Tech | Articoli

Libere le frequenze 4G: la quarta generazione dei cellulari

4 Gennaio 2013
Libere le frequenze 4G: la 	quarta generazione dei cellulari

Finalmente libere: le frequenze in banda 800 Mhz sono state liberate dalle tv locali (passate al digitale) e ora, stando a quanto comunicato dal Dipartimento per le Comunicazioni del ministero dello Sviluppo economico, sono disponibili per Telecom, Vodafone e Wind. I tre operatori di telefonica mobile, che già si erano aggiudicati l’asta sulle frequenze nel settembre del 2011, pagando alle casse dello Stato 4 miliardi di euro, potranno ora avviare i sistemi di banda larga per la telefonia mobile 4g (Lte).

Si tratta di una buona notizia per gli utenti di internet mobile. Le nuove frequenze a 800 Mhz, infatti, garantiscono una massima copertura della rete mobile di telefonia su tutto il territorio, con un minor numero di antenne (rispetto a quelle necessarie con le altre frequenze). Non solo: esse lanceranno anche la nuova generazione di rete mobile.

Insomma: gli effetti pratici per i cittadini saranno, da subito, l’eliminazione dei buchi di copertura e la velocità di connessione che, spesso, è inadeguata.

Quanto invece al passaggio alla nuova tecnologia 4G, gli operatori, che già hanno speso una fortuna per ottenere l’aggiudicazione delle frequenze, si troveranno ora a dover anche investire diversi miliardi per costruire le nuove reti, il che allungherà i tempi dell’operazione.



Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube