Diritto e Fisco | Articoli

Il libro più odiato dell’anno: roba da ricchi

4 Gennaio 2013
Il libro più odiato dell’anno: roba da ricchi

Rischia di battere tutti i record il saggio di Edward Conard: “Unintended consequences” (“Conseguente non intenzionali”): il saggio è un’appassionata difesa di quell’1% della popolazione americana rappresentata da “ricchi sfondati” alla Bill Gates.

Conard, difensore del darwinismo economico, sostiene che il crescente divario tra ricchi e poveri è un segno di buona salute dell’economia del pianeta. La disuguaglianza e il potere economico dei più ricchi si rivelerebbe addirittura una garanzia per i più poveri che solo così possono giovarsi della facoltà dei ricchi di investire il proprio denaro e favorire l’occupazione, il progresso e lo sviluppo. Un dollaro investito con successo da un imprenditore coraggioso ne produce venti per la comunità.

Il libro, naturalmente, ha sollevato un vespaio di proteste e critiche in tutti gli USA, candidandosi così ad essere la lettura più detestata dell’anno.

di MARIA VALENTINA MITTIGA



Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube