Diritto e Fisco | Articoli

L’app Google Maps minaccia la privacy

18 dicembre 2012


L’app Google Maps minaccia la privacy

> Tech Pubblicato il 18 dicembre 2012



È l’app più scaricata del momento: ma, a pochi giorni dal lancio (gratuito) negli store degli smartphone, l’applicazione di Google sulle mappe rischia di diventare un boomerang nei confronti della stessa azienda di Mountain View.

Un’associazione tedesca di difesa dei diritti dei consumatori ha lanciato l’allarme: il controllo della privacy, presente su Google Maps, è in contrasto con la direttiva europea sul trattamento dei dati. Difatti, al momento del primo avvio, il software invita gli utenti ad accettare i termini e le condizioni del servizio e a condividere la propria posizione, sottoscrivendo la consueta informativa. Qui sta il “gap”: la casella di opzione accanto al testo è già attivata sul “” come impostazione predefinita. In pratica, Google Maps è prefigurato con l’opzione di “opting out”: l’utente, cioè, può dire di “no”, ma, se non lo fa, sarà sottinteso il suo consenso. Invece, in materia di privacy, il consenso non può mai essere tacito. La ragione è chiara: spesso gli utenti non modificano le impostazioni predefinite, né si preoccupano di leggere le condizioni generali del servizio, un po’ per pigrizia e un po’ per incapacità. C’è dunque una notevole e sostanziale differenza tra ottenere un sì attivo da parte dei propri iscritti e non riceverne un rifiuto.

È bene ricordare che anche le informazioni sulla posizione sono considerate “dati personali”, soggette quindi alla normativa sul trattamento e sul rispetto della privacy: per essere utilizzate, dunque, è necessario un consenso informato ed esplicito.

Un precedente simile era capitato ai servizi di navigazione TomTom, una delle più note marche di navigatori satellitari. L’azienda era stata accusata di raccogliere ed elaborare i dati di geolocalizzazione anonimi, al fine di sfruttarli per mappare il traffico, senza tuttavia un preventivo ed esplicito consenso da parte dell’utente, nonostante i dati di geolocalizzazione siano da considerarsi dati personali sensibili.  

 

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI