Diritto e Fisco | Articoli

Cambia il braccialetto al reparto maternità per tutelare le mamme gay

3 gennaio 2013


Cambia il braccialetto al reparto maternità per tutelare le mamme gay

> Diritto e Fisco Pubblicato il 3 gennaio 2013



Tutela per le mamme omosessuali cambiando la scritta sul braccialetto per l’accesso al reparto maternità: “partner” e non “padre”.

Cambia la scritta sul braccialetto legato al polso di chi va a fare visita ai propri figli nel reparto maternità dell’ospedale di Padova: non più “padre”, ma un più generico “partner”.

Il problema si era posto riguardo al caso di una donna gay andata a trovare la propria compagna che aveva appena partorito dopo una fecondazione assistita. Alla visitatrice, che aveva voluto vedere il neonato, era stato dato il braccialetto con la scritta “padre”.

Normalmente, la fettuccina consegnata ai visitatori contiene, oltre ad un numero, anche il ruolo rispetto al bambino. E la donna, sentitasi discriminata per il proprio orientamento sessuale, ha protestato.

L’amministrazione interna all’ospedale ha risolto il problema con un espediente linguistico: da oggi, i braccialetti riporteranno la scritta “partner” che, ovviamente, è priva di alcun riferimento alla sessualità del loro portatore. In questo modo, si è voluto superare il problema dell’omogenitorialità


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI