HOME Articoli

Lo sai che? Il contratto di comodato non conta: l’ufficiale deve pignorare tutto

Lo sai che? Pubblicato il 21 dicembre 2012

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 21 dicembre 2012

L’ufficiale giudiziario deve pignorare tutti i beni presenti nella casa del debitore, anche se quest’ultimo affermi che siano di proprietà di terzi e produca un contratto di comodato con data anteriore al pignoramento.

La Cassazione, in tema di pignoramento, ha chiarito che l’ufficiale non può entrare nel merito della proprietà dei mobili e stabilire quali beni appartengano al debitore e quali invece appartengano ad altri soggetti [1].

La legge presume, infatti, che tutti i beni che si trovano nella materiale disponibilità del debitore, e quindi vengano trovati all’interno del suo domicilio, siano a lui appartenenti. Si può certo provare il contrario, ma ciò non può avvenire con una scrittura privata come potrebbe essere un contratto di comodato. Facile sarebbe, in questo modo, sottrarre i beni al pignoramento trovando un amico compiacente che simuli un prestito e dichiari – in modo falso – di essere lui il legittimo proprietario di tali beni.

E se davvero uno di questi beni è di proprietà di un terzo? A quest’ultimo non rimane che fare l’opposizione all’esecuzione e rivolgersi al giudice [2].

Dunque, l’esecutato non può evitare il pignoramento solo mostrando il contratto di comodato dal quale risulti che tutti i mobili della casa appartengono ad un altro soggetto (nel caso deciso dalla Cassazione, si trattava di una società) che glieli ha concessi in comodato. Se l’ufficiale giudiziario “si fida” il debitore, è tenuto a pagare i danni al creditore in solido con il Ministero della Giustizia.

note

[1] Cass. sent. n. 23625/2012 del 20.12.2012.
[2]
Art. 619 c.p.c.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI