Diritto e Fisco | Articoli

Si può bloccare il pignoramento della pensione?

19 marzo 2018


Si può bloccare il pignoramento della pensione?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 marzo 2018



Dopo un lungo contenzioso con l’INPS che non trovava ben 11 anni di contributi,oggi risolto, dal mese di agosto 2017 ricevo la pensione di anzianità VO e, dato che ho 74 anni, il Patronato a cui mi ero rivolto oltre alla pensione richiedeva anche gli arretrati. Al posto degli arretrati in data 4/12 u.s. ho ricevuto un atto di pignoramento, che vi allego, per circa 70mila euro, dove viene riportato un avviso di mora di ben 33 atti diversi di cui non ho riscontri e tutti raggruppati in unico avviso di mora/intimazione notificato nell’ottobre 2017 che però non ho ancora ricevuto. Per il sopracitato atto mi richiedono il pagamento tramite bonifico entro 60 giorni, che ovviamente non posso fare o programmare non sapendo neppure a quanto ammonterebbe l’importo degli arretrati erogati dall’INPS. Come devo procedere per bloccare il pignoramento in corso e non vedermi eventualmente pignorato oltre agli arretrati anche la pensione VO e quella che già ricevo,di reversibilità SO?

 

Se il lettore non ha ricevuto alcun atto di notifica della cartella di pagamento che oggi si porta ad esecuzione o, come lo stesso conferma, non ha mai rinvenuto presso la sua residenza/domicilio alcun atto di intimazione (quello che dicono notificato in data ottobre 2017), allora questi potrà presentare opposizione nel termine di venti giorni dalla notifica ricevuta. L’art. 50, comma 2°, del Decreto del Presidente della Repubblica n.602 del 1973 stabilisce infatti che “se l’espropriazione non è iniziata entro un anno dalla notifica della cartella di pagamento,l’espropriazione stessa deve essere preceduta dalla notifica, da effettuarsi con le modalità previste dall’art. 26 di un avviso che contiene l’intimazione ad adempiere l’obbligo risultante dal ruolo entro cinque giorni”.

In mancanza, l’atto di esecuzione deve considerarsi nullo.

Pertanto, se il lettore è sicuro di non aver mai ricevuto alcun atto di intimazione, il consiglio è quello di proporre opposizione, tramite atto redatto da un legale, al pignoramento notificatogli.

Si fa presente che, per legge, si considera notificato l’atto che, passato alla notifica, non è stato ritirato dal destinatario.

Pertanto, prima di azionare qualsiasi opposizione, il lettore dovrebbe fare mente locale per ricordare se nell’ultimo anno ha mai trovato nella buca delle lettere anche un solo avviso di ricevimento recante gli estremi di un atto proveniente dall’Ente Impositore.

In caso positivo, la notifica sarebbe considerata regolare.

Si noti come, in caso di opposizione, l’eventuale prova di una regolare notifica dell’atto che il lettore dice mai notificato, provocherebbe il rigetto della stessa impugnazione e la condanna per il lettore al pagamento delle spese legali.

Inoltre, nel caso in cui la notifica risultasse eseguita, questi avrebbe sempre la possibilità di richiedere al giudice un piano di rateizzazione del debito per intervenuto sovraindebitamento.

Occorrerebbe in questo caso proporre un’istanza nella procedura esecutiva che sarà iscritta da Riscossione Sicilia.

Tuttavia, queste azioni non gli permetteranno in un primissimo momento di bloccare gli effetti del pignoramento in quanto, una volta notificato all’INPS l’atto esecutivo, quest’ultimo provvederà ad accantonare per il creditore 1/5 della pensione del lettore.

Sarà poi l’intervento di quest’ultimo in opposizione, o con istanza di rateizzazione, a mettere il giudice dell’esecuzione, alla prima udienza d’esecuzione, nelle condizioni di sospendere gli effetti esecutivi del pignoramento e a svincolare le somme accantonate fino a quel momento dall’INPS.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv.Salvatore Cirilla

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI