Diritto e Fisco | Editoriale

Comprare in Cina senza dogana: come fare?

30 Aprile 2018 | Autore:
Comprare in Cina senza dogana: come fare?

Quali sono i costi per chi vuole comprare direttamente dalla Cina? Come evitare i dazi doganali?

Il mercato cinese è il più grande al mondo e, grazie alla manodopera di gran lunga meno costosa di quella occidentale, riesce ad offrire prodotti a prezzi competitivi. Per questa ragione, molti consumatori si rivolgono proprio al mercato del dragone per fare i loro acquisiti: dalla tecnologia all’abbigliamento, non c’è categoria che non attiri l’acquirente e lo spinga a comprare. È superfluo ricordare, però, che acquistare un prodotto direttamente dalla Cina comporta il pagamento di alcune spese che, di fatto, finirebbe per eliminare il vantaggio di acquistare ad un costo minore rispetto il mercato occidentale. Il riferimento è ai dazi doganali, eliminati in Europa solamente per i Paesi del mercato unico europeo. In poche parole, i dazi doganali vengono richiesti solo per spedizioni che provengono o che sono dirette a Stati che non fanno parte dell’Unione Europea. Grazie alle moderne tecnologie, però, comprare in Cina senza dogana si può: vediamo come fare.

Comprare in Cina: quali costi?

Acquistare direttamente dalla Cina comporta dei costi non indifferenti, essenzialmente riconducibili ai dazi doganali e all’Iva (in Italia al 22%). Per tutti gli invii che transitano da o verso Paesi che non fanno parte dell’Unione Europea, infatti, le spese di spedizione sono sempre Iva esclusa. I dazi doganali vengono calcolati in base alle normative del Paese di transito delle merci.

Per acquistare da un negozio che si trovi in Cina è possibile ricorrere ai siti internet che spediscono la merce direttamente a casa del destinatario. Questi siti, però, pongono a carico dell’acquirente, oltre alle spese di spedizione, anche i dazi doganali. È obbligatorio pagarli?

Comprare in Cina: cosa sono i dazi doganali?

Comprare dalla Cina significa necessariamente far passare i prodotti per la dogana e, di conseguenza, pagare i relativi dazi.

Il dazio doganale va calcolato applicando una percentuale sul valore del bene. L’importo del dazio varia a seconda del tipo di bene importato ed è determinato in base al valore del prodotto acquistato la cui descrizione è contenuta nella dichiarazione del venditore (tale dichiarazione solitamente corrisponde alla fattura inviata con il prodotto).

È possibile comprare in Cina senza dogana? Come fare? Approfondiamo.

Comprare in Cina senza dogana: come fare?

Comprare in Cina senza dogana è possibile. Per farlo, occorre cercare in internet il venditore giusto. Vediamo come.

Venditore che si accolla i dazi

Tra i tanti siti internet che vendono prodotti direttamente dalla Cina ve ne sono alcuni che decidono di accollarsi anche le spese doganali. Pertanto, ordinando da questi siti e pagando con paypal, potrete stare certi che il prodotto verrà recapitato senza costi aggiuntivi.

Venditore con spedizione dedicata

Un altro buon metodo è quello di acquistare da siti che hanno spedizioni dedicate per l’Italia. In poche parole, questo significa che non si pagheranno i dazi doganali perché il venditore (evidentemente in ragione del grande traffico di affari che ha con il nostro Paese) decide di accollarseli quando vende in un determinato Stato.

Venditore con magazzini in Europa

Un’altra possibilità da tenere in considerazione per comprare dalla Cina senza dogana è quella di selezionare un venditore che, pur trovandosi in Cina, possiede dei magazzini anche in Europa: questo costituisce una grande vantaggio non solo per i tempi di spedizione, ma anche per il pagamento dei dazi, i quali non saranno dovuti semplicemente perché la merce è già stata sdoganata, cioè è già sul suolo europeo.

Prezzo del prodotto

Un altro elemento da tenere in considerazione è il costo dell’acquisto. I piccoli consumatori potrebbero trovarsi a comprare prodotti dal prezzo inferiore ai ventidue euro: al di sotto di questa soglia, i dazi non sono dovuti. Si tratta di una franchigia vera e propria, prevista solamente per gli acquisti minimi.

La soglia di rilevanza è addirittura di quarantacinque euro nel caso in cui la vendita sia fatta da un privato e non da un’azienda. Questo significa che un italiano che acquista un prodotto da un cinese non pagherà dazi doganali se riuscirà a mantenersi entro la soglia dei quarantacinque euro.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube