Diritto e Fisco | Articoli

Cosa si può insegnare con la laurea in scienze e tecnologie alimentari

22 giugno 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 22 giugno 2018



L’ultimo sforzo ed è quasi fatta. Stai per diventare dottore in questa disciplina. Vediamo a quali materia puoi ambire come professore

Devi decidere il tuo futuro professionale e hai scelto come primo gradino l’iscrizione al corso di laurea in Scienze e tecnologie alimentari. Ti stimola molto l’idea di poter seguire da vicino e gestire i processi che portano alla produzione degli alimenti, la loro organizzazione e tutto ciò che ruota attorno all’industria alimentare. Sei quindi convinto che questo sia il percorso accademico più adatto a te. Ti preparerà a lavorare nell’industria degli alimenti – e potrai ambire a diversi sbocchi professionali – e ti darà anche la possibilità, una volta conseguita la laurea di diventare professore. Ci saranno materie esclusive che potrai insegnare e diversi step per accedere a questa carriera. In questo articolo cerchiamo di approfondire il legame tra questa laurea e l’insegnamento. In particolare: cosa si può insegnare con la laurea in scienze e tecnologie alimentari?

Cosa fare dopo la laurea in scienze e tecnologie alimentari?

La prima domanda che sorge spontanea, quando un ragazzo che insegue i suoi sogni si iscrive all’università, è sempre la solita: quali sbocchi lavorativi avrò? Rispondiamo prendendo come riferimento la laurea in scienze e tecnologie alimentari.

Chi sceglie questo percorso accademico viene formato per affrontare tutte le questioni e problematiche che coinvolgono alimenti e bevande in tutti i processi – dalla loro produzione al consumo. Si lavora per garantire la sicurezza, la salute, la qualità, la riduzione degli sprechi, la sostenibilità.

La figura professionale del tecnologo alimentare è cosa seria ed è disciplinata dalla legge [1], che prevede, tra le altre cose, la necessità di un’abilitazione per poter svolgere questa professione. Esiste quindi un Ordine (l’Ordine dei tecnologi alimentari) a cui devi iscriverti una volta laureato, previo superamento dell’Esame di stato (proprio come succede agli avvocati, ai medici, agli infermieri, ai giornalisti, ecc).

Una volta uscito da questa facoltà, con la tua preziosa pergamena in mano, puoi ambire a diversi ruoli nell’ambito dell’industria alimentare:

  • programmazione, gestione e controllo della produzione di cibi e bevande;
  • controllo e analisi di alimenti e bevande;
  • somministrazione e conservazione alimenti e bevande,
  • gestione del miglioramento nella produzioni dei prodotti alimentari, in ottica di sostenibilità (un vero e proprio boom in questo momento storico);
  • comunicazione e sensibilizzazione del consumatore;
  • funzioni riguardanti l’applicazione delle normative su produzione, conservazione e distribuzione di alimenti;
  • responsabile industriale;
  • marketing del prodotto alimentare;
  • responsabile qualità e sicurezza di cibi e bevande;
  • dulcis in fundo, si può insegnare.

Laurea in scienze e tecnologie alimentari: dove posso insegnare?

Tra tutti questi sbocchi e opportunità lavorative, a cui puoi ambire a laurea conseguita, c’è anche la strada dell’insegnamento. Si, puoi diventare professore. Ma dove si può insegnare con la laurea in scienze e tecnologie alimentari?

Innanzitutto le strade dell’insegnamento sono di diversi tipi. In particolare: puoi ambire al ruolo, vincendo il concorso o puoi iniziare a svolgere supplenze, mediante la messa a disposizione.

La prima strada, quella del concorso per l’insegnamento, ti richiede:

  • la laurea;
  • l’acquisizione di 24 crediti formativi in discipline antropo-psico pedagogiche (puoi acquisirli frequentando appositi corsi universitari);
  • frequentare il Fit (un percorso di formazione e tirocinio, evoluzione della Ssis).
  • Ovviamente, partecipare al concorso indetto.

Fuori dalla strada ufficiale del concorso e quindi del ruolo, c’è un altro modo per entrare in aula e sedersi alla cattedra. Si può insegnare anche mettendosi a disposizione per svolgere supplenze e sostituire i colleghi. Devi in questo caso compilare la messa a disposizione e, quando si libera un posto temporaneo e la scuola ha bisogna di una supplenza, in base a una lista ti chiamerà.

Ecco invece dove puoi insegnare:

  • Chi vuole insegnare nella scuola d’infanzia (quella che abbiamo sempre chiamato materna) e nella scuola primaria (le famose elementari), deve conseguire la laurea in Scienze delle formazione primaria;
  • Chi vuole accedere all’insegnamento nella scuola di primo grado e secondo grado (quindi le medie e le superiori) deve avere la laurea magistrale o la laurea quinquennale vecchio ordinamento o, in alternativa, il diploma accademico di II livello.

Cosa si può insegnare con la laurea in scienze e tecnologie alimentari?

Eccoci arrivati al tuo caso. Analizzato dove puoi insegnare con la tua laurea, vediamo ora cosa si può insegnare con la laurea in Scienze e tecnologie alimentari.

È sufficiente andare a guardare quali classi di concorso sono associate a questa laurea. Le classi di concorso non sono altro che codici nazionali associati a determinate materie di insegnamento. Ogni laurea ha la sua classe. Le tue classi di concorso (associate quindi alla laurea in Scienze e tecnologie alimentari) sono:

  • A-31 Scienze degli alimenti
  • A-34 Scienze e tecnologie chimiche
  • A-51 Scienze, tecnologie e tecniche agrarie
  • A-52 Scienze, tecnologie e tecniche di produzioni animali
  • A-60 Tecnologia nella scuola secondaria di primo grado (le medie)

Sono classi che riconducono a materie prettamente tecniche e scientifiche. Educazione tecnica, chimica, biologia, agraria. In tutti i casi, per sapere cosa puoi insegnare devi fare riferimento a queste classi. Ovviamente a seconda dell’Istituto in cui verrai chiamato potrai insegnare una materia specifica prevista.

note

[1] L. n. 59/94 del 18 gennaio 1994.

Autore immagine: Pixabay 


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI