Diritto e Fisco | Articoli

Fidanzata minorenne: quali rischi?

7 Maggio 2018
Fidanzata minorenne: quali rischi?

Età del consenso: chi ha una fidanzata con meno di 18 anni non rischia nulla ma se ne ha meno di 16 scattano i problemi legali. Ma solo se si hanno rapporti sessuali.

Di questi tempi i ragazzi iniziano ad avere relazioni e rapporti sessuali anche in età molto giovane: sicuramente prima dei 18 anni ma, in alcuni ambienti, già a 12, 13 e 14 anni. Il che, tuttavia, per la legge non è sempre legale. A rischiare ovviamente non è il più giovane ma quello (o quella) più adulto/a o, se quest’ultimo/a ha meno di 16 anni, i suoi genitori. Ovviamente, ciò che punisce la legge non è l’avere una fidanzata minorenne bensì consumare un rapporto sessuale con questa. Bisogna stare molto attenti perché, in tali casi, c’è il rischio di un processo penale. Le cose peraltro non cambiano se, all’esito del rapporto sessuale, lei resta incinta (la gravidanza non è considerata né un’aggravante, né un’attenuante). Sul campo si registra molta disinformazione, non solo (evidentemente) in merito alle tecniche contraccettive, ma anche sulle conseguenze di tipo legale. Ecco perché, per dipanare almeno le incertezze relative a quest’ultimo punto, abbiamo voluto spiegare qui di seguito, in caso di fidanzata minorenne, quali rischi corre colui/colei che è più adulto.

Si può avere una fidanzata minorenne?

Possiamo partire da un punto certo: la legge non vieta l’avere una fidanzata (o un fidanzato) minore d’età. La legge vieta solo i rapporti sessuali con quest’ultima a condizione che abbia meno di 14 anni. Da 14 anni in poi è lecito fare sesso con un minorenne. I quattordici anni sono infatti considerati l’età del consenso [1]. Il semplice rapporto affettivo di tipo platonico è naturalmente consentito a qualsiasi età sempre che non si spinga in atti di autoerotismo o nell’indurre il minore con meno di 14 anni ad assistere a scene di sesso altrui.

Lo stesso divieto vale anche per i rapporti omosessuali: quindi come è vietato tra due eterosessuali avere un rapporto se uno dei due ha meno di 14 anni, lo stesso vale per i gay.

Cosa rischia chi ha rapporti sessuali con una minorenne o un minore?

L’avere rapporti sessuali con una persona da 14 anni in su non è reato e, quindi, non si rischia nulla.

L’avere rapporti sessuali con una ragazza o un ragazzo con 13 anni è reato solo se la persona più adulta ne ha almeno 18. Se invece quest’ultima ha 14, 15, 16 o 17 anni non è reato. È legale un rapporto tra una tredicenne e un diciassettenne.

L’avere rapporti sessuali con una ragazza o un ragazzo con 12 anni o meno di 12 anni è sempre reato.

Il reato comporta la reclusione da cinque a dieci anni.

Se l’atto sessuale è commesso da un minorenne chi è responsabile?

L’età della cosiddetta imputabilità – quella cioè in cui si è responsabili personalmente dei reati commessi – è di 16 anni. Quindi, se il più grande dei ragazzi che ha commesso l’atto sessuale ha meno di 16 anni, a rispondere del reato in questione sono i suoi genitori. Viceversa, se il giovane più adulto ha compiuto almeno 16 anni, del reato ne risponde lui personalmente.

Dunque, se un ragazzo di 16 anni ha rapporti sessuali con una 14enne non commette reato. Non lo commette neanche se la ragazza ha 13 anni (come detto, infatti, chi ha 13 anni non può avere rapporti solo con persone che hanno da 17 anni in su, mentre li può avere con persone più giovani).

Se un ragazzo di 16 anni ha rapporti con una dodicenne egli subisce un processo penale per il reato di «atti sessuali con minore» [1].

Se il ragazzo che ha rapporti con una dodicenne ha invece meno di 16 anni, al posto suo ne risponderanno i suoi genitori.

Se lei finge di avere più di 14 anni sono responsabile?

Immaginiamo un caso tipico di un uomo che si spinga ad avere rapporti sessuali con una ragazzina che, pur avendone meno di 14, si “atteggi” a ragazza più grande. “Atteggiarsi” significa semplicemente “apparire” e non dichiarare di esserlo. In ogni caso, l’atteggiamento della giurisprudenza a riguardo è molto rigoroso. Come infatti abbiamo spiegato in A quale età si possono avere rapporti sessuali?, chi ha l’intenzione di fare sesso con una persona che anche lontanamente può apparire con meno di 14 anni deve prendere tutti gli opportuni accorgimenti per escludere il reato, finanche chiedere l’esibizione della carta d’identità. Oggi peraltro grazie al profilo Facebook di una persona è ben possibile conoscere la data di nascita, sicché la scusa dell’ignoranza è molto più difficile da sollevare.

Se la mia fidanzata minorenne resta incinta sono responsabile?

Chi mette incinta una ragazza con meno di 18 anni non è responsabile se:

  • lei ha più di 14 anni;
  • lei ha più di 14 anni e lui non più di 16.

In tutti gli altri casi, scatta la responsabilità penale non per la gravidanza ma per l’atto sessuale in sé. Il reato, in pratica, sarebbe scattato anche in assenza di gravidanza.

Un minorenne può avere un rapporto sessuale con altro minorenne?

Sì, a condizione che il più giovane non abbia meno di 14 anni. Se il più giovane ha 13 anni, tra i due non deve esservi una differenza d’età di più di 3 anni.

Se il più giovane ha 12 anni è reato. Se entrambi hanno compiuto i 14 anni, il limite dei 3 anni di differenza d’età non si applica.

Prostitute minorenni: quali regole valgono?

Le stesse regole che abbiamo appena detto non valgono invece per le prostitute. Ricordiamo innanzitutto che in Italia la prostituzione non è un reato. La legge però vuole che una ragazza con almeno 14 anni, sebbene sia libera di avere rapporti sessuali con altre persone, non può farlo per soldi. La prostituzione infatti non è legale con chi ha meno di 18 anni. Per prostituirsi insomma bisogna necessariamente essere maggiorenni.



24 Commenti

  1. ma figuriamoci. I ragazzi sono “bambini” fino al 18esimo anno di età.. se l’età è adeguata ok.. altrimenti se un 60enne ha rapporti con una 16enne o una 17enne non è pedofilia?? ma su.. dai..

    1. A rigor di legge, NO, se fa fede “l’età del consenso”. Certo che comunque 60 anni VS 17… la sola idea già fà schifo. Una cosa però non mi quadra: Se ho ben compreso, uno sporcaccione 60enne dunque può farlo consensualmente con una 17enne, addirittura con una 14enne e non commetterebbe alcun reato, però un 17enne (cioè un ragazzino ancora minorenne) se fa sesso con una 13enne (che magari ne ha dichiarati 14) é un pedofilo e dovrà affrontare un processo. Decisamente, qualcosa non torna…

      1. Se a una 17enne fa schifo andare con un 60enne, non gli manca certo la bocca per dirgli di no e questo vale a qualunque età. Se poi, per quanto possa sembrare strano, ci sono casi di 17enni a cui non fa schifo andare con un 60enne, almeno finchè la legge lo consente (stando a questo articolo)….cavoli loro. AMEN.

      2. C’è un motivo valido se un ragazzo di 17 anni commette reato se fa sesso con una di 13 anni. Questo perché dai 14 anni in poi è riconosciuto il fatto che il corpo biologicamente si è formato per avere rapporti sessuali. Quello che NON torna ma esiste anche in quel caso un perché, è il fatto che se un ragazzo o ragazza di 16 fa sesso con un soggetto maschile o femminile di 13 non commette reato mentre quello di 17 si. Ripeto, anche in questo caso ci sono dei perché ben spiegati ma bisogna andare da un avvocato o qualcuno di simile che conosca la materia in merito.

    2. Pedofilia in termini medici significa andare con chi non ha raggiunto la maturità sessuale. Quindi l’attrazione per bambini e bambine PRE PUBESCENTI, che ancora non hanno raggiunto la pubertà, quindi in genere prima dei 13 anni. Ovvio uno di 60 anni e una di 16 nn è normale, ma sono casi rari . Esistono anche ragazze gerontofile cioè attratte dai vecchi ma questo è un feticismo.

      1. in paese dove sono io girano voce che lui48 enne lei 16 entrambi consenziente hanno una relazione come due fidanzati, ma come e possibile? entrambi consenziente possono avere questa relazione senza persecuzione penale?
        . addirittura vorrebbero vivere assieme ma nn possono perché nn a 18 anni.

    3. Una volta erano bambini a quell’età ora invece sanno molto bene cosa fanno. Poi se vogliono loro, possono fare quello che gli pare e che gli passa per la testa.

    4. Ma va là. Figurati che a 15 anni la mia amica Samantha non voleva più giocare a nascondino con me, che ne avevo ancora 11 nell’anno dei 12 e mia mamma mi diceva “Martino, ormai si è fatta grande, è una signorina, non è più la bambina che ricordavi. Ormai devi lasciarla perdere. Non puoi pretendere che una signorina giochi ancora al nascondino” e io ci rimanevo da schifo perchè avevo perso le sole opportunità che avevo di vederla (la volevo come morosa ma lei mi diceva “sei troppo giovane”). A rigirare il coltello nella piaga c’era la canzone “IL TEMPO SE NE VA” di Celentano, dove non mi sembra che le adolescenti vengano viste come delle BAMBINE. Lo stesso dicasi per il mio prof di religione quando ci diceva “non chiedetemi il permesso per andare in bagno, basta che andiate uno alla volta, basta che non andiate a fumare spinelli e che non rimaniate più del tempo necessario per fare i bisogni”, che all’età di 15o 16 anni ritengo siate abbastanza grandi per essere trattati da colleghi e non da bambini dell’asilo o delle elementari che dicono “maestra/suora, posso andare a fare la pipì?”. Per il resto anche una 20enne che va con un 60enne a qualcuno può fare schifo, figurati che a me già quelle di 8 anni più giovani mi dicono ancora adesso di avere troppi anni in meno di me, quindi non c’entra maggiorenne/minorenne.

      1. Condivido il tuo pensiero, oggi le ragazze di 15 anni sono più adulte di quelle della generazione passata, che piaccia o meno. Mi capita spesso di vedere ragazze di 15 e 16 anni in bikini e penso agli anni che sono passati per me e non ho mai combinato niente. Ovvio che uno le possa guardare. Quello che mi fa schifo e chi non la pensa come me, meglio che non commenti, non sono le ragazze di 15, 16 e 17 anni che possono fare sesso con un uomo adulto, ma sono i preti pedofili che vanno con i bambini e MAI che ci siano condanne esemplari per loro. Il vaticano è lo schifo non solo di questo paese, ma di tutto il mondo.

        1. Non solo questa generation, ma anche quella di 20 anni fa. Addirittura quando espongo il mio esempio di Samantha (che aveva 15 anni nel 92 quando io ne avevo 12) mi dicono “erano altri tempi”. Se erano altri tempi, si ha il beneficio del dubbio che oggigiorno stiamo degenerando e pertanto minorenni per qualcuno è sinonimo di minorati mentali e che una 17enne sia equiparabile a una bambina da 10 anni o poco più se non più piccola e poi una 18enne sia equiparabile a un 50enne tutta in una volta allora. Ai miei tempi si diceva (e addirittura a 13 anni, neanche 14) “Ormai sei nell’età dello sviluppo, quallo che hai adesso te lo porti appresso a vita. Se non metti la testa a posto adesso, non la metti più”, infatti fino a quell’epoca a 15 anni si aveva la testa a posto, pronti per andare via di casa, oggi invece a 17 anni ci sono ragazzacci che strisciano le carrozzerie delle auto alla gente e i loro genitori li difendono dicendo “Ma sono solo ragazzate, sono solo ragazzini”, invece di dar loro un bel calcio nel sedere. Poi cmq se i fidanzati sono più grandi delle ragazze, una ragazzina di 15, \6 o 17 anni ha inevitabilmente il fidanzato 20enne maggiorenne (hanno pochi anni di differenza? Allora perchè non imporre i pochi anni di differenza anche tra adulti visto che i problemi di questo tipo possono esserci sempre?)

          1. Il 17enne (maschio o femmina) che va col 13enne (maschio o femmina) non è detto che sia punibile. Se ha 17 anni e 2 mesi e l’altro ha 13 anni e 8 mesi, NON è punibile perché il divario d’età è minore di 4 anni, e, in ogni caso, se il divario superasse i 4 anni di poco, i tribunali dei minori, salvo situazioni in cui ci sia stata violenza o abuso, quasi sempre lasciano correre archiviando il fatto per lieve tenuità.
            Il motivo della differenza di età tra i minorenni è sempre stato misterioso, ma c’è: in poche parole, dal 15 Febbraio 1996 (ossia, quando è stata emanata la legge 66/1996), l’età del consenso è 14 anni per i maggiorenni, e 13 anni per i minorenni. In questo modo, però, senza specificare una differenza d’età precisa, se un individuo di 13 anni e 6 mesi iniziasse una relazione sessuale con un individuo di 17 anni e 10 mesi, non risulterebbe reato, mentre dopo 2 mesi si, perché il più giovane avrebbe 13 anni e 8 mesi, mentre il più vecchio avrebbe appena superato i 18, diventando così maggiorenne mentre il partner non avrebbe ancora raggiunto i 14 anni; ma ciò, ovviamente, sarebbe assurdo.
            Invece, inserendo il requisito di una differenza d’età pari o inferiore a 4 anni, questo problema sparisce, ma ci fu un errore nella stesura della legge 66/1996, in cui scrissero che la differenza d’età non doveva essere superiore a 3 anni, anziché 4 anni. Questo errore è stato corretto dalla legge 69/2019 emanata il 19 Luglio 2019, che ha modificato appunto le parole “3 anni” con “4 anni”.
            Rimane comunque assurdo che un 60enne possa tranquillamente andare con una 14enne, mentre un 18enne o un 19enne rischia grosso se va con una 13enne. La legge andrebbe ulteriormente modificata, anzi, tutto il codice penale, a mio avviso, prima o poi, andrebbe riscritto da capo, visto che ha ben 90 anni, e tra 10 anni ne avrà ben 100.

  2. Secondo me più che perseguire un reato che amio parere se viè consenso di entrambe non si configura perchè non v’è dolo, ma è più facile eprseguire reati cosi idioti che fare pulizia di pedofili in vaticano!!!!

  3. Fermo restando che una persona adulta non dovrebbe nemmeno guardarle le minorenni, la questione di ragazzini che si atteggiano a “ragazzi più grandi” é più frequente di quanto si pensi, basti pensare ai minorenni che frequentano i locali notturni e bevono alcolici, ai quali non ho mai visto chiedere un documento. Paradossalmente, bimbette che mentono sull’età potrebbero mettere nei guai ragazzetti di 16-17 anni piuttosto che incastrare pedofili veri e propri. Complice il fatto che nessun adolescente chiederà mai la carta d’Identità ad una ragazza. La tesi di facebook però, secondo la mia modesta opinione non regge proprio e non può essere invocata, almeno da sola, per “smontare” l’ignoranza dell’età. Chi certifica l’autenticità dei dati forniti in sede d’iscizione al servizio? Credete davvero che i dati delle persone che stanno su FB siano sempre tutti o in parte veritieri? A me non sembra che vengano verificati documenti per iscriversi a FB,o che FB rappresenti (almeno ufficialmente) un’Autorità perciò in caso di beghe legali secondo me un avvocato potrebbe avere gioco facile.

  4. Non c è nulla di male fare sesso con una bimba di14 anni consenziente anche se il maggiorenne ha 50 anni!!!

    1. Sono della stessa idea. Se una ragazza di 15 anni va con uno di 40 e sono consenzienti entrambi i genitori di lei non possono ne dire ne fare niente. I veri pedofili sono in chiesa, i preti, cardinali, vescovi…quelli vanno presi.

    1. Guarda, in genere si presume che a 12 anni (e anche a 13) abbiano altri interessi (che ne so, giocare con le bambole, giocare con il pallone, pattinare, leggere i libri di fiabe, girare con la bicicletta), e se a 12 anni sono così, figuriamoci più piccoli/e, quindi se si è attirati da figure in quell’età (o addirittura PIU’ PICCOLI/E) si è PEDOFILI e su questo non si discute, ma una 15enne, 16enne o addirittura 17enne!?! Per un anno, due o poco più di una diciottenne, definirla bambina o definire pedofilo chi ne è attratto!?! Ma mi viene da ridere! A ‘sto punto facciamo così anche con gli adulti (la vedreste voi una trentenne con un 80enne!?! Magari!!!!!! o una 18enne che va ancora a scuola e non ha ancora fatto gli esami di stato con un vecchio barbogio!?! C’è chi mi dice “E’ più accettabile perchè entrambi maggiorenni e quindi in grado di prendersi le loro responsabilità?” e le 15enni o 17enni cosa sono? Delle cretine? Ci sono ragazzine 15enni che hanno più cervello di tante racchie da 50 anni che non hanno ancora capito cosa sia giusto e cosa sia sbagliato con 50 anni per gamba!)

      1. Guarda anche se io sono piu unico che raro sono entrato in puberta a 10 anni in quinta elementare
        E ricordo benissimo le mie prime pulsioni (che non capivo assolutamente) e purtroppo non avevo nessuno con cui parlarne e solo tanti anni dopo ho potuto sapere cos’era
        In ogni caso non ho capito la tua risposta
        Mi hai detto che se due ragazzini di 12 anni sbombolano tra di loro sono tutti e due pedofili?

        1. Guarda, se è per quello allora a me piacevano quando avevo 3 anni Heather Parisi, Eleonora Brigliadori e Bonnie Bianco, poi a 5/6 Giorgia Passeri (Ex conduttrice di Ciao Ciao programma per bambini su Rete4) e Manuela Blanchard (ex conduttrice di Bim Bum Bam su Italia 1 a fianco di Paolo Bonolis), mentre a 10 anni mi piacevano Cristina D’Avena e Gabriella Golia (ex annunciatrice di Italia 1), però…bisogna porre dei limiti a tutto. Così come ci sono bambini che per esempio saprebbero andare via in auto da soli a 10 anni (se non prima), non si può certo lasciarli andare per strada con l’auto perchè magari sono precoci e lo stesso dicasi per le attività erotiche e sessuali. Non ho detto che due ragazzini di 12 anni se sbombolano sono PEDOFILI entrambi, (i pedofili sono gli ADULTI attratti da chi non è ancora entrato nella maturità fisica/sessuale, non anagrafica o mentale, che non è detto che si raggiunga con il compimento della maggiore età e non è detto che la maturità mentale non ci sia prima del compimento sempre di quest’ultima), sennò i bambini che hanno la fidanzatina sarebbero pedofili tra loro, però non gli è certo concesso di “giocare con il pistolino” come se fosse una cosa normale a quell’età. (se poi lo fanno non visti dagli educatori, e avevo un compagno di classe alle elementari che a 7 anni faceva certe cose da solo per es. , io non posso certo pormi il problema perchè non ho figli, non sono un maestro d’asilo o delle elementari etc. e non è compito mio quello di indagare)

          1. Quindi riassumendo datosi che questo è un sito che parla di legge cosa dice la legge a riguardo?

        2. Quindi, riassumendo, la legge dice che dai 14 anni in sù (se consenzienti, ovvio, e questo vale a qualunque età), a qualunque età si può, mentre tra minorenni non ci deve essere più di un tot di anni di differenza (3) e si deve averne compiuti almeno 13. Cmq tra minorenni non mi interessa, giacchè io non lo sono. So che dai 14 in poi se consenzienti e se non dietro pagamento o stato di ebrezza, si può.

      2. Verissimo il suo punto di vista. Avevo un ex collega di lavoro ancora agli inizi del 2000. Era molto bravo con le donne e si portava a letto anche le minorenni(aveva 35 anni all’epoca). Sapeva molto bene quello che faceva e nessuno si sarebbe degnato di dirgli che lo denunciava perché le denunce sarebbero partite dalle ragazze stesse che con lui godevano. Quindi questo falso moralismo e bigottismo sono la vergogna del mondo. Personalmente mi fa più schifo vedere una di 30 anni che va con uno di 70 per i soldi che di una 15 che lo fa per puro divertimento o anche per un sentimento con uno di 40 o 45 anni. Sempre che non ci siano di mezzo soldi, alcol, violenze o cose simili. I problemi nel mondo sono ben altri. Ovvio che uno che è attratto da una 12 qualche problemino lo ha, lo ha eccome. Ma è anche vero che oggi le 15 sono molto mature per la loro età e hanno ragione ad andare con chi vogliono loro. Avessi io quell’età mi sarei divertito con quelle più mature e ora sicuramente sarei una persona migliore con più esperienza e più coraggio ma la vita spesso non ti sorride. Ora la mia situazione è davvero ridicola(non entro in merito) ma ci sono milioni di persone nel mondo che ora per colpa di questo bigottismo hanno problemi che poi a loro volta crea una paura radicata che è quasi impossibile da togliere. Questo perché quando eravamo giovani non avevamo idea di come si dovesse vivere e se pensavamo soltanto di andare con una donna più matura saremmo stati etichettati come dei “soggetti da curare”. Concludo scrivendo che il libero arbitrio di una persona non si tocca, anche se ha 15 anni.

        1. Se a 14 anni si può fare sesso anche con chi ha 30, 40 o 50 anni, non vedo perché a 13 anni non lo si possa fare con chi ne ha 18, 19 o 20, visto che la cosa è decisamente più normale. Presumere che sotto i 14 anni non si abbiano gli istinti sessuali è una fesseria assurda: lo sviluppo sessuale è una cosa soggettiva, non esiste un limite uguale per tutti, e soprattutto è una cosa graduale, mica istantanea. Ah, la differenza d’età concessa per chi ha 13 anni è 4 anni, non 3, lo ha corretto la legge 69/2019, in quanto tale requisito serve ad evitare che, in una relazione tra 17enne e 13enne, il 17enne compia 18 anni prima che il 13enne ne compia 14, diventando così reato (perché sarebbe 13enne con maggiorenne) mentre prima non lo era, ma sarebbe assurdo.

          1. Suggeriamo la lettura dei seguenti articoli:
            -Sesso coi minori: cosa si rischia? https://www.laleggepertutti.it/208716_sesso-coi-minori-cosa-si-rischia
            -A quale età si possono avere rapporti sessuali? https://www.laleggepertutti.it/170970_a-quale-eta-si-possono-avere-rapporti-sessuali
            -Cosa rischia un minorenne per i rapporti sessuali col coetaneo? https://www.laleggepertutti.it/179255_cosa-rischia-un-minorenne-per-i-rapporti-sessuali-col-coetaneo
            -Mandare messaggi d’amore a una minorenne è reato? https://www.laleggepertutti.it/282005_mandare-messaggi-damore-a-una-minorenne-e-reato
            -Cos’è la pedofilia https://www.laleggepertutti.it/227249_cose-la-pedofilia
            -Chat con minori: attenti alle allusioni erotiche https://www.laleggepertutti.it/42448_chat-con-minori-attenti-alle-allusioni-erotiche

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube