Diritto e Fisco | Editoriale

Come denunciare una persona che ti pedina

17 giugno 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 17 giugno 2018



Se una persona ti pedina, e ciò crea in te uno stato di ansia e turbamento, puoi denunciarla ai carabinieri.

Ti è capitato di sentirti seguito? Inizialmente pensavi si trattasse di una coincidenza ma poi, trovandoti una persona sempre dietro, hai iniziato a temere di essere pedinata, che sapesse dove vivi e conoscesse bene le tue abitudini? Se questa situazione ha determinato in te uno stato di ansia e di panico, la paura seria che qualcuno potesse farti del male e ti sei chiesto cosa poter fare, potrai trovare la risposta in questo articolo. Andiamo con ordine analizzando i reati che si possono configurare e, soprattutto, approfondendo quando e come denunciare una persona che ti pedina.

Chi ti pedina commette molestie?

Se una persona ti pedina e ti segue di nascosto non commette, per ciò soltanto, alcun reato, in quanto, in Italia non esiste il delitto di pedinamento. Cosa significa questo? Che se pedino con discrezione una mia inquilina (che mi conosce bene e che non avrebbe mai paura di me), non commetto reato; al contrario, se seguo una persona e creo in lei turbamento, ansia e paura per la sua sicurezza, ne rispondo penalmente. Questa è la sottile (ma non banale) differenza che c’è tra un pedinamento illecito ed uno che potremmo definire lecito.

Abbiamo chiarito che il pedinamento, in quanto tale, non costituisce reato ma è bene precisare che può essere ugualmente punito nel caso in cui determini nella vittima un senso di tormento, disagio ed irritazione tali da configurare il delitto di molestie [1]. In sostanza, la molestia è tale se crea nella vittima un turbamento del proprio benessere fisico e morale con la precisa volontà di interferire inopportunamente nell’altrui sfera di libertà, senza un giustificato motivo.

Volendo fare un esempio pratico possiamo pensare ad un padre che segue la ex moglie per vedere sua figlia e sincerarsi che stia bene: in questo caso, nonostante il fastidio provato dalla ex coniuge, questa non potrà ottenere la punizione del marito per molestie, in quanto il suo comportamento, che peraltro non determina timore e turbamento nella ex moglie, si giustifica per l’interesse a vedere la figlia.

In ogni caso, affinché vi sia molestia è necessario che il comportamento incriminato sia commesso in luogo pubblico o aperto al pubblico. Un luogo è pubblico quando vi si può accedere liberamente, senza che vi siano limitazioni; immaginiamo una piazza. E’ invece, aperto al pubblico un luogo privato al quale, però, è possibile accedere a determinate condizioni oppure in determinati momenti; immaginiamo un cinema, un teatro: può accedervi chiunque a condizione che paghi un biglietto di ingresso e vada nei giorni e nelle ore prestabilite.

Per concludere possiamo allora dire che se Tizio ti pedina, senza motivo, mentre sei per strada o al cinema e ciò crea in te ansia e paura, puoi denunciarlo per molestie; ma come denunciare una persona che ti pedina?

Quando il pedinamento è stalking?

Se il pedinamento non si limita ad un comportamento sporadico, seppure fastidioso, idoneo (come abbiamo chiarito) a configurare il reato di molestie, ma si protrae con insistenza fino a trasformare l’ansia ed il fastidio in timore di subire del male, allora il discorso è diverso: potrebbe diventare stalking [2].

Lo stalking si configura ogni qualvolta:

  • vi sia reiterazione di minacce o molestie;
  • vi sia un perdurante e grave stato di ansia o di paura o un fondato timore per l’incolumità propria, di un prossimo congiunto o di una persona legata alla stessa da una relazione affettiva;
  • vi sia un’alterazione delle abitudini di vita della vittima.

In un’epoca, come la nostra, nella quale si sente sempre parlare di femminicidio, io preciso sempre che bisogna fare molta attenzione prima di sporgere una querela per stalking: esasperare situazioni non particolarmente gravi, infatti, può ingolfare i tribunali e sottrarre attenzione ai casi davvero pericolosi.

Lo stalking si può manifestare in vari modi (in articoli precedenti abbiamo analizzato le ipotesi di stalking telefonico,  stalking per tradimento  ed altri) ed è possibile che si realizzi anche attraverso pedinamenti quando incutono timore nella vittima e sono tali da farla sentire spiata, scrutata e da farle modificare il suo stile di vita.

Come denunciare chi ti pedina?

Se ti senti pedinata e vivi uno stato di ansia, recati dai carabinieri a te più vicini o alla Procura della repubblica e denuncia i fatti. La denuncia può essere fatta per iscritto o oralmente. L’autorità giudiziaria è tenuta a raccogliere le tue dichiarazioni, redigere un verbale e trasmettere il tutto al Pubblico ministero che sarà il primo a valutare se sussistono reati.

Il reato di molestie è procedibile d’ufficio: ciò significa che i fatti possono essere denunciati non solo dalla vittima, ma anche da un soggetto terzo a conoscenza dell’illecito. Per essere ancora più chiari, immaginiamo una mamma preoccupata per sua figlia perché uno sconosciuto l pedina da giorni: se lei non ha intenzione di denunciare la situazione per paura, chiunque potrà recarsi dall’autorità giudiziaria e denunciare i fatti. Infine, trattandosi di reato procedibile d’ufficio non vi sono limiti di tempo per la denuncia, può essere sporta sempre (certo non bisogna far passare troppo tempo per evitare l’intervento della prescrizione).

ll reato di stalking, invece, è procedibile:

  • a querela di parte che può essere presentata entro sei mesi da quando la condotta è cessata;
  • o d’ufficio se è commesso nei confronti di minori o di persone con disabilità, se connesso con altro delitto per il quale si deve procedere d’ufficio ovvero quando il fatto è commesso da soggetto ammonito dal questore.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI