Business | Articoli

Jobs act autonomi: pagamenti a 60 giorni

23 maggio 2017 | Autore:


> Business Pubblicato il 23 maggio 2017



Maggiori tutele per i liberi professionisti: dalla deducibilità integrale delle spese di formazione al lavoro agile. Ecco tutte le novità.

Per i professionisti il 2017 può essere definito l’anno zero. È stato approvato in via definitiva lo statuto dei lavoratori autonomi, il cosiddetto jocbs act degli autonomi. Interessanti le novità sul fronte del cosiddetto smart working e l’apertura ai bandi europei anche ai professionisti, assimilati ora ai piccoli imprenditori per quello che riguarda l’accesso ai piani operativi nazionali e regionali.

Pagamenti a 60 giorni

Finalmente viene posta la parola fine a una pratica scoraggiante per il tessuto produttivo dei lavoratori autonomi: diventano illegittime tutte le clausole contrattuali che offrono la possibilità al committente di pagare i vari lavoratori inquadrabili come autonomi anche dopo i 60 giorni dall’esercizio della prestazione commissionata. Inoltre, qualora non venga contrattualmente prevista una scadenza al pagamento, deve essere preso come riferimento il tetto dei 30 giorni dall’emissione della fattura. Proibita anche qualsiasi modifica unilaterale degli accordi da parte di chi commissiona il lavoro.

Novità anche sulla maternità

Lo statuto prevede che sia garantito alle lavoratrici autonome, che risultino iscritte alla gestione separata Inps, un congedo parentale che è stato aumentato dagli attuali tre mesi per farlo arrivare a sei mesi (entro i primi tre anni del nascituro, con indennità fissata al 30% del reddito di lavoro percepito e assoggettato a contribuzione maggiorata).

Durante il congedo, poi, la lavoratrice potrà avvalersi della sostituzione di un collega che sia in possesso delle medesime competenze professionali e, sempre durante la maternità, non vedrà venir meno il diritto all’indennità di maternità, pur proseguendo nella propria attività.

Welfaremigliorato con il Jobs Act autonomi

Le casse di previdenza avranno la facoltà di dare il via a prestazioni sociali a tutela degli iscritti. Le casse per erogare le nuove prestazioni devono essere autorizzate dai ministeri preposti prevedendo il finanziamento mediante un’apposita contribuzione.

Jobs Act autonomi: deducibilità formazione

Buone notizie anche per quello che riguarda il tema della formazione. È prevista, infatti, la totale deducibilità, fino a 10 mila euro di spese per iscrizione a corsi di formazione e master, nonché a corsi di aggiornamento professionale e partecipazione a congressi e convegni. Deducibile anche l’assicurazione a tutela del mancato pagamento della prestazione.

Segui La Legge per Tutti Business

Se credi che La Legge per Tutti Business possa essere la pagina che fa per te ecco come fare in pochi passi per averla sempre al top della tua timeline di Facebook: clicca qui, ti si aprirà la pagina nella nuova scheda.

Clicca su mi piace e poi nella sezione «seguici»  clicca su «mostra sempre per primi». Non perderai neanche uno dei nostri pezzi e sarai sempre aggiornato. Ti aspettiamo.

note

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI