Lavoro e Concorsi | Articoli

Concorsone Agenzia delle Entrate 2018: 650 funzionari

17 aprile 2018 | Autore:


> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 17 aprile 2018



Maxi concorso Agenzia delle Entrate 2018: 4 bandi per laureati in giurisprudenza, scienze politiche, economia, statistica, ingegneria e architettura: tutti i requisiti e le prove selettive.

Dopo le varie segnalazioni e speranze annunciate, sono stati finalmente pubblicati i bandi dell’atteso maxi concorso Agenzia delle Entrate 2018: 510 posti per funzionari amministrativo-tributari, 120 posti per funzionari tecnici (di cui due unità da assegnare alla Valle d’Aosta) e 20 posti per esperti in analisi statistico economiche.
Le domande di partecipazione al concorso dovranno essere inviate telematicamente entro il 17 maggio 2018.

Vediamo i requisiti per l’accesso al concorsone Agenzia delle Entrate 2018 per 650 funzionari.

Concorso Agenzia delle Entrate 2018: bando 510 funzionari amministrativo – tributari

Il primo bando prevede l’assunzione a tempo indeterminato di 510 unità, per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario, per attività amministrativo-tributaria.

Il numero dei posti è così ripartito:
• Emilia Romagna posti n. 60
• Friuli Venezia Giulia posti n. 20
• Lazio posti n. 30
• Liguria posti n. 30
• Lombardia posti n. 115
• Marche posti n. 15
• Piemonte posti n. 60
• Provincia Autonoma di Bolzano posti n. 15
• Provincia Autonoma di Trento posti n. 15
• Toscana posti n. 60
• Umbria posti n. 20
• Valle d’Aosta posti n. 10
• Veneto posti n. 60

I candidati devono indicare nella domanda di partecipazione, a pena di esclusione, una sola sede.

Requisiti bando 510 funzionari amministrativo – tributari

I requisiti di accesso per la posizione di funzionario amministrativo – tributario sono i seguenti:
a) diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio o diplomi di laurea equipollenti per legge, conseguiti presso una università o altro istituto universitario statale o legalmente riconosciuto, o i corrispondenti titoli di studio di I livello, denominati laurea (L).
Alla procedura selettiva possono partecipare anche coloro che sono in possesso di titolo di studio conseguito all’estero, o di titolo estero conseguito in Italia, riconosciuto equipollente ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi, secondo la vigente normativa, ad una delle lauree sopra indicate.
b) cittadinanza italiana;
c) posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari;
d) godimento dei diritti politici e civili;
e) idoneità fisica all’impiego.

Prove d’esame bando 510 funzionari amministrativo – tributari

Il concorso prevede le seguenti prove:
a) prova oggettiva attitudinale;
b) prova oggettiva tecnico-professionale;
c) tirocinio teorico-pratico integrato da una prova finale orale.

Prova oggettiva attitudinale

La prova oggettiva attitudinale consiste in una serie di quesiti a risposta multipla e mira ad accertare il possesso da parte del candidato delle attitudini e delle capacità di base necessarie per acquisire e sviluppare la professionalità richiesta.
La prova è valutata in trentesimi.
Sono ammessi alla prova oggettiva tecnico-professionale i candidati che riportano il punteggio di almeno 24/30 e rientrano in graduatoria nel limite massimo di cinque volte il numero dei posti per i quali concorrono. I candidati che si collocano a parità di punteggio nell’ultimo posto utile in graduatoria sono comunque ammessi alla prova oggettiva tecnico-professionale.

Prova oggettiva tecnico-professionale

La prova oggettiva tecnico-professionale consiste in una serie di quesiti a risposta multipla per accertare la conoscenza delle seguenti materie:
a) diritto tributario;
b) diritto civile e commerciale;
c) diritto amministrativo;
d) elementi di diritto penale;
e) contabilità aziendale;
f) organizzazione e gestione aziendale;
g) scienza delle finanze;
h) elementi di statistica.

La prova è valutata in trentesimi. Sono ammessi al periodo di tirocinio i candidati che riportano il punteggio di almeno 24/30 e rientrano in graduatoria nel limite massimo dei posti per i quali concorrono, aumentati fino al 30%. L’eventuale frazione decimale è arrotondata all’intero per eccesso. I candidati che si collocano a parità di punteggio nell’ultimo posto utile in graduatoria sono comunque ammessi al periodo di tirocinio.

Tirocinio teorico-pratico integrato dalla prova finale

Il tirocinio teorico-pratico si svolge presso gli uffici dell’Agenzia ed è finalizzato a verificare nelle concrete situazioni di lavoro, sulla base di metodologie e criteri predeterminati dall’Agenzia, l’abilità del candidato ad applicare le proprie conoscenze alla soluzione di problemi operativi, nonché i comportamenti organizzativi. Il tirocinio ha la durata di sei mesi (36 ore settimanali) ed è retribuito (borsa di studio di 1.450,00 euro lordi).
La commissione di esame, tenendo conto della valutazione espressa sul tirocinio dal responsabile dell’ufficio, sottopone i candidati alla prova finale orale per valutarne la preparazione professionale, le attitudini e le motivazioni, anche con l’assistenza di personale esperto per lo svolgimento di prove comportamentali.
La prova orale verterà sulle seguenti materie:
a) diritto tributario;
b) diritto civile e commerciale;
c) elementi di diritto penale;
d) contabilità aziendale.
Durante la prova orale si procede anche all’accertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese.

Concorso Agenzia delle Entrate 2018: bando 118 funzionari tecnici

Il secondo bando prevede l’assunzione a tempo indeterminato di 118 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario tecnico, da destinare agli uffici dell’Agenzia delle Entrate per le attività relative ai servizi catastali, cartografici, estimativi e dell’osservatorio del mercato immobiliare.

Il numero dei posti è così ripartito:
• Abruzzo, n. 5 posti;
• Basilicata, n. 2 posti;
• Calabria, n. 4 posti;
• Campania, n. 1 posto;
• Emilia Romagna, n. 12 posti;
• Friuli Venezia Giulia, n. 4 posti;
• Lazio, n. 4 posti;
• Liguria, n. 2 posti;
• Lombardia, n. 26 posti;
• Marche, n. 3 posti;
• Molise, n. 3 posti;
• Piemonte, n. 15 posti;
• Puglia, n. 1 posto;
• Sardegna, n. 6 posti;
• Sicilia, n. 3 posti;
• Toscana, n. 8 posti;
• Trento, n. 1 posto;
• Umbria, n. 2 posti;
• Veneto, n. 12 posti;
• Direzione Centrale Servizi estimativi e Osservatorio mercato immobiliare, n. 2 posti;
• Direzione Centrale Servizi catastali, cartografici e di pubblicità immobiliare, n. 2 posti.

Requisiti bando 118 funzionari tecnici

I requisiti di accesso per la posizione di funzionario tecnico sono i seguenti:
a) diploma di laurea (DL) in ingegneria o architettura o diplomi di laurea equipollenti per legge, ovvero laurea specialistica (LS) o laurea magistrale (LM) equiparate, conseguiti presso un’università o altro istituto universitario statale o legalmente riconosciuto. Alla procedura selettiva possono partecipare anche coloro che sono in possesso di titolo di studio conseguito all’estero, o di titolo estero conseguito in Italia, riconosciuto equipollente ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi, secondo la vigente normativa, ad una delle lauree sopra indicate.
b) iscrizione alla sezione A dell’Albo di ingegnere o di architetto;
c) cittadinanza italiana;
d) posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari; e) godimento dei diritti politici e civili;
f) idoneità fisica all’impiego.

Prove d’esame bando 118 funzionari tecnici

Il concorso prevede le seguenti prove:
a) prova oggettiva attitudinale;
b) prova oggettiva tecnico-professionale;
c) tirocinio teorico-pratico integrato da una prova finale orale.

Prova oggettiva attitudinale

La prova oggettiva attitudinale consiste in una serie di quesiti a risposta multipla e mira ad accertare il possesso da parte del candidato delle attitudini e delle capacità di base necessarie per acquisire e sviluppare la professionalità richiesta.
La prova è valutata in trentesimi. 6.3 Sono ammessi alla prova oggettiva tecnico-professionale i primi 500 candidati che riportano il punteggio di almeno 24/30. I candidati che si collocano a parità di punteggio nell’ultimo posto utile in graduatoria sono comunque ammessi alla prova oggettiva tecnico-professionale.

Prova oggettiva tecnico-professionale

La prova oggettiva tecnico-professionale consiste in una serie di quesiti a risposta multipla per accertare la conoscenza delle seguenti materie:
a) Geodesia, Topografia e Cartografia;
b) Scienza e tecnica delle costruzioni;
c) Strumenti e tecniche estimali;
d) Norme e procedure per l’aggiornamento del Catasto;
e) Segmentazione, caratteristiche e dinamiche del mercato immobiliare;
f) Legislazione in materia di edilizia e urbanistica;
g) Elementi di diritto amministrativo;
h) Elementi di diritto tributario.
La prova è valutata in trentesimi.
Sono ammessi al periodo di tirocinio i candidati che riportano il punteggio di almeno 24/30 e rientrano in graduatoria nel limite massimo dei posti messi a concorso, aumentati fino al 30%. L’eventuale frazione decimale è arrotondata all’intero per eccesso. I candidati che si collocano a parità di punteggio nell’ultimo posto utile in graduatoria sono comunque ammessi al periodo di tirocinio.

Tirocinio teorico-pratico integrato dalla prova finale

Il tirocinio teorico-pratico si svolge presso gli uffici dell’Agenzia ed è finalizzato a verificare nelle concrete situazioni di lavoro, sulla base di metodologie e criteri predeterminati dall’Agenzia, l’abilità del candidato ad applicare le proprie conoscenze alla soluzione di problemi operativi, nonché i comportamenti organizzativi. Il tirocinio ha la durata di sei mesi (36 ore settimanali) ed è retribuito (borsa di studio di 1.450,00 euro lordi).
La commissione di esame, tenendo conto della valutazione espressa sul tirocinio dal responsabile dell’ufficio, sottopone i candidati alla prova finale orale per valutarne la preparazione professionale, le attitudini e le motivazioni, anche con l’assistenza di personale esperto per lo svolgimento di prove comportamentali.
La prova orale verterà sulle materie della prova scritta. Durante la prova orale si procede anche all’accertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese.
Alla prova orale è attribuito un punteggio massimo di 30/30 e si intende superata con la votazione di almeno 24/30.

Concorso Agenzia delle Entrate 2018: bando 2 funzionari tecnici Valle d’Aosta

Un diverso bando prevede l’assunzione a tempo indeterminato di 2 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario tecnico, da destinare agli uffici dell’Agenzia delle Entrate situati nella Regione Valle d’Aosta, per le attività relative ai servizi catastali, cartografici, estimativi e dell’osservatorio del mercato immobiliare.
I requisiti sono i medesimi previsti dal bando per i funzionari tecnici.

Concorso Agenzia delle Entrate 2018: bando 20 esperti analisi economico statistiche

Il quarto bando prevede l’assunzione a tempo indeterminato di n. 20 unità, per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario, per attività di esperto nelle analisi statistico-economiche, presso le strutture centrali dell’Agenzia.

Requisiti bando 20 esperti analisi economico statistiche

Sono previsti i seguenti requisiti di accesso al concorso:
diploma di laurea (DL) in economia e commercio, statistica, matematica e fisica o diplomi di laurea equipollenti per legge, ovvero laurea specialistica (LS) o laurea magistrale (LM) equiparate, conseguiti presso un’università o altro istituto universitario statale o legalmente riconosciuto, o i corrispondenti titoli di studio di I livello, denominati laurea (L). Alla procedura selettiva possono partecipare anche coloro che sono in possesso di titolo di studio conseguito all’estero, o di titolo estero conseguito in Italia, riconosciuto equipollente ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi, secondo la vigente normativa, ad una delle lauree sopra indicate.
b) cittadinanza italiana;
c) posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari;
d) godimento dei diritti politici e civili e idoneità fisica all’impiego.

Prove d’esame bando 20 esperti analisi economico statistiche

Il concorso prevede le seguenti prove:
a) prova oggettiva attitudinale;
b) prova oggettiva tecnico-professionale;
c) tirocinio teorico-pratico integrato da una prova finale orale.

Prova oggettiva tecnico-professionale

La prova oggettiva tecnico-professionale consiste in una serie di quesiti a risposta multipla per accertare la conoscenza delle seguenti materie:

  • econometria;
  • statistica;
  • statistica economica;
  • elementi di politica economica;
  • scienza delle finanze.

La prova è valutata in trentesimi.
Sono ammessi al tirocinio teorico-pratico i candidati che riportano il punteggio di almeno 24/30 e rientrano in graduatoria nel limite massimo di 2 volte il numero dei posti per i quali concorrono. I candidati che si collocano a parità di punteggio nell’ultimo posto utile in graduatoria sono comunque ammessi al tirocinio.

Tirocinio teorico-pratico integrato dalla prova orale

Il tirocinio teorico-pratico si svolge presso gli uffici dell’Agenzia ed è finalizzato a verificare nelle concrete situazioni di lavoro, sulla base di metodologie e criteri predeterminati dall’Agenzia, l’abilità del candidato ad applicare le proprie conoscenze alla soluzione di problemi operativi, nonché i comportamenti organizzativi. Il tirocinio ha la durata di sei mesi (36 ore settimanali) ed è retribuito (borsa di studio di 1.450,00 euro lordi).
La commissione di esame, tenendo conto della valutazione espressa sul tirocinio dal responsabile dell’ufficio, sottopone i candidati alla prova finale orale per valutarne la preparazione professionale, le attitudini e le motivazioni, anche con l’assistenza di personale esperto per lo svolgimento di prove comportamentali.
La prova orale verterà sulle materie della prova scritta. Durante la prova orale si procede anche all’accertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese.
Alla prova orale è attribuito un punteggio massimo di 30/30 e si intende superata con la votazione di almeno 24/30.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Agenzia Entrate SPA è di governo? Chi l’ha stabilito deve essere un enorme corrotto! Come può una SPA essere nel governo? E non si dica che non è vero perché stanno utilizzando indirizzo ermail governativo! Così l’impero di schifosi parassiti vince sulla democrazia!!! Non partecipate a quel concorso perché in prossimo futuro potreste pentirvene. Hanno bisogno di attirare gente per defilarsi da certi reati………….

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI