Business | Articoli

Crowdfunding anche per le Srl

1 Maggio 2017 | Autore:


> Business Pubblicato il 1 Maggio 2017



La possibilità di raccogliere fondi attraverso equity crowdfunding viene esteso anche alle Srl: una novità di rilievo per tutte le Pmi italiane.

Per definizione, si parla di equity crowdfunding quando, per mezzo di un investimento online, si acquisisce un titolo di partecipazione in una società. Una forma di finanziamento tramite capitale di rischio che, negli ultimi anni, ha fatto registrare numeri da capogiro.

Nei primi mesi del 2017, secondo un’indagine condotta da CrowdfundingBuzz, grazie all’equity crowdfunding, nei primi tre mesi di quest’anno, in Italia, sono state finanziate 11 imprese, per un valore complessivo di circa 2 milioni di euro. Un risultato strabiliante, soprattutto se paragonato all’ultimo trimestre dello scorso anno, dove a essere finanziate sono state 8 imprese per circa 1,5 milioni di euro. Anche se, il dato più significante, è quello relativo al numero degli investitori: sono, infatti, ben 764 coloro che hanno finanziato società attraverso l’equity crowdfunding nei primi mesi del 2017.

Numeri che sono certamente destinati a crescere ancora, data l’estensione di questo strumento di finanza alternativa anche alle Srl.

Non solo startup innovative

Anche le Srl possono accedere all’equity crowdfunding. L’estensione è contenuta nella cosiddetta “manovrina”, che di fatto consente a tutte le Piccole e Medie Imprese di offrire quote al pubblico e di attribuire alle quote diritti diversi.

Una forma di finanziamento, quella del crowdfunding, che, visto il tessuto osseo del Belpaese, principalmente formato da piccole e medie imprese, – c’è da giurarci – verrà adoperato in maniera massiccia.

 

Food, fashion, energia ecc.

Una novità di rilievo per le Pmi italiane. Ne è convinto anche Alessandro Maria Lerro, presidente di A.I.E.C. (Associazione Italiana Equity Crowdfunding): «L’intervento normativo costituisce il coronamento degli sforzi che abbiamo profuso con l’Associazione Equity Crowdfunding e con Fabio Allegreni di Crowd Advisors per estendere l’uso di questo strumento a tutte le Pmi, a prescindere dai profili di innovatività».

«Questi – continua – saranno premiali per gli investitori, attribuendo loro vantaggi fiscali anche a fronte dei maggiori rischi che caratterizzano l’innovazione. In aggiunta, sarà possibile per tutti investire online anche in imprese tradizionali, più stabili e meno rischiose; penso al settore immobiliare, al food, al fashion, all’energia, che sono da anni pilastri della nostra economia».

note

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI