Business | Articoli

Visite fiscali e codice disciplinare: novità da settembre 2017

24 Maggio 2017


Visite fiscali e codice disciplinare: novità da settembre 2017

> Business Pubblicato il 24 Maggio 2017



La riforma Madia istituisce il nuovo codice disciplinare e il polo unico Inps, che si occuperà delle visite fiscali.


Cambiano le regole in materia di visite fiscali. Dal 1° settembre arriva il polo unico Inps che si occuperà degli accertamenti medico-legali per le assenze dal lavoro per malattia da parte dei dipendenti pubblici. Questa una delle novità introdotte dal nuovo testo unico del pubblico impiego che, recentemente, il Consiglio di ministri ha approvato, dando seguito alla cosiddetta riforma Madia.

Inps organo di controllo

Il polo unico gestirà d’ora in poi le visite fiscali sia private che pubbliche. L’Inps diviene così l’organo di controllo incaricato di effettuare gli accertamenti medico-legali su tutti i dipendenti assenti dal servizio per motivi di malattia. La misura vuole garantire l’effettività del controllo e provare a contrastare i numerosi casi di assenteismo legati a problemi diversi da quelli lamentati dai lavoratori.

Fasce orarie di reperibilità

Cambieranno anche le fasce orarie di reperibilità: in vista di un’omologazione dei settori privato e pubblico, l’Inps dovrà creare un sistema di visite uniforme. Attualmente la normativa vigente nel pubblico fissa gli orari di visita dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, con obbligo di reperibilità anche nei giorni festivi.

Nel privato, le fasce previste sono dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19.

Il nuovo codice disciplinare

Il nuovo codice disciplinare amplia anche da sei a dieci le ipotesi che possono portare al licenziamento. A fianco delle false timbrature e delle assenze ingiustificate, arrivano anche le violazioni “gravi e reiterate” delle norme comportamentali, lo “scarso rendimento” e le “costanti valutazioni negative” che devono protrarsi per almeno 3 anni.

Ad entrare in vigore, anche il licenziamento dei dirigenti che (con dolo o colpa grave) chiudono un occhio di fronte ai procedimenti disciplinari.

ento di novità anche per i nuovi posti di lavoro. Il piano Madia porterà a una nuova stagione di assunzioni. I dipendenti precari verranno assorbiti, nell’arco dei prossimi tre anni, all’interno dell’organico statale. L’obiettivo è quello di attirare le nuove generazioni, giovani e qualificate, all’interno del settore pubblico.

note

Autore immagine: Google Immagini


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI