Diritto e Fisco | Articoli

L’ubriaco che rovescia acqua ad una persona commette reato?

24 marzo 2018


L’ubriaco che rovescia acqua ad una persona commette reato?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 marzo 2018



Mi trovavo in un bar e una persona ubriaca, di proposito, mi ha rovesciato una bottiglia di acqua in testa. Questo gesto è reato o chiunque può fare questo senza avere conseguenze?

La vicenda capitata al lettore, per quanto fastidiosa e imbarazzante, non può essere inquadrata in una fattispecie di rilevanza penale.

Infatti, al di là della inesistenza di uno specifico reato di tal genere, è anche difficilmente riconducibile tale vicenda ad una ipotesi di reato prevista dal codice.

A ciò si aggiunga che, probabilmente, il Pubblico Ministero (cioè colui che deve sostenere l’accusa in

un processo penale) investito della vicenda non vi farebbe troppa attenzione, in ragione della particolare “tenuità” del fatto.

Volendo invece guardare la vicenda dal lato civilistico, potrebbe ipotizzarsi una domanda di risarcimento del danno, sia per i vestiti, sia per il “danno d’immagine”.

Si noti però che il ricorso ad una simile domanda, tanto in via stragiudiziale (mediante diffida dell’avvocato), quanto in via giudiziale (incardinando un giudizio in tribunale), potrebbe comportare dei costi di gran lunga maggiori rispetto al beneficio ricavato da una eventuale conclusione favorevole della vicenda.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Ambrogio Dal Bianco

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI