Business | Articoli

Come verificare i chilometri dell’auto usata

7 Maggio 2017


Come verificare i chilometri dell’auto usata

> Business Pubblicato il 7 Maggio 2017



Evitare le truffe sulla autovetture usate! Ecco come verificare i reali ed effettivi chilometri percorsi da un’auto. Cosa fare e come comportarsi…

Quando si acquista un’auto usata bisogna prestare molta attenzione a non ricadere in un raggiro.

Una delle truffe più comuni è quella delle auto con i chilometri «scalati».

Ti spieghiamo come fare per controllare se i chilometri dell’auto che hai intenzione di acquistare sono quelli effettivi o meno e come difenderti nel caso in cui dovessi ricadere in un raggiro.

Intanto partiamo da una breve descrizione della più comune tra le truffe dell’auto usata.

Cos’è la truffa dei chilometri scalati

È sempre bene fare una verifica dei chilometri dell’auto quando si sta decidendo di acquistare un’auto usata. La truffa, infatti, ha un’altissima incidenza e viene messa in atto non solo dai venditori privati, ma spesso anche in alcune concessionarie poco affidabili.

Lo scopo è quello di vendere un’auto che ha tanti chilometri e quindi un prezzo basso, per un veicolo nuovo proprio perché con pochi chilometri. Si tratta di un’operazione, come è evidente, assolutamente illegale e che in quanto tale viene punita dalla legge, a patto però che la truffa venga dimostrata.

Come capire i chilometri reali di un’auto

La prima cosa da fare, per capire se sull’auto usata sono stati scalati dei chilometri, è (banalmente) usare il buon senso: ad esempio è praticamente impossibile (o comunque molto strano) che una macchina usata del 2010 abbia percorso 10mila chilometri! In casi come questo è corretto insospettirsi: si presuppone che un’auto percorra mediamente circa 10/15 mila chilometri all’anno. Per questo motivo è fondamentale richiedere il libretto di manutenzione della macchina. Tramite tale strumento infatti, è possibile vedere quando sono stati effettuati i tagliandi e controllare i dati reali. Inoltre, se si ha un meccanico di fiducia, è una pratica corretta quella di farla visionare prima di procedere all’acquisto. Al tecnico basterà controllare ad esempio il motore, la frizione, o la pelle del volante, o ancora la pedaliera, per capire quanti km effettivi può aver percorso quell’auto.

Controllo dei chilometri attraverso le officine autorizzate

È bene tenere presente, inoltre, che le officine della casa costruttrice hanno degli strumenti elettronici di diagnosi che sono in grado (la maggior parte delle volte) di controllare il chilometraggio riportato sul diplay del cruscotto e quello effettivamente percorso dall’auto. Un modo abbastanza semplice di smascherare i chilometri «taroccati».

Controllare la percorrenza di un’auto con una visura al Pra

Per essere sicuri che alla macchina usata non siano stati scalati dei chilometri, è possibile richiedere una visura per targa al Pra: anche se il documento non indica il chilometraggio, si può risalire ad alcune informazioni importanti che danno l’idea del percorso di vita di quell’auto (per approfondire Come fare la visura di un veicolo).

E se ci si rende conto che l’auto ha i chilometri ritoccati?

Se ci si rende conto che i chilometri sono stati ritoccati, previa dimostrazione di quanto rilevato, sarà giusto – sicuramente – chiedere uno sconto sul prezzo del mezzo. Ma se si vuole andare per vie legali, è bene sapere che la competenza in materia di pratiche commerciali scorrette è dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Quindi, la prima cosa da fare, in caso di sospetto, è fare una segnalazione, magari con l’assistenza di un’associazione di consumatori o tramite il professionista di fiducia.

Difendersi dalla truffa dei chilometri scalati: occhio al contratto

Bisogna inoltre anche stare attenti al contratto stipulato al momento dell’acquisto, che di solito riporta clausole vessatorie o limitative dei diritti sanciti dal Codice del Consumo [1]: l’Unione Nazionale Consumatori, in tal senso, ha recentemente richiesto all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato di avviare una estesa indagine conoscitiva.

Per farsi un’idea delle garanzie che è necessario avere nell’acquisto di un’auto usata e di un’auto nuova, ti consigliamo di dare uno sguardo al nostro approfondimento «Acquisto auto quale garanzia sul nuovo e sull’usato»

note

Autore immagine: Google Immagini

[1] Cod. Cons. art. 129, 2° c.  


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI