Business | Articoli

Cosa sono e come si usano i beacon

2 Maggio 2017


Cosa sono e come si usano i beacon

> Business Pubblicato il 2 Maggio 2017



Tutti gli usi di questa tecnologia che rivoluzioneranno il marketing di prossimità e anche musei e spazi culturali.

Li chiamano beacon e sono l’ultima frontiera della comunicazione commerciale. Se ne sente parlare sempre più spesso come di una tecnologia rivoluzionaria o quasi.

Un report del 2014 di Business Insider stima che entro il 2018 negli Stati Uniti saranno installati 4 milioni e mezzo di questi sistemi: Sono trasmettitori radio a bassa potenza che sfruttano la tecnologia Bluetooth per monitorare la presenza – fino a un raggio medio di 50 metri – di dispositivi mobili e, quando possibile, dialogare con essi ma per decifrare l’input inviato da un beacon il cellulare deve essere dotato di una app che gli permette di leggere il messaggio.

Cosa è un beacon?

In pratica è un sistema con cui possiamo connettere il nostro smartphone agli oggetti che si trovano attorno a noi o meglio la tecnologia beacon basata sul Bluetooth, consente ai dispositivi bluetooth di trasmettere e ricevere piccoli messaggi entro brevi distanze.

Le centraline beacon sono  rettangolari di pochi centimetri con una batteria, sistemate accanto all’oggetto da connettere. Per installarle è necessario chiedere l’aiuto di un esperto del settore. Un beacon costa sui 50 euro, ma va programmato. E se bisogna sviluppare una app collegata ad esso, i costi crescono ulteriormente. Con una spesa relativamente bassa gli imprenditori possono sfruttare questo strumento per offrire molti servizi ai clienti o utenti.

A cosa servono i beacon?

Le possibilità di utilizzo dei beacon sono innumerevoli. Una delle ultimissime frontiere riguarda il loro uso all’interno dei sistemi museali. I musei, infatti, sono i luoghi ideali dove sfruttare le potenzialità dei beacon, permettendo ai visitatori un rapporto più coinvolgente con le opere d’arte.

Nuovi contenuti multimediali diventano disponibili ai visitatori della struttura, a cui sarà richiesto soltanto l’installazione di un’app sul proprio smartphone. Rivenditori e brands possono aumentare il coinvolgimento dei clienti e migliorare la loro esperienza – questo è il motivo per cui rivolgono molta attenzione a questi piccoli dispositivi. Centri commerciali, grandi magazzini, e piccoli negozi distribuiti per tutta l’Europa e gli Stati Uniti stanno scommettendo su questa attraente innovazione: promozioni contestualizzate o navigazione nel centro commerciale fino all’ integrazione tra lo shopping online e offline.

Il vantaggio di usare i beacon

I beacon rappresentano un marketing non invasivo nata per aiutare e fare scoprire qualcosa di nuovo, senza nemmeno la necessità che l’utente faccia una ricerca ma per farlo interagire con il contenuto stesso.  Per tale motivo cresce sempre più attenzione sulle potenzialità dei beacon come sostituire mappe e dépliant cartacei e informazioni ripetute al microfono da qualche speaker.

Segui La Legge per Tutti Business

Se credi che La Legge per Tutti Business possa essere la pagina che fa per te ecco come fare in pochi passi per averla sempre al top della tua timeline di Facebook: clicca qui, ti si aprirà la pagina nella nuova scheda.

Clicca su mi piace e poi nella sezione «seguici»  clicca su «mostra sempre per primi». Non perderai neanche uno dei nostri pezzi e sarai sempre aggiornato. Ti aspettiamo.

note

Autore immagine: Google Immagini


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI