HOME Articoli

Lo sai che? Cosa si può insegnare con una laurea in sociologia

Lo sai che? Pubblicato il 4 maggio 2018

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 4 maggio 2018

Per diventare docenti occorrono dei crediti in filosofia, psicologia e pedagogia. Tutte le opportunità di lavoro per chi sceglie questo titolo universitario.

Chi pensa di iscriversi (o lo ha già fatto) ad una facoltà di sociologia non deve disperare né dare ascolto a chi dice che si tratta una carriera priva di sbocchi. Il mercato del lavoro è impietoso in questo momento per molti laureati, ma nulla è impossibile, nulla è buttato via. Con questo titolo universitario in tasca è possibile trovare un posto in molti settori, dalle risorse umane al giornalismo, dalle relazioni con il pubblico alla ricerca, all’organizzazione di eventi e perfino all’insegnamento. Ma che cosa si può insegnare con una laurea in sociologia? Come vedremo, pur con dei limiti, ci sono delle occasioni fornite anche dalla più recente classificazione di questa laurea, che oggi abbraccia tre ambiti: la filosofia, la psicologia e le scienze dell’educazione. Tuttavia, non conviene fermarsi a quello che in teoria potrebbe sembrare l’ultimo step, cioè quello del conseguimento della laurea in sociologia: per partecipare ad un concorso che dia la possibilità di insegnare occorre fare altri esami e, quindi, essere il più preparati possibile.

Laurea in sociologia: che cosa offre

Premessa fondamentale: la legge riconosce la laurea in sociologia come un titolo equipollente alle lauree in Scienze politiche ed in Economia e Commercio, anche se non dà il diritto ad iscriversi all’Albo dei dottori commercialisti [1]. Significa, comunque, la laurea in Sociologia dà il diritto a partecipare ad un concorso in cui vengano richieste una delle altre due lauree, come precisato dal Consiglio di Stato [2].

Detto questo, il corso di laurea in sociologia è articolato in due momenti: una parte propedeutica (durante la cosiddetta triennale) ed una seconda fase che comprende diversi indirizzi in grado di formare le varie figure professionali.

L’indirizzo politico-istituzionale

Chi sceglie questo indirizzo per ottenere la laurea in sociologia può trovare un lavoro come:

  • quadro politico e sindacale;
  • funzionario di un ufficio studi o di un ufficio stampa di un ente pubblico o privato;
  • esperto in assistenza ai detenuti;
  • ricercatore specializzato in studi politici, parlamentari, penali e criminologici.

L’indirizzo organizzativo, economico e del lavoro

Si tratta di un percorso che porta alla laurea in sociologia per potersi inserire in imprese, enti privati e cooperative oltre che nella Pubblica amministrazione come:

  • esperto in relazioni industriali e sindacali;
  • addetto alla selezione, alla formazione e all’aggiornamento delle risorse umane;
  • esperto di orientamento e collocamento al lavoro;
  • tecnico della ricerca e dell’intervento, della progettazione organizzativa e dell’innovazione;
  • consulente o addetto alle pubbliche relazioni, al marketing o alla pubblicità;
  • esperto di statistica, di sondaggi demoscopici e di ricerche di mercato;
  • formatore per organizzazioni sociali, imprese, enti pubblici e Ong;
  • esperto di gestione di strutture operative di rete;
  • quadro di organizzazioni economico-sociali e di strutture di volontariato.

L’indirizzo territorio e ambiente

La laurea in sociologia con indirizzo territorio e ambiente permette di acquisire un profilo per lavorare nella Pubblica amministrazione e nelle Asl oppure in associazione private (anche di volontariato) e cooperative svolgendo una di queste mansioni:

  • sociologo e ricercatore nella pianificazione del territorio;
  • ricerca e coordinamento di interventi socio-sanitari;
  • sociologo e coordinatore di cooperative di servizi;
  • sociologo e ricercatore sul rischio ambientale;
  • organizzatore di gruppi e strutture in comunità locali o rurali;
  • organizzatore di gruppi e strutture (centri sociali) nelle comunità locali urbane (quartieri) e rurali.

L’indirizzo comunicazione e mass-media

È tra gli indirizzi più ricercati, complice il fascino di lavorare nei media o nel mondo della comunicazione. Non è sinonimo di giornalismo, anzi: gli sbocchi professionali di chi ha una laurea in sociologia con questo indirizzo sono molti di più (e nella maggior parte dei casi più redditizi, visto come gira il mondo dell’editoria per chi vuole fare il mestiere del cronista). Per esempio:

  • analista, intervistatore o ricercatore nell’ambito della comunicazione delle nuove tecnologie, delle tecniche di promozione o della propaganda elettorale;
  • tecnico di ricerca sulla comunicazione e della progettazione comunicativa nei settori pubblico e privato;
  • operatore delle risorse umane, della formazione e dell’orientamento;
  • esperto di comunicazione interna delle industrie e dell’immagine di enti pubblici o privati;
  • addetto o responsabile di un ufficio stampa.

Laurea in sociologia: come si arriva ad insegnare?

Ed eccoci alla domanda di fondo: cosa si può insegnare con una laurea in Sociologia? Come abbiamo detto all’inizio, le materie sono diverse: oltre alla sociologia, infatti, è possibile insegnare anche filosofia, pedagogia e scienze dell’educazione. Ci sono, però, dei limiti. Il più significativo è quello che riduce ad una sola classe di concorso le aspirazioni dei laureati in sociologia per poter insegnare quelle materie. Si tratta della 36/A o LM-88. Per accedere alla quale, per di più, occorre sostenere degli esami specifici. Insomma, nulla è impossibile, ma nemmeno scontato: bisogna ottenere 24 crediti formativi in ciascuna delle discipline (appunto sociologia, filosofia, pedagogia e psicologia). Nello specifico, i codici degli insegnamenti da seguire per avere i crediti che consentano di iscriversi alla classe di concorso sono:

Filosofia:

  • M-FIL/01;
  • M-FIL/02;
  • M-FIL/03 o 04;
  • M-FIL/06, 07 o 08;
  • M-STO/05.

Pedagogia:

  • M-PED/01;
  • M-PED/02;
  • M-PED/04.

Psicologia:

  • M-PSI/01;
  • M-PSI/02;
  • M-PSI/04;
  • M-PSI/05 o 06.

Sociologia:

  • SPS/07;
  • SPS/08;
  • SPS/09;
  • SPS/11;
  • SPS/12.

Quindi, per ciascuna di queste discipline bisogna ottenere 24 crediti formativi per potersi iscrivere al concorso che consente di insegnare con una laurea in sociologia.

Ottenuti i crediti, è possibile inviare agli istituti scolastici la domanda di messa a disposizione, che verrà presa in considerazione in caso di esaurimento delle graduatorie. Sarà necessario, comunque, fare un tirocinio formativo per diventare docente di ruolo.

note

[1] DPR 1067/1953.

[2] Cons. Stato sent. n. 342/1982 del 18.06.1982.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI