HOME Articoli

Lo sai che? Pagamenti abusivi con carta di credito smarrita? Responsabile il commerciante che non controlla

Lo sai che? Pubblicato il 21 dicembre 2012

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 21 dicembre 2012

Carta di credito smarrita: in caso di pagamenti abusivi da parte di terzi, sono responsabili commercianti e banca per non aver effettuato i dovuti controlli.

Da oggi coloro che perderanno la carta di credito potranno stare più tranquilli se, prima della relativa denuncia, qualcuno la utilizzerà: infatti, in caso di smarrimento, per gli acquisti con essa effettuati da terzi, prima della relativa denuncia da parte del titolare, saranno responsabili:

a) il commerciante, che non ha verificato la firma e l’identità del possessore della carta,

b) la banca che ha erogato le somme.

Il cliente non è tenuto a pagare le somme addebitate sul suo conto e, se le ha già corrisposte, può chiederne la restituzione.

Il pagamento con carta di credito [1] coinvolge tre soggetti: il cliente/titolare della carta, il commerciante, la banca.

Il titolare della carta di credito

Il titolare deve custodire con diligenza la sua carta di credito e, se la smarrisce deve darne tempestiva comunicazione alla banca.

Con tempestiva comunicazione deve intendersi che, appena il cliente si rende conto dello smarrimento, deve provvedere, nell’immediato, alla relativa denuncia.

Smarrimento

Può tuttavia verificarsi che non ci si accorga subito di aver smarrito il documento.

In questo caso, il cliente non è responsabile degli acquisti abusivi che vengano effettuati da terzi tra il giorno dello smarrimento e quello della denuncia, qualora sussiste colpa grave del commerciante che non ha osservato gli obblighi di diligenza minima.

Il commerciante

I commercianti, infatti, devono prestare maggiore attenzione quando viene loro fornita una carta di credito e, comunque, prima di accettare il pagamento, devono:

1. controllare la corrispondenza della firma presente sulla carta di credito con quella apposta sul modulo di spesa scaricato dal POS [2],

2. richiedere la carta di identità  quando non si conosce il possessore della carta, gli acquisti sono esosi e la firma appare, con evidenza, diversa.

La banca

La banca, dal canto suo, deve controllare la veridicità della sottoscrizione e, se difforme, può rifiutare di erogare le somme a credito al commerciante oppure richiederne la restituzione se le ha già versate.

In definitiva, la colpa grave sopravvenuta [3] del commerciante, che non ha effettuato i dovuti controlli prima di autorizzare il pagamento, esonera il cliente dal dover corrispondere alla banca le somme erogate per gli acquisti abusivi effettuati tra il giorno della perdita della carta di credito e quello della denuncia, purché il cliente dimostri di non essere stato nella possibilità di accorgersi dello smarrimento prima del tempo in cui lo ha segnalato [4].

Il titolare della carta di credito, in tal caso, può:

– rifiutarsi di pagare le somme alla banca,

– chiedere la restituzione di quanto già versato,

– agire nei confronti del commerciante per il risarcimento dei danni [5].

note

[1] Delegazione di pagamento ex art. 1269 cod. civ.:  cliente (delegante), banca (delegato), terzo commerciante (legatario).

[2] POS: point of sale (“punto vendita”) è il dispositivo utilizzato dagli esercizi commerciali per effettuare pagamenti con carte di creditodi debito e prepagate. A transazione eseguita (addebito sul conto corrente del soggetto abilitato e l’accredito sul conto del commerciante ad opera della banca) viene emesso uno “scontrino” (modulo di spesa) che deve essere firmato da chi effettua il pagamento.

[3]  Art. 41 2° comma cod. pen.

[4] Tribunale Taranto, sez. II civile, sentenza 06.11.2012

[5] art. 2043 cod.civ.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI