Diritto e Fisco | Articoli

Protesta shock in Calabria: impiccati per la crisi economica

16 Dicembre 2012
Protesta shock in Calabria: impiccati per la crisi economica

Reggio Calabria: si impiccano per protestare contro la crisi economica. Per fortuna, a rimanere appesi per le vie del capoluogo sono solo manichini; ma l’effetto è comunque fortissimo.

Decine di pupazzi di stoffa sono stati attaccati per la gola ai lampioni delle strade. L’iniziativa è stata portata avanti dai ragazzi del movimento Msi-Fiamma Tricolore.

Per ogni manichino c’è anche un cartello in cui vengono rese note le ragioni del “suicidio”: “Il Comune non mi paga lo stipendio da mesi”; “Sono morto per le promesse dei politici”; “Vantavo crediti dal Comune, ho dovuto chiudere l’impresa”; “Sfrattato, la casa popolare era un miraggio”.

Il Comune di Reggio Calabria, che da mesi non pagava i propri debiti, è stato recentemente sciolto per vicende collegate alla criminalità organizzata.

di MICHELE IAPICCA


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA