Diritto e Fisco | Editoriale

Parcheggio abusivo in proprietà privata: che fare?

8 Giugno 2018 | Autore:
Parcheggio abusivo in proprietà privata: che fare?

Parcheggio abusivo in area condominiale: come tutelarsi? È possibile chiamare il carro attrezzi? Il parcheggio abusivo è reato?

Se è vero il proverbio africano secondo cui, ogni mattina, una gazzella si sveglia e sa che dovrà correre più veloce del leone, è altrettanto vero che in Italia ogni automobilista sa che tutte le mattine dovrà prendere la propria auto e trovare parcheggio. Quello del posto auto è oramai diventato uno dei maggiori problemi esistenziali dell’uomo contemporaneo; uno psicodramma vero e proprio. In alcuni articoli precedenti abbiamo visto quando è possibile parcheggiare davanti al proprio box e quando davanti ad un cancello senza passo carrabile. Con il presente contributo cercheremo di capire cosa fare nel caso di parcheggio abusivo in proprietà privata.

Parcheggio: quando è abusivo?

Quando possiamo definire abusivo un parcheggio? Semplice: quando il luogo prescelto per l’autovettura non è adibito alla sosta. Il parcheggio è quell’area dedicata alla sosta delle autovetture o, comunque, dei veicoli che circolano su strada. Contrariamente a quanto si possa pensare, il codice della strada prevede una disciplinata piuttosto dettagliata per i parcheggi. Approfondiamo.

Parcheggio: cosa prevede il codice della strada?

Il codice della strada dice che spetta al sindaco con ordinanza stabilire:

  • aree nelle quali è autorizzato il parcheggio dei veicoli;
  • aree destinate al parcheggio sulle quali la sosta dei veicoli è subordinata al pagamento di una somma da riscuotere mediante dispositivi di controllo di durata della sosta, anche senza custodia del veicolo, fissando le relative condizioni e tariffe;
  • le aree attrezzate riservate alla sosta e al parcheggio delle autocaravan.

In ogni caso, i parcheggi devono essere ubicati fuori della carreggiata e comunque in modo che i veicoli in sosta non ostacolino lo scorrimento del traffico [1].

Parcheggio abusivo su proprietà privata: quando avviene?

Si ha un parcheggio abusivo in proprietà privata ogni volta che una vettura viene posta in sosta su un suolo non demaniale né adibito a parcheggio per le automobili: si prenda il caso di chi lasci l’auto in un giardino privato o, come avviene spessissimo, in uno spazio condominiale, se mai delimitato soltanto da una catena rimovibile.

Parcheggio abusivo: come tutelarsi?

Ipotesi tipica di parcheggio abusivo è quella che avviene occupando le aree condominiali, tipo il cortile. Ma altrettanto diffusa è l’occupazione illegittima di aree private che si trovano nelle immediate vicinanze di una recinzione o di un cancello: in queste circostanze, è possibile che l’occupante neanche sappia di aver invaso una proprietà privata. In tutti questi casi e in quelli simili, come è possibile tutelarsi? Scopriamolo insieme.

Parcheggio abusivo: si può chiamare il carro attrezzi?

La prima cosa da sapere in caso di parcheggio abusivo in proprietà privata o condominiale è che non è possibile chiamare il carro attrezzi, cioè quel veicolo adibito al trasporto di altri mezzi, in quanto esso interviene solo nelle strade e nelle altre aree pubbliche destinate alla circolazione. Dunque, essendo la zona invasa un’area privata (anche se spesso aperta al pubblico) non è possibile chiamare la polizia per far rimuovere l’auto che occupa il proprio posto, quello di un condomino o che, comunque, impedisce il passaggio.

Parcheggio abusivo condominiale: cosa dice il regolamento?

A proposito dei casi di parcheggio abusivo in zona condominiale, la Corte di Cassazione ha detto che nemmeno il regolamento del condominio può prevedere la rimozione a carico di chi ha arbitrariamente occupato l’area [2]. Se è vero che l’amministratore può stabilire delle sanzioni nei confronti dei condomini che violano il regolamento di condominio, tali sanzioni possono avere solo natura pecuniaria. Quindi, è possibile multare chi è responsabile del parcheggio abusivo, ma non lo è la sanzione della rimozione forzata dell’auto.

Parcheggio abusivo: è reato?

Sembrerà strano, ma chi parcheggia abusivamente la propria auto in una proprietà privata rischia una sanzione penale: se il posteggio abusivo  impedisce l’accesso o l’uscita dal proprio posto auto, il proprietario può procedere con una querela. La giurisprudenza ha più volte detto che occupare un parcheggio riservato è reato: chi ostruisce il passaggio a un’auto, parcheggiando la propria in modo incivile tanto da non lasciarla passare, fa scattare il reato di violenza privata [3], con possibilità perfino di chiedere il risarcimento del danno [4].


note

[1] Art. 7 d. lgs. n. 285/1992 del 30.04.1992 (codice della strada).

[2] Cass., sent. n. 820/14 del 16.01.2014.

[3] Cass., sent. n. 7592/2011.

[4] GdP Genova, sent. n. 372/02 del 29.07.2002.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

  1. cosa debbo fare se un inquilino lascia l’appartamento e non trasferisce la propria macchina dalla zona privata condominiale

    1. Ti suggeriamo la lettura dei seguenti articoli:
      -Parcheggio abusivo nel cortile di condominio: che fare? https://www.laleggepertutti.it/169241_parcheggio-abusivo-nel-cortile-di-condominio-che-fare
      -Parcheggi condominiali: come si assegnano https://www.laleggepertutti.it/405628_parcheggi-condominiali-come-si-assegnano
      -Assegnazione posti auto condominiali: criteri https://www.laleggepertutti.it/330211_assegnazione-posti-auto-condominiali-criteri
      -Parcheggio condominiale https://www.laleggepertutti.it/200031_parcheggio-condominiale
      -Parcheggio condominiale: ultime sentenze https://www.laleggepertutti.it/277535_parcheggio-condominiale-ultime-sentenze

  2. Ciao allora io potrei lasciare il mio cortile libero e parcheggiare nel cortile del vicino basta che non blocchi la sua macchina . questa non mi sembra una regola giusta e che sia tutelato solo il pubblico nonostante tutte le tasse che paghiamo essendo proprietari di qualcosa

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube