Business | Articoli

Mutui 100%: quali banche li offrono

24 Maggio 2017 | Autore:


> Business Pubblicato il 24 Maggio 2017



Ritornano i mutui al 100% a totale copertura del valore dell’immobile. Ecco quali sono le banche che lo offrono.

Fino a qualche anno fa non era insolito chiedere alla propria banca un mutuo che coprisse il 100% del valore dell’immobile. Si riusciva persino a ottenere qualcosa in più per coprire le spese di trasloco o a comprare l’arredamento. Poi, è arrivata la crisi e tutto è diventato più complicato…

Quali banche offrono un mutuo al 100%

Il mutuo per chi non ha liquidità non è del tutto sparito e sta tornando. Oggi a metterlo in catalogo c’è rimasta soltanto Intesa Sanpaolo che lo elenca apertamente e con trasparenza tra le sue tante offerte. Ma anche altri istituti si stanno spingendo sempre di più in questa direzione.

Dichiarano di non offrire più dell’80% del valore dell’immobile ma poi, con il singolo cliente, un po’ “sotto banco”, sono disposte a scendere a patti anche per quote più alte dell’80% e fino al 100%.

Mutui 100%, aspetti negativi

Oggi, per avere un maxi-finanziamento occorre andare in banca e parlare direttamente con l’impiegato in filiale. Ci vuole del tempo ma le risposte positive non mancano. Certo, occorre avere un profilo appetibile per la banca, ma soprattutto bisogna essere disposti a pagare di più.

Per le banche, infatti, i mutui al 100% rimangono un affare. Offrono di più, sono più a rischio per l’istituto e quindi costano di più al cliente. L’esborso extra non è da poco. Si arriva anche a 2 punti percentuali in più. Per un mutuo della durata di 20 anni, si finisce per pagare anche 80mila euro di interessi in più.

L’esigenza di mutui che coprano tutto l’esborso necessario per pagare casa non manca.
Per molti, riuscire a mettere da parte una cifra che corrisponda anche soltanto al 20% dell’immobile non è cosa da poco. Per questo la richiesta si mantiene sempre alta.

Rimane tuttavia la questione del tasso d’interesse più alto per questo tipo di finanziamenti. È un problema che non è mai stato risolto e che diventa un freno sia per le banche sia per i clienti.

L’ipotesi potrebbe essere quella di applicare un tasso più elevato soltanto per la parte che eccede l’80% del finanziamento. In questo modo si aprirebbe il mercato a una platea di clientela che finora è rimasta fuori dai prestiti per la casa.

note

Autore immagine: Google Immagini


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI