Business | Articoli

Ferrovie dello Stato assume 1.000 giovani: come candidarsi

26 Aprile 2017
Ferrovie dello Stato assume 1.000 giovani: come candidarsi

Nuova opportunità per chi cerca lavoro: Ferrovie dello Stato assumerà ingegneri, macchinisti, capitreno, operatori della manutenzione e altre figure.

«Per supportare il piano industriale 2017-2026, abbiamo bisogno di nuove forze e competenze. Nei prossimi mesi faremo mille assunzioni nelle società del gruppo che accelereranno il ricambio generazionale iniziato negli ultimi anni: capitreno, macchinisti, operatori della manutenzione, ma non solo».

Ad annunciarlo è stato l’amministratore delegato del gruppo, Renato Mazzoncini, che ha anche fatto presente come la figura più ricercata sarà quella dell’ingegnere. Il gruppo ha infatti deciso di puntare molto sulle figure con know-how professionale. Sono previste oltre 100 assunzioni in quest’anno.

Chi verrà assunto?

Il tutto viene fuori anche grazie a un accordo con i sindacati che prevede il prepensionamento di un numero pari di lavoratori. Le mille assunzioni sono rivolte a giovani diplomati e laureati con l’obiettivo di avviare un forte ricambio generazionale.

Come candidarsi

Per candidarsi è necessario collegarsi alla pagina web appositamente creata www.fsitaliane.it/lcn/Invia-CV e compilare la domanda attraverso la compilazione del form. Le domande andranno a comporre una banca dati unica per le principali Società del Gruppo, che verrà costantemente aggiornata con i curricula selezionati, in stretta collaborazione con le istituzioni scolastiche e accademiche.

Segui La Legge per Tutti Business

Se credi che La Legge per Tutti Business possa essere la pagina che fa per te ecco come fare in pochi passi per averla sempre al top della tua timeline di Facebook: clicca qui, ti si aprirà la pagina nella nuova scheda.

Clicca su mi piace e poi nella sezione «seguici»  clicca su «mostra sempre per primi». Non perderai neanche uno dei nostri pezzi e sarai sempre aggiornato. Ti aspettiamo.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube