Diritto e Fisco | Articoli

“Agenzie debiti”: attenti alle truffe delle società di ristrutturazione

31 Dicembre 2012
“Agenzie debiti”: attenti alle truffe delle società di ristrutturazione

L’Antitrust condanna le società di ristrutturazione debiti che adottano condotte truffaldine approfittando delle difficoltà economiche dei clienti.

“Ridurre l’esposizione debitoria fino al 70%, incluse le richieste al Fisco”: false promesse fatte da società di ristrutturazione che, per questo, sono state sanzionate severamente dall’Antitrust [1].

La proposta commerciale “truffaldina” viene normalmente rivolta a imprenditori e consumatori in difficoltà economiche, attraverso pubblicità su internet, stampa e sms.

In realtà, al contrario di quanto promesso, il cliente, dopo un primo contatto con un call center, si vede recapitare a casa un pacco, da pagare in contrassegno, mediante versamento della “modica” cifra di 390 euro. Il plico contiene semplice modulistica per conferire eventuali incarichi a effettuare visure riguardanti la propria esposizione debitoria.

Dagli accertamenti istruttori compiuti dall’Antitrust, anche alla luce delle segnalazioni inviate dalle associazioni dei consumatori, è emerso che le due società non sono in possesso di licenza per l’esercizio di un’agenzia d’affari né hanno presentato una SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).

Infine, per quanto riguarda i debiti contratti con Equitalia e il Fisco, tali società prospettano come soluzione in grado di “risolvere ogni problema di debiti” la semplice “opposizione alle richieste di Equitalia e Fisco per diminuire, sospendere e rateizzare le cartelle esattoriali”: obiettivo impossibile in quanto, per i debiti con la P.A. e il Fisco, le possibilità di trattativa e rateizzazione sono strettamente limitati da specifiche norme di legge.


Nel caso si venga contattati da società di ristrutturazione del debito è buona norma chiedere sempre l’esibizione delle relative licenze e autorizzazioni all’esercizio dell’attività.

note

[1] Nel caso di specie sono state coinvolte le società Agenzia Debiti S.p.A. e la B&P S.r.l.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube