Diritto e Fisco | Articoli

Siepe: distanza dal confine col vicino e possibilità di taglio

14 aprile 2018


Siepe: distanza dal confine col vicino e possibilità di taglio

> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 aprile 2018



La mia proprietà è separata da quella del vicino con una recinzione alta 150 cm. Il vicino ha piantato lungo la recinzione e a una distanza di 30 cm. una siepe di photinia  tenendola alta 180-190 cm. Ho chiesto invano di abbassarla al livello della recinzione. So che la distanza dal confine deve essere di 50 cm, e potrei chiedere la rimozione della siepe, tuttavia vorrei evitare questa soluzione. Vorrei sapere se posso tagliare dalla mia parte  e almeno per 20 cm di profondità i rami che superano la recinzione, o se ci sia un’altra alternativa.

Le norme di legge che si applicano in casi simili a quello in esame sono le seguenti:

– articolo 892 del codice civile secondo il quale, se i regolamenti locali e gli usi locali non prevedono nulla al riguardo, le siepi vive devono essere piantate a distanza non inferiore ai 50 centimetri dal confine, o di un metro se si tratta di piante che si recidono periodicamente vicino al ceppo; sempre l’articolo 892 stabilisce, però, che queste distanze non si devono osservare se sul confine esiste un muro divisorio (proprio o comune) purché le piante siano tenute ad altezza che non ecceda la sommità del muro;

– articolo 894 del codice civile secondo il quale il vicino può esigere che si estirpino gli alberi e le siepi che sono piantati o nascono a distanza minore di quelle indicate dagli articoli precedenti (compreso l’articolo 892 di cui si è detto prima);

– articolo 896 del codice civile secondo cui quegli sul cui fondo si protendono i rami del vicino può in qualunque momento costringerlo a tagliarli (nell’interpretazione che di questo articolo ha dato la Corte di Cassazione, con sentenza n. 14.632 del 24 agosto 2014, le piante devo essere tenute, in ogni caso, esista o non esista sul confine un muro di tipo divisorio, ad un’altezza che non ecceda la sommità del muro stesso: devo però precisare che la norma e la sentenza si riferiscono solo al caso in cui esista sul confine un muro – divisorio o meno – e non nel caso in cui sul confine vi siano recinzioni metalliche).

Detto questo, si può riassumendo dire che nel caso specifico, salvo diverse disposizioni contenute nei regolamenti comunali o previste negli usi locali:

1) la siepe posta a trenta centimetri dal confine è illegale e la lettrice ha diritto a farla estirpare del tutto;

2) tuttavia, se ella non volesse esercitare questo diritto (al quale il suo vicino non potrebbe legalmente opporsi) e se non esistessero norme specifiche nei regolamenti locali o negli usi locali, potrà o accordarsi per iscritto con il confinante per derogare alle norme del codice civile sulle distanze e stabilire, ad esempio, che la siepe potrà essere mantenuta a trenta centimetri dal confine, ma che il confinante si obbliga a tagliare ogni sporgenza che superi in altezza la recinzione posta sul confine o lateralmente si addentri nella sua proprietà, oppure, in mancanza di accordo scritto, pretendere che egli poti la siepe in modo che non invada lateralmente la sua proprietà (la legge consente infatti di provvedere direttamente solo per il taglio delle radici che si addentrano nella altrui proprietà e non per il taglio dei rami per il quale si ha invece solo il diritto che sia il confinante a provvedere al taglio e, in mancanza, di ricorrere al giudice perché sia il giudice ad ordinare la potatura); quanto all’altezza, invece, il diritto a pretendere che la siepe non superi una determinata altezza esiste solo se sul confine vi è un muro e per l’altezza che ecceda il muro.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

  1. oppure fai come il mio vicino: butti una marea di diserbante sulle piante, MA ASSICURATI che nessuno ti veda e il diserbante comprane poco in vari negozi

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI