Diritto e Fisco | Articoli

Guida in stato di ebbrezza per una pomata: vietati farmaci contenenti alcol

14 dicembre 2012


Guida in stato di ebbrezza per una pomata: vietati farmaci contenenti alcol

> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 dicembre 2012



Il conducente è punito per guida in stato di ebbrezza a causa della presenza di alcol assorbita dal sangue, indipendentemente dal fatto che l’alcol fosse contenuto in un medicinale o in un cocktail.

Punito per guida in stato di ebbrezza a causa di una pomata contro il gonfiore labiale che conteneva alcol: secondo la Cassazione [1], infatti, per far scattare il reato per il conducente ubriaco non rileva la quantità di alcol da questi assunta, ma la quantità assorbita dal sangue e, quindi, ivi presente.

Dunque, l’importante è essere “positivi” all’alcoltest ossia aver superato la soglia massima consentita dalla legge: a prescindere poi dalle ragioni che ne sono state la causa, anche se si tratti di farmaci che contengono alcol. Non sono ammesse prove contrarie e, pertanto, l’imputato non può essere ammesso a dimostrare di essere stato nelle condizioni fisiche e mentali di guidare.

Secondo la Suprema Corte, chi prende medicine che contengono alcol deve evitare di bere alcolici o di mettersi al volante o comunque può comprare uno dei test che si trovano in commercio per verificare se si trova in condizioni di guidare.

 

 

 

note

[1] Cass. sent. n. 48239/12 del 13.12.2012.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI