Diritto e Fisco | Articoli

La SIAE spiega le ragioni della tariffa sui trailer

6 Novembre 2011 | Autore:
La SIAE spiega le ragioni della tariffa sui trailer

La tariffa SIAE sui trailer sarebbe relativa non al prodotto audiovisivo bensì alle colonne sonore contenute nei filmati.

Dopo che è impazzata sul web la notizia secondo cui la S.I.A.E. intende pretendere il pagamento dei diritti sulla diffusione dei trailer (di cui abbiamo già dato notizia in un precedente articolo), la società degli artisti, che non ha smentito le voci, si è preoccupata di chiarire il suo punto di vista.

“Ricordiamo brevemente il contesto. In questi giorni la SIAE ha invitato numerosi siti di trailer a carattere commerciale a regolarizzare la propria posizione poiché diffondere al pubblico colonne sonore senza aver assolto i diritti rappresenta una violazione della legge (…)”, precisa in un comunicato la società.

La questione “accende il faro su una regola da sempre contenuta nella legge italiana e nei trattati internazionali, per cui se una musica viene utilizzata l’autore di quella musica ha diritto ad un compenso. La SIAE è solo lo strumento attraverso il quale questa regola viene fatta rispettare”.

Stefania Ercolani, direttore dell’ufficio Multimediale della SIAE rincalza in un’intervista apparsa su punto-informatico.it: “Effettivamente i trailer sono da considerare a tutti gli effetti come prodotti audiovisivi, oggetto quindi di proprietà intellettuale. Tuttavia, non è questo che la SIAE non si occupa di essi, poiché la titolarità dei diritti su questi prodotti è normalmente del produttore o del distributore cinematografico. La SIAE amministra i diritti sulle colonne sonore e quindi i siti che comunicano al pubblico trailer o video che contengono musica devono tutti ottenere una licenza per poterlo fare legalmente”.

“I magazine e i blog cinematografici on line e gli altri siti aumentano la loro attrattività verso gli utenti (e quindi verso gli inserzionisti pubblicitari) arricchendo con i trailer e con la musica in genere i loro contenuti. E’ una bella opportunità offerta dal digitale con costi che, grazie alle soluzioni tecnologiche disponibili, come embedding e deep link, sono ormai alla portata di moltissimi siti e blog. In questo modo la rete è un vivaio di iniziative e di idee ed è anche un motore di sviluppo economico. Chi riesce ad azzeccare l’idea commercialmente più valida e a veicolarla ad un pubblico sempre più vasto, ha la possibilità di beneficiare economicamente della sua attività e del suo spirito imprenditoriale” prosegue il comunicato pubblicato sul sito della S.I.A.E..

In parole povere, la società di via della letteratura spiega l’equazione del web: i trailer costituiscono attrattiva per il popolo della rete, richiamano visitatori e quindi click. Con essi va di pari passo la pubblicità tramite banner, sulla quale lucrano i proprietari dei siti. È nei confronti di tali portali, dunque – e non di quelli senza fine di lucro – che la S.I.A.E. intende richiedere il pagamento dei diritti. E questo dovrebbe far tirare un sospiro di sollievo a tutti i piccoli blogger.

Prosegue la Ercolani: “La licenza offerta dalla SIAE ai siti che fanno streaming di trailer è la licenza Video on Demand, che riguarda le diverse tipologie di video cui l’utente di Internet può avere accesso nel momento da lui stesso scelto. La tariffa applicabile dipende dalle caratteristiche dei video per cui se si tratta di video musicali in streaming, ad esempio, la tariffa è più elevata di quella prevista per i trailer e gli altri video di tipo cinematografico”.




Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube