HOME Articoli

Lo sai che? Varata la “mini patrimoniale”: la nuova tassa sulla povertà

Lo sai che? Pubblicato il 31 dicembre 2012

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 31 dicembre 2012

Colpo di coda del governo Monti che ha varato la nuova “mini-patrimoniale”: tutti gli strumenti e i prodotti finanziari – fondi, polizze, azioni, obbligazioni, titoli di Stato e buoni fruttiferi postali – pagheranno, dal prossimo anno, un’imposta pari all’1,5 per mille del loro valore di mercato.

Un tempo le tasse venivano applicate sulle fonti di ricchezza; oggi, che di ricchezza ce n’è poca o non ce n’è per niente, si applicano sui risparmi faticosamente sottratti alle tasse. E lo fanno nel modo più incostituzionale che si possa immaginare. Vediamo perché.

La nuova “mini patrimoniale” si dichiara essere proporzionale, in quanto dovrebbe applicarsi in misura percentuale al volume del risparmio del cittadino: pari, cioè, all’1,5 per mille. In realtà non è così. Infatti, la misura minima della tassa è di euro 34,20: sotto tale limite essa non può scendere. Questo vuol dire che, se il conto del contribuente contiene diecimila euro, questi non pagherà un’imposta di 15 euro (pari cioè all’1,5 per mille), bensì comunque di 34,20 euro (pari cioè al 3,42 per mille). In questo modo, la tassa graverà più sui poveri che sui ricchi.

Tale sistema viola la Costituzione per ben due volte: laddove stabilisce che le tasse vanno pagate da ciascuno in ragione della propria capacità contributiva e laddove  stabilisce il principio di progressività della tassazione [1].

note

[1] Art. 53 Cost.: “Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività“.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

10 Commenti

  1. ma se una legge va contro i principi della costituzione non dovrebbe essere considerata incostituzionale e quindi oggetto di revisione o di nullità?

  2. Mio figlio, oggi diciottenne, ha un buono fruttifero postale che gli fu regalato otto anni fa (euro 100, all’epoca). Se lo ritirasse, cosa succederebbe?

  3. OHHHH COME CI VORREBBE UN OBAMA IN ITALIA!!!!! IL GIOCO DI MONTI E’ PIù FINE DI QUELLO CHE PENSATE. LE BANCHE STANNO FACENDO FAGOTTO PER PORTARE I LORO CAPITALI FUORI DALL’ITALIA. MONTI SI CANDIDA PER NON ESSERE ELETTO E DOPO CHE CON LA BCE E LA GERMANIA AVRà FATTO QUALCHE GIOCHETTO FINANZIARIO FARA FALLIRE L’ITALIA E SI RIPRESENTERà COME SALVATORE OBBLIGATO DELL’ITALIA (VEDI GRECIA) E STABILIZZERA LA SUA DITTATURA. LE BANCHE CHE SANNO IL BRUTTO TIRO CHE STA PER ESSERE TIRATO ALL’ITALIA, MALGRADO I 200 MILIARDI DI EURO RICEVUTI DALLA BCE STANNO LICENZIANDO, RIDUCENDO STIPENDI E CHIUDENDO FILIALI, OLTRE A REVOCARE FIDI ANCHE AFFIDABILISSIMI, PER TIRARE TUTTO QUANTO POSSIBILE FUORI DALL’ITALIA ONDE EVITARE PERDITE DI SOLDI.IL SIG. MONTI INOLTRE COSTRINGENDOCI A PASSARE TUTTI I NOSTRI SOLDI DALLE BANCHE PERMETTERà A QUESTE QUANDO FARANNO CARROZZELLA A FOTTERSI UNA GROSSA FETTA DEI NOSTRI SOLDI. UN CONSIGLIO AGLI ITALIANI QUANDO I VOSTRI SOLDI ARRIVANO IN CONTO PRELEVATELI SUBITO E METTETELI SOTTO UN MATTONE ALMENO I LADRI POSSONO FALLIRE MA LE BANCHE SICURAMENTE CI FOTTERANNO TUTTO. MEDITATE GENTE HO FONTI MOLTO AFFIDABILI DENTRO LE BANCHE.

  4. VIA TUTTI I NOSTRI SALDI DALLE BANCHE PRIMA CHE CI PRENDANO OLTRE CHE LO STIPENDIO ANCHE IL CONTO.

  5. Da quel che ho potuto accertare sul web,sembra che,se il valore sia inferiore a 5.000,00 €,i buoni fruttiferi e,in teoria,gli altri prodotti finanziari,restino “integri”…

  6. Il titolo dell’ articolo mi sembra piuttosto fuorviante. La “mini patrimoniale” colpirà i prodotti finanziari di valore pari o superiore ad €5000. Nonostante la misura minima della tassa non rispetti il principio della progressività, non credo si possa definire “povero” chi ha da parte anche “solo” € 10000, così come non credo che €34, 20 siano un gran fardello se rapportati ad una somma pari o superiore ad €5000, I prodotti finanziari, inoltre, è bene ricordarlo, sono strumenti che creano ricchezza ed è “giusto” che vengano tassati anche se in passato li si è utilizzati per sottrarre all’ occhio del fisco redditi non dichiarati.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI