Diritto e Fisco | Articoli

Se sono fallito posso subire pignoramenti personali?

7 aprile 2018


Se sono fallito posso subire pignoramenti personali?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 7 aprile 2018



Ho una procedura di fallimento in corso come socio e amministratore di una s.n.c. fallita nel 2010. Posso subire procedure di pignoramento di beni o presso terzi direttamente senza che sia interpellata la curatela fallimentare? Posso cioè ad una richiesta di pagamento opporre il fatto che, essendo fallito, la gestione di eventuali proventi da attività o da beni è competenza non mia ma del curatore fallimentare?

Come dal lettore correttamente dedotto, essendo stato dichiarato “fallito”, non potrà gestire l’attivo/passivo della relativa attività, magari pagando alcuni debiti piuttosto che altri.

L’articolo che fa al caso specifico è il 44 della legge fallimentare che così dispone: “tutti gli atti compiuti dal fallito e i pagamenti da lui eseguiti dopo la dichiarazione di fallimento sono inefficaci rispetto ai creditori”.

Il fenomeno che questo articolo cerca di combattere è quello dello “spossessamento”.

In questo modo il legislatore cerca di evitare che il fallito possa eludere, con mala fede, i debiti maturati nei confronti di più creditori, soddisfacendo solo alcuni di essi o, in alcuni casi, “creando” debiti inesistenti per salvaguardare il proprio patrimonio economico.

Attraverso l’applicazione di questo articolo, l’eventuale spossessamento dei beni è inefficace nei confronti dei creditori e così il creditore che ha raggirato la par condicio creditorum stabilita dal curatore fallimentare sarà costretto a restituire tutto il ricevuto, come se nulla fosse mai avvenuto.

Pertanto, nel caso di specie, il lettore può, e deve, opporre alle richieste avanzate da alcuni creditori l’impossibilità a gestire il patrimonio derivante dalla sua attività in quanto, in caso contrario, commetterebbe un illecito e porrebbe il creditore da lui “privilegiato” nella condizione di dover restituire quanto indebitamente ricevuto.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Salvatore Cirilla

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI