la lettera P debba essere mantenuto sulla vettura per tutto il periodo di durata del foglio rosa. Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche del contrassegno, questo deve contenere la lettera P dell’alfabeto, maiuscola e di colore nero, su sfondo bianco retroriflettente. I contrassegni devono essere due, applicati nella parte anteriore e posteriore dell’autoveicolo, in posizione verticale o subverticale, purchè siano ben visibili e non ostacolino la visibilità dal posto di guida e da quello occupato dall’istruttore – accompagnatore.

note

Autore immagine: Pixabay.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI