Diritto e Fisco | Editoriale

Come importare dalla Cina

22 Aprile 2018 | Autore:

> Diritto e Fisco Pubblicato il 22 Aprile 2018



Quali sono le tasse che si pagano alla dogana? Quali prodotti si possono importare dalla Cina? A chi si pagano i dazi doganali?

Il mercato del dragone è il più grande del mondo, capace di muovere un volume d’affari enorme. Per questo motivo, la frontiera cinese è divenuta la più ambita del pianeta. Molti Paesi dell’occidente vedono nel mercato della Cina la possibilità di far risorgere un’economia che, nei nostri confini, boccheggia o stenta a decollare.

La Cina, però, non è solo territorio di conquiste: in altre parole, non solo si esporta in Cina, ma si importa dalla Cina. E non poco. Con questo articolo cercheremo di capire come importare dalla Cina e quali ostacoli bisogna affrontare.

Importare dalla Cina: quali tasse?

Il primo problema che si pone a chi vuole importare dalla Cina per poi rivendere i prodotti riguarda, ovviamente, le tasse. Innanzitutto, i titolari di partita Iva (cioè, tutti i commercianti, ma anche i professionisti) che decidono di importare da Stati non appartenenti all’Unione Europea devono sostenere il pagamento dell’Iva, cioè dell’imposta sul valore aggiunto.

La legge [1], infatti, impone l’Iva su tutti i prodotti importati in Italia provenienti da aree diverse da quelle del mercato unico europeo o da Paesi che non godano di specifiche condizioni. Pertanto, chi vorrà importare dalla Cina dovrà pagare l’Iva al momento del passaggio alla dogana. L’operazione deve essere attestata da un documento (definito bolla doganale) dal quale risulti l’ammontare dei dazi doganali e quello dell’Iva, entrambi da versare in dogana.

Oltre all’Iva, chi intende importare dalla Cina deve pagare anche i dazi doganali. L’iva va calcolata sul totale del valore delle merci, maggiorato dai dazi. L’iva che si paga per le merci importate dalla Cina può essere scaricata come quella che si paga sui prodotti italiani.

Importare dalla Cina: come si calcola l’Iva?

Abbiamo fatto un primo passo sulla strada che ci porterà a capire come importare dalla Cina. Si pone ora il problema dell’iva. L’iva si determina sul valore dei beni importati attraverso un calcolo abbastanza complesso. In estrema sintesi, possiamo dire che la base imponibile sulla quale è calcolata l’iva è uguale al valore dei beni importati, determinato ai sensi delle disposizioni in materia doganale (cosiddetto valore in dogana), aumentato dei dazi doganali dovuti e delle spese di inoltro fino al luogo di destinazione, così come risulta dal documento di trasporto che accompagna i prodotti.

In altre parole, la base imponibile su cui calcolare l’iva (in Italia, il 22%) è così composta:

  • Valore in dogana del prodotto + dazi doganali.

Importare dalla Cina: come si calcolano i dazi doganali?

Abbiamo detto che, per importare dalla Cina, la base imponibile Iva equivale al valore in dogana del bene importato maggiorato dei dazi. Cos’è il valore in dogana? in genere, esso corrisponde al prezzo stabilito dal venditore e riportato in fattura. A questo importo, però, vanno aggiunti i dazi di dogana, e cioè:

  • le commissioni e le spese di mediazione;
  • il costo dei contenitori considerati, ai fini doganali, inseparabili dalla merce;
  • il costo dell’imballaggio.

Quindi, il dazio doganale deve essere calcolato applicando una percentuale sul cosiddetto valore in dogana.

Il dazio varia a seconda del tipo di bene importato ed è calcolato in base al valore del prodotto acquistato la cui descrizione è contenuta nella dichiarazione del venditore (tale dichiarazione solitamente corrisponde alla fattura inviata con il prodotto).

Importare dalla Cina: come si calcola il valore in dogana?

Può capitare che il valore di un bene importato dalla Cina non possa, per diversi motivi, essere calcolato sulla base del prezzo applicato tra i contraenti (venditore cinese e compratore italiano). In questo caso, il valore del prodotto viene determinato mediante altri criteri, quali:

  • valore di transazione di merci identiche o similari;
  • valore fondato sul prezzo corrispondente alle vendite nell’UE delle merci importate.

Importare dalla Cina: a chi si pagano le tasse?

Importare dalla Cina significa pagare i dazi doganali all’Unione Europea, non al Paese esportatore. L’iva, invece, viene pagata allo Stato italiano, in considerazione anche del fatto che l’imposta sul valore aggiunto differisce da Stato a Stato. Come detto, l’iva viene calcolata sul totale dei dazi e del valore della merce.

In sintesi: per importare dalla Cina occorre pagare i dazi doganali e l’iva, calcolata sul valore alla dogana (come sopra descritto) maggiorato dei dazi stessi.

Cosa si può importare dalla Cina?

Abbiamo visto che importare dalla Cina (ma lo stesso discorso vale per qualsiasi Stato non UE) comporta dei costi, variabili a seconda dei prodotti importati. Va precisato, alla fine di questo articolo, che non tutti i prodotti cinesi possono essere importati in Italia; alcuni, poi, necessitano di un certificato specifico che ne attesti la qualità e le caratteristiche di produzione.

Di norma, i prodotti che si possono importare dalla Cina senza alcun problema sono quelli diversi dagli alimenti o da sostanze che debbono essere ingerite, e quindi:

  • gioielleria;
  • abbigliamento;
  • oggetti in legno;
  • elettrodomestici ed elettronica.

I prodotti per i quali potrebbero esserci problemi, invece, sono:

  • giocattoli;
  • cosmetici e farmaci;
  • alimenti e bevande.

Per questi prodotti occorre che si disponga di certificazioni specifiche che assicurino le caratteristiche e gli elevati standard di sicurezza di fabbricazione: in altre parole, bisognerà assicurarsi che non siano stati realizzati con materiali dannosi per la salute. Famoso è il tagliandino con la scritta CE che ne attesta la conformità alla normativa europea.

note

[1] Art. 1, D.P.R. n. 633/72.

Autore immagine: Pixabay.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA