Diritto e Fisco | Articoli

Lavori di ristrutturazione del vicino: sono a norma?

30 giugno 2018


Lavori di ristrutturazione del vicino: sono a norma?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 30 giugno 2018



Tra me e il mio vicino di casa non corrono buoni rapporti. Quando ho deciso di ristrutturare casa ho dovuto avvalermi di un tecnico per le pratiche edilizie, in modo da non essere ricattato dal mio vicino, che minacciava controlli attraverso sue amicizie. Ora anche lui sta ristrutturando casa, ma non ha esposto alcun cartello che indichi l’inizio dei lavori di manutenzione straordinaria, come invece ho dovuto fare io. Come posso sapere se il vicino ha iniziato la pratica edilizia per i suoi lavori? Se non lo avesse fatto, a chi mi posso rivolgere, in quali uffici statali devo andare e che tipo di segnalazione devo fare?Come posso fare perché rispetti le regole come devo rispettarle io?

Il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (cioè il Decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001) contiene due disposizioni che incidono sul caso evidenziato dal lettore.

Innanzitutto l’articolo 20, comma 6, del decreto n. 380 del 2001 stabilisce che:

– gli estremi del permesso di costruire sono indicati nel cartello esposto presso il cantiere,secondo le modalità stabilite dal regolamento edilizio.

Poi l’articolo 27, comma 4, dello stesso decreto n. 380 del 2001 che dispone nel senso che:

– gli ufficiali ed agenti di polizia giudiziaria, ove nei luoghi in cui vengono realizzate le operenon sia esibito il permesso di costruire, ovvero non sia apposto il prescritto cartello, ovveroin tutti gli altri casi di presunta violazione urbanistico – edilizia, ne danno immediatacomunicazione all’autorità giudiziaria, al competente organo regionale e al dirigente delcompetente ufficio comunale, il quale verifica entro trenta giorni la regolarità delle opere edispone gli atti conseguenti.

Soprattutto questa seconda norma consente, dunque, al cittadino di esercitare e far esercitare uncontrollo sulle attività di tipo urbanistico ed edilizio avviate da privati.

La norma, infatti, permette di segnalare agli ufficiali o agli agenti di polizia giudiziaria (quindi ancheal corpo della Polizia locale) il sospetto dell’avvio di opere edilizia prive del necessario titoloautorizzativo (che, a seconda del tipo di lavori da eseguirsi, può anche non essere necessario o essere

un titolo diverso dal permesso di costruire).

L’intervento degli ufficiali o degli agenti di polizia giudiziaria è possibile, sulla base dell’articolo 27,comma 4, del d.p.r. n. 380 del 2001, non solo per l’omissione dell’apposizione del cartello (seprescritto dal regolamento edilizio comunale), ma anche, come chiaramente specifica la norma, intutti gli altri casi di presunta violazione urbanistico – edilizia.

Quindi, nel caso in cui il lettore sospetti che i lavori avviati dal suo vicino non siano stati debitamenteautorizzati dall’autorità comunale, potrà segnalare anche presso la Polizia locale la questione,circostanziando nei dettagli la sua segnalazione.

Toccherà poi agli agenti di polizia giudiziaria (anche di polizia locale) effettuare (d’intesa con l’ufficio tecnico comunale) il sopralluogo necessario per accertare che i lavori in svolgimento siano stati autorizzati (se effettivamente si tratti di lavori che necessitino di un titolo autorizzativo della competente autorità comunale) e se, in ogni caso, risultino altre violazioni alle norme edilizie ed urbanistiche.

A seguito del sopralluogo e del suo esito, verrà poi eventualmente avviato (come la norma citataspecifica) l’iter che porterà alle attività (sanzionatorie e penali) di competenza rispettivamente delDirigente dell’ufficio comunale competente e dell’autorità giudiziaria (nel caso in cui le attivitàavviate possano essere considerate penalmente come reati).

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI